Veduta notturna dei Cuatro Postes e della città di Avila. © Huellas de Santa Teresa.

Un viaggio sulle Orme di Santa Teresa di Gesù

Ti proponiamo un itinerario attraverso 17 città per conoscere Santa Teresa di Gesù, simbolica figura femminile del XVI secolo, rilevante nel campo della letteratura e per la sua vita mistica dedicata alla riforma dell'Ordine cristiano delle Carmelitane.

Il percorso passa da tutti i monasteri da lei fondati e conosciuti come "Le Orme di Santa Teresa". Lo abbiamo suddiviso in due itinerari di una settimana ciascuno per aiutarti a programmare il tuo viaggio. Il punto di partenza sarà Madrid, che dispone di collegamenti internazionali con tutto il mondo e di un'eccellente rete ferroviaria e stradale che consente di raggiungere qualsiasi parte della Spagna.

Itinerario nord: Castiglia e León

  • 1 1° GIORNO - SEGOVIA
  • 2 2° GIORNO - SORIA E BURGOS
  • 3 3° GIORNO – PALENCIA E VALLADOLID
  • 4 4° GIORNO - VALLADOLID E MEDINA DEL CAMPO
  • 5 5° GIORNO – SALAMANCA
  • 6 6° GIORNO - ALBA DE TORMES E AVILA
  • 7 7° GIORNO - AVILA

1° giorno - Segovia

Come arrivare: da Madrid ci vuole un'ora scarsa in automobile e poco meno di 30 minuti in treno.

La città e Santa Teresa

Nel 1574, in questa città iscritta nell'elenco del Patrimonio dell'Umanità e conosciuta per il suo acquedotto romano, Santa Teresa diede vita alla sua nona fondazione, il monastero delle Carmelitane Scalze. La messa inaugurale fu celebrata da San Giovanni della Croce, le cui spoglie mortali riposano nella chiesa del convento. Nelle vicinanze, oltre al santuario di Nuestra Señora de la Fuencisla e della chiesa della Vera Cruz, potrai godere di una veduta spettacolare dell'Alcazar dal fiume Eresma. Qui potrai anche scegliere di seguire l'itinerario proposto per visitare la città nell'arco di una giornata .

2° giorno – Soria e Burgos

Come arrivare: ti raccomandiamo di spostarti in automobile. Da Segovia saranno necessarie un paio d'ore per raggiungere Soria e da qui poco meno di due ore per arrivare a Burgos. Santa Teresa giunse a Soria nel 1581 e vi fondò il convento del Carmen. Su uno dei lati della chiesa si trova una cappella aperta che merita sicuramente una visita. Atri luoghi di interesse sono il monastero di San Juan de Duero e l'eremo di San Saturio.  

Burgos, l'ultimo convento

Qui Santa Teresa giunse nel 1581 per fondare il suo ultimo convento, quello di San José e Santa Ana. Al suo interno potrai vedere diverse reliquie della santa, come delle calzature, un velo e una sua lettera. Potrai anche visitare la chiesa di San Ginés, dove Santa Teresa assisteva alla messa. Altre "orme" dell'itinerario sono l'Ospedale della Concepción e la Chiesa di San Cosme y San Damián, luoghi frequentati dalla santa.

3° giorno – Palencia e Valladolid

Come arrivare: potrai raggiungere Palencia in treno, automobile o autobus in un'ora circa. Da qui Valladolid si trova a poco più di mezz'ora di distanza ed è raggiungibile con gli stessi mezzi di trasporto. Santa Teresa visitò Palencia in varie occasioni. Il convento fondato nel 1580 era ubicato inizialmente nell'attuale via Colón e successivamente fu trasferito nei pressi dell'eremo di Nuestra Señora de la Calle, in via San Bernardo. Per conoscere la città ti raccomandiamo di fare una passeggiata sulla riva del fiume Carrión. A Valladolid invece Santa Teresa oggi è "cittadina onoraria". Il convento da lei fondato si trova nel quartiere chiamato "Rondilla de Santa Teresa". Per ripercorrerne le tracce possiamo dedicare un pomeriggio e parte della giornata seguente.  

4° giorno – Valladolid e Medina del Campo

Come arrivare: tra le due città ci sono appena 25 minuti di distanza in treno e 45 circa in automobile. A Valladolid si trova il quarto convento fondato da Santa Teresa, che nel chiostro e i cori custodisce opere d'arte di eccezionale valore. Inoltre, nella cella occupata dalla santa è custodito il testo originale manoscritto della sua opera letteraria più importante, "Il cammino della perfezione", come pure molte delle sue lettere. Santa Teresa a Medina del Campo Il convento di San José fu il secondo fondato da Santa Teresa di Gesù (1567), ma ci sono tanti altri luoghi legati alla sua figura. Ad esempio, in una delle case situate presso la Plaza Mayor soggiornò temporaneamente la comunità carmelitana. In questa città è possibile rintracciare anche testimonianze della presenza di San Giovanni della Croce.

5° giorno – Salamanca

Come arrivare: la migliore soluzione è utilizzare l'automobile per andare da Medina del Campo a Salamanca: ci vorrà appena un'ora. La città di Salamanca è iscritta nell'elenco del Patrimonio Mondiale e custodisce diversi beni che meritano una visita, come le due cattedrali. Qui troverai riepilogate le tappe di un tour con tutto quello che puoi vedere nell'arco di una giornata.  

