Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie




La cultura celtica negli antichi insediamenti della Galizia e delle Asturie




Lasciatevi trasportare indietro nel tempo alla scoperta delle prime “città” della preistoria. Sono gli antichi insediamenti celtici, nella Spagna nordoccidentale, che diedero vita a una cultura dotata di tratti propri distintivi. Attraverso i siti che si conservano in Galizia e nelle Asturie potrete scoprire la ricchezza artistica e architettonica di questa antica popolazione, circondata da sempre da un’aura di leggenda.

Alla fine della preistoria, verso l’Età del Ferro, l’essere umano decise di abbandonare la vita nomade per stabilirsi in villaggi più o meno popolati. Sorsero in questo modo i primi insediamenti celtici nella Spagna nordoccidentale, in Galizia e nelle Asturie, alcuni dei quali sopravvissero anche dopo l’arrivo dei romani. La cultura degli insediamenti in questa zona ha lasciato in eredità un prezioso patrimonio architettonico e artistico che potrete ammirare nei musei e nei numerosi giacimenti esistenti. Visitarli sarà un’occasione unica per scoprire in prima persona la storia di questi popoli leggendari: la ricchezza del loro artigianato, le tradizioni, lo stile di vita…

Città fortificate

Uno degli elementi che vi colpirà maggiormente degli insediamenti galiziani e asturiani è la posizione. Infatti di solito si trovano su montagne e luoghi elevati, o nei pressi della costa, per sfruttare la natura come mezzo di difesa. Attualmente questa particolare ubicazione vi permetterà anche di godere di vedute spettacolari.

Gli insediamenti erano villaggi fortificati, circondati da fossati e mura. All’interno le abitazioni di pietra, a pianta circolare e con tetti di paglia, si distribuivano in quartieri, separati da strade e piazze. Altre costruzioni più lunghe fungevano da spazi di riunione o di culto e alcuni villaggi erano addirittura provvisti di bagni di vapore. Il Castro de Coaña, nelle Asturie, e quello di Santa Tecla, presso la località galiziana di A Guarda (Pontevedra), sono due esempi rappresentativi, ma ce ne sono tanti altri.

Grande scelta

In Galizia spicca il Castro de Viladonga, nella cittadina di Castro do Rei (a 30 chilometri circa dalla città di Lugo). Vicino al sito si trova il Museo Archeologico, la cui esposizione integra e completa la visita. Tra tanti luoghi di interesse, potrete conoscere anche gli insediamenti di Baroña ed Elvira, a meno di 65 chilometri da Santiago de Compostela (A Coruña), o quelli di San Cibrán de Lás e Castromao, a poco più di 25 chilometri da Ourense.

Nelle Asturie, oltre al Castro de Coaña, situato a 25 chilometri da Luarca, segnaliamo altri siti. Nelle vicinanze, a 10 minuti in automobile, potrete vedere il Castro de Mohías e quello di Pendía. E a meno di 50 chilometri dalla località di Pendía, vi attendono i villaggi di San Isidro e di Chao Samartín. E questi sono solo alcuni dei luoghi più significativi: per non tralasciare nulla, vi raccomandiamo di rivolgervi agli uffici turistici dove vi forniranno le informazioni più esaustive.

Se vi resta del tempo, visitate i diversi musei archeologici di queste province. Nelle sale dei musei delle Asturie, di Pontevedra, Lugo, A Coruña e Ourense potrete ammirare i numerosi oggetti e materiali rinvenuti nei vari insediamenti, con ceramiche e ricchi pezzi di oreficeria, ma anche utensili di ferro e rame. Non esitate: in Spagna la cultura celtica è a portata di mano.





Da non perdere