Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie






Localizzazione

Comunità Autonoma:
Andalusia

Provincia / Isola:
Siviglia

Sevilla


Percorrere il Parco di María Luisa in calesse provoca sensazioni diverse, un misto di contatto con la natura, quiete e distinzione che vi farà rivivere l’incanto del romanticismo mentre ammirate un giardino di sogno nel cuore della storica e monumentale città di Siviglia.

Per cominciare questa romantica passeggiata dovrete innanzitutto noleggiare uno dei numerosi e variopinti calessi allineati ai piedi della Giralda, la spettacolare torre araba annessa alla Cattedrale e situata di fronte al Real Alcázar. Per un prezzo accessibile potrete disporre per almeno un’ora di questo tipo di carrozze, che sono diventate una delle attrattive più richieste dai visitatori in tutte le città dell’Andalusia.

Una volta seduti comodamente sul veicolo, è possibile iniziare il percorso per le vie del centro della città, mentre il trotto ritmato del cavallo vi consentirà di ammirare alcuni dei principali monumenti che si trovano lungo la strada (sono tappe obbligate l’Arena della Maestranza e la Torre dell’Oro), ascoltando le amabili spiegazioni del cocchiere.

Nel parco si entra dalla Porta di Jerez, vicino all’aristocratico edificio dell’Hotel Alfonso XIII. Il particolare profumo degli aranci è la prima sensazione che vi avvolgerà trasportandovi in un’atmosfera diversa, dove il tempo sembrerà essersi fermato. Magnolie, palme, roseti e siepi curate creano un’atmosfera unica in questo giardino appartenuto alla Famiglia Reale e che oggi è diventato uno degli angoli più popolari e visitati della Spagna.

La maestosa Piazza di Spagna è il primo punto di sosta all’interno del Parco. La monumentalità del complesso, utilizzato come location per molte scene della versione cinematografica di Lawrence d’Arabia, contrasta con la serenità dell’ambiente e la semplice naturalità dei cavalli che approfittano della sosta per dissetarsi.

La Piazza d’America, dove tradizionalmente ci si sofferma per dare da mangiare alle centinaia di colombe bianche che la popolano, e la piazzetta dedicata al poeta sivigliano Gustavo Adolfo Bécquer, simbolo del romanticismo letterario spagnolo, sono tappe classiche del percorso che si snoda all’ombra degli alberi, accompagnato dal sussurro delle fontane.

Di ritorno in centro approfittatene per sedervi a un tavolino in un bar all’aperto e gustare un rinfresco mentre osservate la vivace vita delle strade della Siviglia moderna che pur conserva la gradevole sensazione del fascino del passato




Da non perdere