In chiave teresiana

"Io vivo, ma senza vivere in me. E la mia speranza è tale / che muoio di non morire"… Comincia così uno dei poemi più famosi della Santa, che trovò ispirazione a Salamanca. La presenza di Santa Teresa nella città è rintracciabile dalla Plaza Mayor all'Università. La prima conserva un medaglione a lei dedicato, della seconda è Dottore Honoris Causa. E poi la cattedrale nuova con una cappella dedicata alla santa, come pure il convento di San Esteban, dove ella si recava per chiedere consiglio ai padri domenicani. Santa Teresa di Gesù redasse una specie di diario cronologico dei propri viaggi, il "Libro delle Fondazioni". Lo scrisse su richiesta della comunità gesuita della Pontificia Università di Salamanca.  

6° giorno – Alba de Tormes e Avila

Come arrivare: in auto ci vuole una mezz'ora per andare da Salamanca ad Alba de Tormes. Mentre il percorso fino ad Avila richiederà un'ora circa. Santa Teresa di Gesù morì ad Alba de Tormes nel 1582. È possibile visitarne il sepolcro e vedere due delle reliquie più importanti: il cuore e il braccio sinistro. Si trovano nel convento dell'Anunciación, fondato nel 1571. Dista circa 80 chilometri da Avila, città natale della santa. Una breve passeggiata svelerà l'importanza di questo luogo nella sua vita. La figura di Santa Teresa è presente anche nella gastronomia con le popolari "yemas de Santa Teresa" (dolcetti a base di tuorlo d'uovo e zucchero).  

7° Giorno - Avila

L'itinerario nord delle Orme di Santa Teresa si conclude ad Avila, che dispone di ottimi collegamenti ferroviari e su strada che conducono a Madrid in poco meno di un'ora e mezza. Qui si trova la casa natale, oggi chiesa e convento che portano il suo nome. La cripta ospita il Museo Teresiano.

Luoghi teresiani

Fu battezzata nella Chiesa di San Juan Bautista, in un fonte che ancora si conserva. All'età di 16 anni fu internata nel convento di Nuestra Señora de Gracia. Successivamente trascorse 30 anni nel monastero dell'Encarnación, dove preparò la riforma della comunità carmelitana e le future fondazioni. Il primo monastero, quello di San José, lo fondò ad Avila: un chiaro esempio del suo ideale monastico di semplicità e austerità. Merita sicuramente una visita il Regio Monastero di Santo Tomás. La sua pala d'altare maggiore raffigura la visione che ebbe la santa, in cui la Madonna e San Giuseppe la rivestivano con un manto azzurro e una collana. Si conserva anche il suo confessionale. Nei dintorni si trova il monumento dei Cuatro Postes, dove la santa bambina si recò decisa a subire il martirio nella terra degli infedeli. Questo luogo è anche un belvedere che gode di vedute spettacolari.    

Consigli e curiosità



  • L'itinerario "Orme di Santa Teresa" dispone di un sito web ufficiale con ulteriori informazioni. 
  • Tieni presente che molti dei monasteri e dei conventi sono centri di clausura, pertanto l'apertura al pubblico potrebbe esserne ristretta.
  • Se percorrerai l'itinerario potrai anche ottenere le Credenziali di Pellegrino. Dovrai solo visitare un minimo di quattro città di almeno due Comunità Autonome (a scelta tra Andalusia, Murcia, Castiglia La Mancia, Madrid e Castiglia e León) e concludere il percorso ad Avila, dove potrai ricevere il tuo riconoscimento presso l'Ufficio del Pellegrino (Centro Visitatori). Puoi scaricare le credenziali cliccando su questo link.
  • Questo itinerario attraversa la Castiglia e León. Per ottenere le credenziali ti raccomandiamo di estendere il viaggio a Toledo. Si trova a meno di due ore di distanza da Avila e a circa 30 minuti in treno o un'ora in automobile da Madrid.
  • Esiste un'ampia offerta di imprese turistiche e agenzie di viaggi che organizzano visite nelle città dell'itinerario Orme di Santa Teresa.

Come arrivare e spostarsi


L'itinerario può essere effettuato in automobile con piccoli trasferimenti. Per maggiori informazioni prendi visione delle sezioni " Guidare in Spagna " e " Trasporti ". L'aeroporto di Madrid, punto di partenza dell'itinerario, dispone di collegamenti aerei con grandi città di tutto il mondo. Valladolid e Salamanca sono dotate di aeroporti che offrono collegamenti con altre città della Spagna in diversi periodi dell'anno. Se decidi di viaggiare in treno agli stranieri è offerta una soluzione interessante. Si tratta del Renfe Spain Pass, un abbonamento da 4 a 12 viaggi in treni di alta velocità e media distanza. Comprende corse gratuite per servizi di breve distanza.  


Ti sono state utili queste informazioni?



COSA FARE IN SPAGNA? PRENOTA QUI LA TUA ATTIVITÀ


X
Spain SivigliaBarcellonaMadridCordovaMalagaValenciaLa CoruñaCadiceGranadaHuescaCáceresCantabriaGuipúzcoa - GipuzkoaAlicantePontevedraMurciaLleidaLa RiojaAsturieCastellón - CastellóVizcaya -BizkaiaToledoGironaLugoÁlava - ArabaJaénBurgosAlmeríaTarragonaHuelvaLeónTeruelÁvilaSalamancaSegoviaCiudad RealSaragozzaValladolidCuencaBadajozNavarraZamoraPalenciaOrenseSoriaAlbaceteGuadalajaraCanarieBaleari
X
Baleares MaiorcaIbizaMinorcaFormentera
X
Canarias LanzaroteLa PalmaGran CanariaTenerifeFuerteventuraLa GomeraIsola di El Hierro