Barche a vela sulle acque di Formentera (Isole Baleari)

Alle Isole Baleari in barca a vela

Se pensiamo alle Baleari il pensiero evoca subito un'immagine tipica, capace di conquistare chiunque: insenature dalle acque turchesi nel cuore del Mediterraneo, circondate da boschi dove vorremmo che il tempo si fermasse. Ed effettivamente Maiorca, Minorca,Ibiza e Formentera (le isole più grandi dell'arcipelago) sembrano fatte proprio per permettere di godere del tempo, del mare e della navigazione.

Ma queste isole non vivono solo di mare. Non a caso l'UNESCO ha iscritto nell'elenco del Patrimonio Mondiale sia Ibiza, per la sua biodiversità e la cultura (ad esempio, Dalt Vila, la parte alta della città di Eivissa, è uno straordinario esempio di architettura militare rinascimentale), come pure il paesaggio culturale della Sierra di Tramontana (si trova a Maiorca e racchiude monumenti e località famose come Sóller, Valdemossa e Pollença).Se a questo si aggiungono il bel clima, le acque tranquille, l'incredibile vita notturna, soprattutto sull'isola di Ibiza (i più festaioli potranno assistere agli spettacoli dei migliori Dj del mondo), la possibilità di ammirare tramonti indimenticabili dalla coperta di un'imbarcazione e di assaporare con tranquillità (queste sono isole da "slow food") prodotti tipici come la dolce "ensaimada", il formaggio di Mahón, il liquore alle erbe, la "sobrasada" e un "tumbet" di pesce o una zuppa di aragosta in riva al mare… chi non vorrebbe visitarle almeno una volta nella vita?Questo arcipelago è così apprezzato che sono molte le stelle del cinema, gli atleti e i membri di famiglie reali che l'hanno scelto e continuano a sceglierlo per trascorrere le vacanze o per stabilirvi la seconda residenza. È abbastanza frequente imbattersi in personaggi famosi che vi soggiornano d'estate o che navigano tra le isole a bordo del proprio yacht. L'elenco dei famosi che si sono arresi alle bellezza delle Baleari annovera nomi come Naomi Campbell, Paris Hilton, Will Smith, Leonardo Di Caprio, Valentino Rossi, Rafael Nadal…Se il tuo sogno è quello di conoscere queste isole a bordo di una barca a vela, potrai noleggiare un'imbarcazione sul posto con o senza capitano e con o senza equipaggio. Se lo preferisci puoi anche prenotare dei posti o delle cabine su una barca più grande (verifica sempre le diverse alternative di noleggio disponibili in ogni porto, perché potrai scegliere tra imbarcazioni da regata, barche a vela classiche, golette…). Tieni presente anche le caratteristiche dell'imbarcazione (lunghezza fuori tutto, pescaggio, quantità di posti letto, cabine, bagni…), le attrezzature (GPS, radio VHF, guida e carte…) e gli extra disponibili (rifornimento, pulizia finale, lenzuola…). Per farti un'idea sappi che le imbarcazioni che navigano lungo queste coste generalmente hanno a disposizione da 3 a 5 cabine, una cucina e naturalmente un ponte dove prendere il sole. Il costo di solito è inferiore a quello del noleggio di un'imbarcazione a motore, proprio perché consumano meno carburante.A seconda del tipo di viaggio che pensi di effettuare, dovrai scegliere tra una barca più piccola e pensata per pochi passeggeri (ideale ad esempio se viaggi in famiglia) o più lunga e predisposta per gruppi di più di 12 persone (se viaggi ad esempio con un gruppo di amici). Cliccando sul link seguente troverai ulteriori informazioni sulla documentazione necessaria per navigare in Spagna. Molti viaggiatori, pur possedendo la patente nautica, preferiscono noleggiare un'imbarcazione guidata da un capitano che sappia quali sono i luoghi più interessanti per calare l'ancora.Sicuramente può essere una buona idea richiedere informazioni presso i centri nautici presenti nelle Baleari (ce ne sono quattro: Santa Eulalia e Sant Antoni y Sant Josep a Ibiza, Llucmajor-Bahía de Palma a Maiorca e l'ultimo a Minorca), perché sono specializzati nelle attività legate al mare, tra cui windsurf, immersioni, paddle surf, avvistamento di cetacei…Per conoscere le Baleari in modo soddisfacente a bordo di una barca a vela, conviene dedicare almeno una settimana a ciascuna delle due isole più grandi (Maiorca e Minorca) e un'altra settimana a Ibiza e Formentera, anche se è possibile seguire itinerari più brevi che toccano diverse isole. Adorerai la sensazione di ormeggiare all'interno di insenature irraggiungibili in automobile, come pure l'esperienza di avvistare i delfini, di fare il bagno nel cuore della notte se fa caldo, di poter osservare il fenomeno del plancton fluorescente o di contemplare le stelle dalla tua imbarcazione. Ti raccomandiamo anche di attraccare per qualche giorno e di noleggiare un'auto o uno scooter per scoprire i diversi paesaggi litoranei e dell'entroterra, ma anche per godere dei punti di incontro più esclusivi delle isole, delle terrazze più cool, dei ristoranti-club alla moda e dei beach-club, che generalmente aprono al mattino servendo la colazione e nel pomeriggio si trasformano in locali ideali per assaporare un cocktail.Per quanto riguarda il periodo dell'anno più indicato per la navigazione, il clima è sicuramente molto gradevole da aprile a ottobre e le condizioni meteo sono molto stabili durante tutta l'estate (anche se è sempre possibile la presenza di venti). Nella parte settentrionale vi sono zone dove d'inverno può nevicare, pertanto non è consigliabile navigare in questa stagione.Le Baleari possiedono tre aeroporti (a Maiorca, Ibiza e Minorca) con collegamenti internazionali, sono punto di scalo di numerose navi da crociera e dispongono di servizi di traghetti che collegano le diverse isole dell'arcipelago. Hai già deciso quando venire?  

