Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie



Oviedo


Il Parco di San Francisco, un giardino nel cuore di Oviedo




Localizzazione

Comunità Autonoma:
Asturie

Provincia / Isola:
Asturie

Asturias


Nel pieno centro di Oviedo si trova il parco di San Francisco. Un giardino con ampi viali, sentieri raccolti e bei monumenti, tra il profumo delle piante, il suono delle fontane e simpatici pavoni reali in libertà che accompagnano il visitatore nel suo percorso.

Nel XIX secolo questo antico orto del convento di San Francesco si trasformò in un grande giardino di 90.000 metri quadrati nel centro urbano di Oviedo. Addentrarsi in questo parco significa avvicinarsi a un altro mondo, un paradiso di foglie, fiori, rami e alberi, con una flora molto ricca.

Per sentire l’atmosfera di questo posto dovrete percorrere i sentieri che lo attraversano e, senza fretta, contemplare tutto quello che vi viene incontro lungo la strada. Solo così è possibile trovare angoli magici nascosti tra le fronde degli alberi, percorsi sinuosi e grandi viali, illuminati da lampioni quando scende la sera. Tra platani, roveri, olmi e castagni vi attendono numerosi monumenti, statue e archi, tra cui spicca la facciata romanica dell’antica chiesa di San Isidoro, il canapè neoclassico della Sedia del Re, del XVIII secolo, o l’opera dedicata al geniale scrittore di Oviedo Leopoldo Alas Clarín.

Avvicinarsi alla Rosaleda, con la sua esplosione di colori in primavera, ascoltare l’acqua che sgorga dalla fontana dell’Angelín, o fare un pausa nell’angolo del Lago di Covadonga significa isolarsi nel tempo. L’immaginazione vi trasporterà in epoche trascorse, agli anni delle carrozze tirate da cavalli, dei duelli all’alba e dei tempi in cui si indossavano mantello e cappello.

I pavoni reali si muovono liberamente all’interno del parco e accompagnano i visitatori lungo tutto il percorso. Ammirare le loro ali dispiegate, ricche di colori e tonalità diverse, rappresenta uno spettacolo visivo impressionante. Ma non sono gli unici animali che popolano questo spazio naturale urbano. Anatre e cigni riposano nel laghetto, mentre gli uccelli svolazzano tra i rami degli alberi e persino un gufo, schivo e misterioso, fa da improvvisato guardiano di notte.

Vi invitiamo a percorrere il viale dei Curas o quello del Bombé, con la fontana delle Rane e la Fuentona, respirare la pace che emana dal viale dell’Herradura, o godervi il viale degli Álamos, con l’affollata Fiera del Libro in primavera. Ma è in autunno che il parco di San Francisco raggiunge il massimo splendore e tutto si tinge di colori impossibili, con bellissime tonalità ocre e dorate che colmano lo spazio di nostalgia e profumo di umidità.

Dopo la visita nel bosco vi attende Oviedo, il capoluogo delle Asturie, una bella città con un centro storico pedonale dove spicca la cattedrale, con un’imponente torre gotica. Perdersi per le strade strette e affollate, ammirare le chiese preromaniche come quelle di Santa María del Naranco e di San Miguel de Lillo, dichiarate patrimonio dell’Umanità, e ammirarne gli edifici nobiliari come il Palazzo Comunale, il Palazzo di Camposagrado, il Palazzo del Conte di Toreno o la bella Università, sono esperienze da non perdere. E naturalmente, dovrete fare una sosta per assaporare le pietanze offerte dalla ricca gastronomia asturiana, con delizie come il formaggio di Cabrales, la fabada, il pote asturiano o lo squisito sidro.




Da non perdere