Chi crede che l'estate sia il periodo migliore per godersi il Mediterraneo si sbaglia.  L'autunno è il momento perfetto per godersi il fascino di Formentera (e con molta più intimità). Partiamo per un giro in barca dell'isola della durata di oltre una settimana e l'esperienza è insuperabile.

 

Di Alicia Arranz perSPN Magazine



La (bella) vita in barca

«State per vivere un'esperienza che vi lascerà un segno profondo e, per di più, vi avverto che la vela è come una droga e può causare dipendenza». Queste sono state le prime parole di Chimo, lo skipper della nostra barca, quando ha riunito tutti i passeggeri per un aperitivo di benvenuto sul ponte della nostra Lagoon 450 nuova di zecca. I volti delle persone trasmettevano un misto di incertezza ma anche di entusiasmo alla prospettiva di trascorrere i successivi sette giorni e sei notti insieme a bordo di un catamarano. I più esperti se ne stavano seduti sorridenti, mentre gli altri, o almeno io, ascoltavano attentamente tutte le raccomandazioni date da quest'uomo dall'aspetto brioso e dalla pelle abituata a vento e mare. In quel preciso momento, nessuno di noi sapeva quanta ragione avesse Chimo, ma di certo era bastata poco più di un'ora, il tempo necessario per assegnare le cabine e sistemare tutte le nostre cose portate per trascorrere un'intera settimana negli scomparti appropriati, per farci sentire come se la barca fosse casa nostra. Una casa galleggiante e compatta, ma comunque una casa. E molto confortevole e accogliente, per giunta. E così, eccitati e avvolti in un'atmosfera di pura gioia, abbiamo brindato con cava mentre la barca salpava. Quando avevamo quasi perso di vista le altre barche dal porto turistico di Sant Antoni de Portmany, diventate così piccole, qualcuno ha aperto un'altra bottiglia e il cielo ha cominciato a tingersi di rosso. Essere consapevoli di trovarsi in mezzo al mare, sotto un sole che offre una temperatura ideale, circondati da tutto il blu del mondo, ascoltando soltanto il sussurro del vento mescolato al dolce rombo del motore dell'imbarcazione e con gli spruzzi di acqua della sua scia è una sensazione veramente favolosa che tutti dovrebbero avere la possibilità di provare almeno una volta nella vita. Viviamo in un mondo in cui siamo tutti prigionieri dello stress. Abituati alla frustrazione di avere sempre mille cose da fare, ogni giornata ci lancia decine di messaggi ovunque ci voltiamo, messaggi che ci invitano a capire e a godere dei piccoli piaceri della vita, a prestare attenzione al qui ed ora, per entrare pienamente in contatto con il presente e con tutte le cose buone che la vita ci regala. Beh, quella che suona quasi sempre come un'utopia diventa una realtà effettiva quando ti svegli all'alba in cabina e l'unico pensiero è quello di decidere se hai voglia di fare un tuffo di prima mattina nella acque turchesi o di prendere un caffè dalla caffettiera fumante nella cucina della barca. Per chi non lo ha mai provato, pensare di scegliere una barca invece di un hotel o un appartamento per le vacanze è un'opzione che vale la pena di considerare in quanto offre molti vantaggi e, a volte, può essere un'alternativa altrettanto economica o addirittura più conveniente di un alloggio convenzionale, ma questo dipende dai vari tipi di alloggi, dalla barca che desiderate noleggiare e dalla data di partenza. Vivere a piedi nudi e in contatto permanente con la natura, esplorare bellissime spiagge e calette da cartolina, farsi una «siesta» accarezzati dalla brezza del mare, rinfrescarsi di tanto in tanto nelle acque cristalline, godersi i migliori tramonti mai visti e andare a letto dopo aver ammirato le stelle con il mare che accarezza i capelli come se ci si trovasse in una culla fino a cadere in un sonno profondo sono solo alcuni dei vantaggi che potrete avere esclusivamente a bordo di una barca. Certo è difficile immaginare qualsiasi altro tipo di vacanza che prometta tanto relax e che riesca a portarci così lontano dalla nostra solita routine.