Maiorca

Data la sua estensione non è semplice vederla tutta in una sola settimana, quindi forse ti converrebbe sceglierne una parte o dedicarle due settimane intere. Il suo litorale ti aspetta con numerosissime spiagge e più di 150 zone di ormeggio. Troverai porti turistici e club nautici lungo tutta la costa, così come imprese di noleggio di imbarcazioni. Per maggiori informazioni su porti e centri nautici, vela, zone di ormeggio e charter nautici visita questa pagina. Se hai intenzione di navigare sulle acque di Maiorca ti interesserà sapere che le correnti sono scarse e il vento più importante dell'isola è la tramontana che soffia da NO. Nei mesi estivi consigliano di percorrerla in senso antiorario per sfruttarne al meglio i venti.  

  • 1 1° giorno. Palma di Maiorca
  • 2 2° giorno. Parte orientale dell'isola
  • 3 3° giorno. Parte meridionale dell'isola
  • 4 4° giorno. Parte occidentale dell'isola
  • 5 5° e 6° giorno. Parte settentrionale dell'isola

1° giorno. Palma di Maiorca

È il capoluogo dell'isola, nonché tappa obbligata del viaggio. Difatti è una meta così completa, che molti la scelgono come destinazione unica per trascorrere tutte le vacanze.Se attracchi a Palma e hai solo un giorno a disposizione per visitarla, devi sapere che ci sono alcuni luoghi fondamentali da visitare. Innanzitutto puoi fare una gradevole passeggiata per raggiungere l'impressionante cattedrale gotica (la cui ristrutturazione fu commissionata al famoso architetto Gaudí. Ti colpirà anche l'originale lavoro di Miquel Barceló nella cappella del Santissimo). Da qui (e dopo aver goduto della veduta panoramica sulla baia e il Parco del Mar), apprezzerai sicuramente la visita del Palazzo dell'Almudaina, il Palazzo Episcopale e il Comune, per concludere presso l'antica loggia dei mercanti.  

Un po' più distante si trova il castello di Bellver. Basterebbero solo le bellissime vedute offerte da questo monumento che protegge la città dal XIV secolo a giustificarne la visita. Gli amanti della cultura saranno contenti di sapere che potranno anche visitare il Museo d'Arte Contemporanea Es Baluard, Palazzo March e il suo museo, nonché la Fondazione Pilar i Joan Miró. Chi invece preferisce fare shopping dovrà dirigersi verso il Borne, via Unió, piazza Weyler e Jaume III. E se prima di risalire a bordo ti resta tempo e hai voglia di mare, raggiungi una delle spiagge della città, come la famosa Playa de Palma, dove oltre a fare una nuotata avrai a disposizione numerosi negozi, ristoranti e discoteche. Nella pagina seguente troverai anche una guida completa di tutti i servizi nautici offerti da Palma.

