Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie




Il paradiso sotterraneo della Cantabria




Localizzazione

Comunità Autonoma:
Cantabria

Cantabria


Sotto le sue praterie e le splendide montagne la Cantabria racchiude un tesoro sotterraneo di inestimabile valore. Si tratta di un mondo misterioso di estrema bellezza, disseminato di forme fantasmagoriche, luci, morbide ombre e suoni profondi: un’immensa trama di caverne e grotte che affascina tutti coloro che vi si addentrano.

Spettacolari stalattiti e stalagmiti, e altri tipi di formazioni strane e meravigliose, fanno delle grotte della Cantabria un paradiso naturale unico, sorprendente per la sua straordinaria bellezza e l’eccellente stato di conservazione. Un vero regalo della natura che racchiude pozzi, fiumi sotterranei, gole verticali e labirintiche gallerie, scenari fantastici plasmati dall’acqua e dall’umidità nel corso di migliaia di anni. Per secoli molte di queste caverne sono rimaste occulte agli occhi dell’uomo. Oggi invece possono essere visitate.

Solo in Cantabria esistono più di 6000 grotte. La regione, per la ricchezza e la spettacolarità del suo mondo sotterraneo, è un luogo di riferimento imprescindibile per gli appassionati di speleologia. Ma queste bellezze nascoste non sono riservate unicamente a sportivi sperimentati. Chiunque può addentrarsi all’interno di questo patrimonio culturale e ammirare da vicino gran parte di questi monumenti sotterranei.

Se volete vivere un’avventura indimenticabile nel sottosuolo, visitate la grotta di El Soplao e percorrete più di un chilometro circondati da incredibili formazioni di pietra e cristalli naturali, meraviglie dai colori inauditi che pendono dal soffitto e sorgono da terra, componendo uno scenario spettacolare che provoca l’ammirazione di chi lo guarda. Questa cavità, aperta solo da maggio a settembre, si trova tra i piccoli comuni di Valdáliga, Herrerías e Rionansa, a circa venti chilometri da San Vicente de la Barquera.

Giochi di luci e ombre, sensazioni e odori si moltiplicano nella zona dell’Asón-Agüera, dalla parte opposta della regione. Solo in questo punto si concentrano più di 4000 grotte, alcune isolate, altre raggruppate tra loro. In undici di queste caverne è disponibile un servizio di visite guidate durante tutto l’anno. Ci sono grotte per tutti i livelli e gradi di difficoltà. Chiunque può visitarle, indipendentemente dalla forma fisica o dall’esperienza, da bambini di otto anni a persone di età più avanzata. Si possono percorrere brevi itinerari di tre ore o fare escursioni più impegnative anche di otto ore all’interno di uno scenario incredibile, scivolando nelle viscere della terra dove vi sentirete esploratori in un mondo soprannaturale.

Avventura, sport, mistero e bellezza, ma anche l’arte delle pitture rupestri e le impronte dei primi abitanti del pianeta. In Cantabria c’è una delle maggiori concentrazioni d’Europa di grotte con testimonianze di arte preistorica. Sono manifestazioni artistiche che hanno da 12.000 a 40.000 anni di storia, un tesoro di valore incalcolabile disseminato in tutti gli angoli della regione e che raggiunge la massima espressione nelle Grotte di Altamira, definite dagli esperti la “Cappella Sistina dell’arte quaternaria” e dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.





Da non perdere