A terra

Formentera sotto la pelle

Si potrebbe dire che una barca di per sé è già una destinazione, nel senso che la cosa più importante di una vacanza non è dove si va ma cosa succede lungo il percorso. Ma, se parliamo di Formentera, tutto cambia. Perché la prima volta che vedete alcune delle sue più belle spiagge, ad esempio Es Palmador, che è di una purezza incredibile, è sufficiente per farvi capire che il paradiso esiste e che è molto più vicino di quanto pensiamo. Questa è davvero una spiaggia vergine, cui si può accedere solo in barca, con la sabbia così bianca e l'acqua così limpida da sembrare irreale, anche se non è l'unica di questo genere. Quella di Ses Illetes, incorniciata da un parco naturale, è una striscia di terra che si estende in quella parte del Mediterraneo confusa con i Caraibi, talmente bella da essere considerata una delle migliori spiagge del mondo e in quinta posizione nella classifica dei premi Travellers' Choice 2015 di Tripadvisor. In questa spiaggia e al faro di La Mola, vecchio di secoli, sono state girate diverse scene di «Lucía y el sexo», il film del regista spagnolo Julio Médem, grazie al quale l'attrice Paz Vega è diventata famosa e in cui il paesaggio selvaggio era protagonista quanto, se non più, degli attori stessi. Molto vicino al faro si trova un altro dei simboli popolari dell'isola, il Molí, un mulino a vento del XVIII secolo, la cui sagoma compariva sulla copertina del disco «More» dei Pink Floyd, la colonna sonora del film omonimo diretto e girato qui da Barbet Shroeder nel 1969. Da 50 anni ha cessato la sua attività, ma si conserva ancora in ottime condizioni. L'altra cosa grandiosa di Formentera è che chiunque può trovare ciò che cerca qui. Se la vostra priorità è quella di perdervi in spazi naturali praticamente incontaminati, c'è Punta Prima, con la sua affascinante costa rocciosa. Se avete voglia di scendere dalla barca per sedervi e mangiare pesce fresco alla griglia, un buon posto è Es Caló, un paesino con un meraviglioso molo e vari ristoranti. La vita a bordo è piena di emozioni e ci sono molte attività adatte a vivacizzare le ore sotto il sole, come fare snorkeling, immersioni, sci d'acqua ecc., ma sarebbe un peccato perdersi un'escursione nell'entroterra. Se viaggiate a piedi, in bicicletta o in moto, ci sono molti interessanti percorsi segnalati che si snodano all'interno dell'isola, come il Camí de Sa Pujada, un percorso lungo circa 1500 m che passa per un'antica via romana e offre le migliori vedute di tutta l'isola, e anche quello di Es Vedra, quelle isolette di Ibiza intrise di leggende sfuggenti. Per la vita notturna, scegliete Es Putxols, la zona più turistica dell'isola. Il panorama notturno non è come quello della sorella maggiore, Ibiza, ma ci sono molti posti dove andare per un drink e per ballare fino all'alba. O, meglio ancora, per bere un drink e tornare a dormire in barca, perché guardare l'alba in mezzo al mare è molto meglio che dalla riva.

Dove mangiare (e cenare o bere un drink)