2° giorno. Parte orientale dell'isola

Partendo dal porto di Palma di Maiorca potrai dirigerti verso uno dei punti più turistici della parte orientale dell'isola, la zona di Porto Cristo (avrai a disposizione diverse alternative per ormeggiare, come ad esempio il Club Nautico Porto Cristo), dove troverai le famose grotte del Drach, che racchiudono al loro interno un lago sotterraneo (la visita include un concerto di musica classica e una passeggiata in barca sulle acque del lago). Molto vicino si trova la città di Manacor.  

Se prosegui lungo la costa verso nord, potrai visitare anche le grotte di Artà e raggiungere poi Capdepera, dove apprezzerai sicuramente il castello e la torre di Canyamel. Molto vicino si trova Cala Ratjada, il punto più orientale dell'isola. Dalla zona del faro potrai ammirare delle vedute impressionanti e nei giorni più limpidi potrai vedere persino l'isola di Minorca. Anche qui avrai diverse alternative per l'ormeggio, come il porto turistico di Cala Ratjada o il Club Nautico Cala Ratjada. Un po' più a nord si trova Cala Mesquida, il punto perfetto per fare un bagno circondati da un paesaggio di dune e pini. Altre insenature che meritano una visita? Cala Torta, Cala Varques… difficile scegliere!

3° giorno. Parte meridionale dell'isola

Il sud dell'isola è generalmente più tranquillo, sarà quindi più facile percorrerne il litorale per gustarsi alcuni degli arenili che sono riusciti a preservare meglio le proprie condizioni naturali. Ormeggiare qui è una vera meraviglia. È sempre un'ottima alternativa cominciare dal Parco Naturale di Mondragó e fare un primo bagno vicino a Cala Figuera. Ma subito dopo arriva il momento di una tappa imprescindibile: la spiaggia di Es Trenc, una delle migliori di Maiorca. Non urbanizzata e dalle acque cristalline, è una delle preferite dai turisti.

4° giorno. Parte occidentale dell'isola

Oltre alla città di Palma, nella parte nord-occidentale dell'isola troverai l'affascinante paesaggio della Sierra di Tramontana (perfetto per trekker e ciclisti), una cordigliera che si estende per più di 100 chilometri parallelamente alla costa e che va dal comune di Andratx a Capo Formentor. Qui per molto tempo vi hanno trovato rifugio scrittori e pittori. Infatti uno dei grandi motivi di fascino di Maiorca è proprio la possibilità di passare in un istante da paesaggi di montagna ad altri di grandi spiagge. Oltre all'esperienza della navigazione, puoi dedicare uno o più giorni a conoscere alcune delle località più belle dell'isola, molto vicine tra loro: Valldemossa (che ti attende con la bella Certosa dove alloggiarono il musicista Chopin e la scrittrice George Sand), Deyá (da non perdere le vedute offerte dai giardini di Son Marroig) e Sóller (sai che c'è un treno d'epoca con vagoni tradizionali di legno che collega Palma con Sóller attraversando valli e montagne?). Se il tempo a tua disposizione te lo permette, da Sóller raggiungi il Santuario di Lluc.

5° e 6° giorno. Parte settentrionale dell'isola

Ti proponiamo di cominciare da Pollença, dal suo centro storico medievale e dalla vivacità del suo porto. E poi potresti magari visitare una spiaggia come Cala Murta per fare una nuotata. Molto vicino troverai Alcúdia, che possiede anche un porto turistico con tutti i servizi. È un vero piacere passeggiare in questa antica città cinta da mura, delle quali si conservano ancora le porte di Xara e di Palma… per non parlare della natura incontaminata delle sue insenature. Molti raccomandano la cala di Coll Baix. Per ormeggiare vicino ad Alcúdia puoi scegliere Caló, che si trova anche in prossimità della Colonia di Sant Pere. Verso il tramonto vale la pena di raggiungere Formentor, dove troverai uno dei belvedere più belli di tutta la Spagna: il belvedere di Es Colomer. La giornata seguente puoi dedicarla alla parte nord-orientale dell'isola per conoscere la località litoranea di Can Picafort, l'Eremo di Betlem e prendere commiato dal Mediterraneo a Cala Mitjana.

