Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie





C’erano una volta, 150 milioni d’anni fa, delle enormi creature chiamate dinosauri che dominavano la Terra... Potrebbe essere una favola o un film di fantascienza, eppure è accaduto davvero. La Spagna è un referente mondiale in materia di paleontologia e ora, come fosse un gioco, anche voi potrete scoprire le abitudini di quegli animali fantastici. Preparatevi allora per questa grande avventura da vivere in famiglia.

Da sempre grandi e bambini si sono sentiti attratti dalla storia dei dinosauri e della loro misteriosa scomparsa. Un enigma che gli scienziati cercano ancora di spiegare studiando i reperti che vengono scoperti nel tempo. I siti della Spagna che conservano le impronte dei dinosauri sono tra i più importanti del mondo per la quantità, la qualità e la varietà delle tracce custodite. Vi troverete rappresentati animali di tutti i generi e le misure, impronte che sono servite a descrivere per la prima volta alcune specie e segni che raramente si possono vedere in altri luoghi. Lasciate che vostro figlio si trasformi in un intrepido paleontologo e accompagnatelo in questo appassionante viaggio attraverso la preistoria: gli itinerari dei dinosauri in Spagna.

Seguendo la pista

Ci sono molti siti in Spagna facilmente accessibili a piedi e in auto, e predisposti per la visita del pubblico: perfettamente segnalati, sono provvisti di pannelli esplicativi lungo il percorso, per aiutarvi a comprendere ciò che state vedendo, e riproduzioni di dinosauri a dimensioni reali. Generalmente sono all’aperto ed è possibile richiedere i servizi di guide specializzate.

Vi consigliamo di rivolgervi prima ai centri di informazione o alle aule paleontologiche che, normalmente, si trovano nelle località più vicine. Qui, in modo divertente e didattico, attraverso materiale audiovisivo, modelli su scala e fossili, vi introdurranno nel mondo dei dinosauri e della loro forma di vita, vi daranno informazioni sui resti che vedrete e sulla loro importanza, e vi forniranno anche indicazioni sulle visite guidate. Nei siti poi vi divertirete con i vostri figli a osservare e verificare tutto quello che vi hanno raccontato.

Sulle tracce dei dinosauri

La Rioja, Soria, le Asturie e Teruel sono luoghi dove è possibile seguire le tracce di questi formidabili animali. I bambini si divertiranno a giocare, a fare a gara a chi per primo scopre un’orma o a cercare di camminare come loro per capire come si muovevano.

Nella Spagna settentrionale, nella Rioja, a 72 chilometri da Logroño, si trova la località di Enciso: il Centro Paleontologico vi inviterà a scoprire nel dettaglio i 40 siti distribuiti nella zona. Tra di essi, quello di Valdecillo, uno dei più semplici da studiare, quello di Conargo, dove sembra recente il passaggio dei dinosauri per la qualità delle impronte conservate, e quello dell’Era del Peladillo, a Igea, che per quantità è il primo d’Europa e il terzo del mondo. A Igea potrete anche visitare il Centro di Interpretazione Paleontologica della Rioja.

Molto vicino, a Soria, potrete scoprire le abitudini di queste creature presso l’Aula Paleontologica di Villar del Río e i siti archeologici vicini. Più a nord, nelle Asturie, il litorale delle località di Villaviciosa, Colunga e Ribadesella rappresenta un altro famoso itinerario. Conserva tracce come quelle della spiaggia di La Griega, che sono tra le più grandi del pianeta. A Colunga non perdetevi il Museo Giurassico delle Asturie (MUJA), che vi colpirà per la singolarità della sua forma che riproduce quella di un’impronta. E se decidete di visitare Teruel, dopo il vicino sito di Galve, recatevi con i vostri figli al parco tematico di Dinópolis: non ve ne pentirete.

Approfittate di questa opportunità: venite in Spagna e regalate ai più piccoli questo affascinante viaggio nel tempo. Benvenuti al Giurassico.





Da non perdere