Tiburón: Per la serie: il classico va sempre di moda. Da oltre 20 anni, questo «chiringuito» (bar sulla spiaggia) si trova sulla spiaggia di Ses Illetes. La maggior parte dei suoi clienti lascia le barche dalla parte opposta e, per raggiungerlo, prende una piccola barca a motore che viene utilizzata anche per le consegne degli ordini! Con un ambiente rilassato e un'atmosfera caraibica, è perfetto per sbarcare e godersi buona musica e cucina fusion di qualità con un tocco mediterraneo: dal gazpacho al sashimi di tonno, dalla pasta con i frutti di mare alle insalate, sempre in porzioni superabbondanti. www.tiburon-formentera.com Casa Sa Punta: Vicino al porto di La Sabina, è un posto privilegiato per ammirare il tramonto sorseggiando un bicchiere di champagne o un mojito. Decine di persone, infatti, si incontrano ai tavoli rivolti verso il mare e verso coloro che li circondano per guardare il sole tramontare. www.casasapunta.com Beso Beach: Il bar più alla moda dell'isola, El Beso è senza dubbio il luogo più adatto per guardare e farsi guardare. Celebrità e gossip sull'isola si incontrano qui, poiché si ritiene che la sua atmosfera sia la migliore, con i suoi tavoli di legno, «raciones» di prosciutto spagnolo, mojito imbattibili e carne alla griglia. www.besobeach.com La Mola Artisan Market: Non perdete l'occasione di passeggiare tra le bancarelle di questo piccolo mercato per immergervi completamente nella cultura e nell'identità di Formentera, che qui è ancora ferma agli anni '60: il luogo e il rifugio perfetto per le comuni hippy che hanno trovato qui il loro paradiso personale. Ci sono bancarelle che vendono tutti i tipi di tessuti artigianali, ceramiche, pelletteria, gioielli e bigiotteria, nonché dipinti e sculture uniche e, quasi sempre, creazioni di artisti locali. Senza dubbio il posto migliore per acquistare quei pochi elementi essenziali per passare qualche giorno sull'isola: espadrillas, cappello di paglia e vestiti boho svolazzanti. Mercoledì e domenica, 16:00-22:00, Pilar de la Mola.

Informazioni utili

Come arrivare a Formentera: Si può raggiungere Formentera, la più piccola delle isole Pitiuse (come i Greci le battezzarono) solo via mare, quindi il modo migliore è quello di atterrare all'aeroporto internazionale di Ibiza, quindi prendere il traghetto, che collega le isole in poco più di mezz'ora, e scendere al porto di La Sabina. Meglio ancora, si può raggiungere l'isola con una barca a noleggio, che parte da uno dei porti turistici di Ibiza come quello della città di Ibiza, Sant Antoni de Portmany o Santa Eulalia. Come muoversi sull'isola: Quasi 20 km di lunghezza e 2 km di larghezza: Formentera è perfetta per andare in giro in bicicletta o in moto. Molte compagnie le noleggiano per circa 25 euro al giorno o anche meno, come Moto Rent Migjorn e Formentera Moto Rent. Si possono anche noleggiare auto, ma si consiglia di utilizzare veicoli più funzionali in quanto offrono molta più libertà e sono più adeguati allo stile di vita di un'isola che, in inverno, è abitata solo da 10.000 persone e su cui, oggi, è presente solo una serie di semafori. Aboattime è una start-up spagnola che ha dato una svolta a 360° all'attività di noleggio barche. Con una comoda piattaforma per noleggiare barche, ci si può imbarcare da qualsiasi punto della costa spagnola, con o senza skipper, cosa che rende più facile che mai la scelta di fare una vacanza diversa, comodamente allo stesso prezzo e alle stesse condizioni di un hotel.



Ulteriori informazioni



Ti sono state utili queste informazioni?





X
Spain BarcellonaSivigliaMadridMalagaCordovaLa CoruñaValenciaCadiceGranadaCantabriaCáceresMurciaPontevedraLleidaAlicanteLa RiojaCastellón - CastellóGuipúzcoa - GipuzkoaAsturieLugoVizcaya -BizkaiaGironaHuescaToledoBurgosJaénTarragonaÁlava - ArabaAlmeríaÁvilaLeónHuelvaSegoviaSaragozzaTeruelSalamancaCiudad RealValladolidBadajozNavarraCuencaZamoraPalenciaOrenseAlbaceteGuadalajaraSoriaCanarieBaleari
X
Baleares MaiorcaIbizaMinorcaFormentera
X
Canarias LanzaroteLa PalmaGran CanariaTenerifeFuerteventuraLa GomeraIsola di El Hierro