Consigli e curiosità



  • Maiorca possiede sette ristoranti stellati, perfetti per assaporare alcune delle migliori pietanze dell'isola. Non perderti neanche i bellissimi cortili di Palma. Altre spiagge molto turistiche di Maiorca son quelle di Palmanova e Magaluf (entrambe a Calvià), l'arenile di Es Caragol (vicino al Capo di Ses Salines) e la spettacolare Caló des Moro. Maiorca ospita grandi eventi culturali come il Festival Internazionale della Musica di Deià e il Festival Internazionale della Musica Classica di Pollença, ma anche importanti gare di vela come il Trofeo Princesa Sofía e la Regata Coppa del Re Mapfre. Anche se è una meta turistica particolarmente attraente d'estate, in realtà Maiorca offre proposte interessanti durante tutto l'anno. Tra la fine di gennaio e i primi di febbraio non perderti la fioritura dei mandorli. Oltre a noleggiare un'imbarcazione puoi partecipare a un corso di immersioni o praticare qualsiasi sport nautico. Se hai qualche giorno in più a disposizione, ti raccomandiamo un'escursione imprescindibile. Dalla città di Palma salpano imbarcazioni turistiche (chiamate "golondrinas") che raggiungono il Parco Nazionale Marittimo Terrestre dell'Arcipelago di Cabrera, un luogo dalla natura selvaggia dove provare la sensazione di sentirsi lontani dal mondo. Per navigare, ormeggiare o fare immersioni lungo la costa de parco è necessario richiederne l'autorizzazione presso gli uffici corrispondenti a Palma (Plaça d'Espanya, 8. Tel. + 34 971725010) o scrivendo all'indirizzo di posta elettronica cabrera@mma.es. Da tener presente per la navigazione Per navigare tiene sempre presente i consigli pratici fondamentali: portare scarpe con la suola di gomma per camminare in coperta, un impermeabile leggero, protezione solare, cappello e occhiali da sole. Per trovare informazioni sui diversi porti delle Baleari e verificare online la disponibilità di posti per l'ormeggio nelle date di tuo interesse visita il seguente sito: http://www.portsib.es/es/paginas/inicio/. Altri siti di interesse: Asociación de Clubs Náuticos de Baleares http://www.acnauticosbaleares.com/ Sito dell'Autoritat Portuaria de Balears (informazioni su crociere, aiuto alla navigazione…) http://www.portsdebalears.com/ Asociación Patronal de Empresarios de Actividades Marítimas de Baleares http://www.apeam.com/ Asociación de Instalaciones Náuticas Deportivas de Baleares http://www.anade.info/

Come arrivare e spostarsi


Palma di Maiorca possiede uno degli aeroporti più importanti della Spagna, che dista solo otto chilometri dalla città e consente di raggiungere in appena due ore diverse destinazioni europee.I principali porti marittimi di Maiorca sono invece quelli di Palma e Alcúdia. Inoltre vi sono varie imprese che prestano servizi di trasporti via mare tra le isole. Per ulteriori informazioni clicca qui.  


Ti sono state utili queste informazioni?



COSA FARE IN SPAGNA? PRENOTA QUI LA TUA ATTIVITÀ


X
Spain BarcellonaSivigliaMadridMalagaCordovaLa CoruñaValenciaCadiceGranadaCantabriaCáceresMurciaAlicanteLleidaPontevedraLa RiojaCastellón - CastellóGuipúzcoa - GipuzkoaAsturieVizcaya -BizkaiaGironaLugoHuescaToledoBurgosÁlava - ArabaJaénTarragonaAlmeríaHuelvaÁvilaLeónSaragozzaSegoviaTeruelSalamancaCiudad RealValladolidBadajozCuencaNavarraZamoraPalenciaOrenseAlbaceteGuadalajaraSoriaCanarieBaleari
X
Baleares MaiorcaIbizaMinorcaFormentera
X
Canarias LanzaroteLa PalmaGran CanariaTenerifeFuerteventuraLa GomeraIsola di El Hierro