Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie






Localizzazione

Comunità Autonoma:
Paesi Baschi

Provincia / Isola:
Vizcaya -Bizkaia

Bizkaia


Se volete approfittare di due giorni per conoscere una delle città più all’avanguardia d’Europa, visitare Bilbao, al nord della Spagna, è il programma perfetto. A Bilbao troverete edifici con strutture incredibili realizzati da architetti internazionali, come il Museo Guggenheim Bilbao. Un altro motivo? Gusterete alcuni dei piatti più deliziosi del paese.



1° giorno: La Bilbao più innovativa

Per conoscere la Bilbao più moderna, conviene cominciare dalla zona di Abando. Partendo dal viale Arenal (nel centro storico, dove si trova un Ufficio del Turismo), procedete fino ad arrivare all’elegante Municipio. È il momento di scattare la prima foto. Infatti, la prospettiva di questo edificio, della scultura che si trova davanti allo stesso e della ría della città è davvero impressionante. Dall’alto Lungo il viale Campo Volantín potete realizzare una gradevole passeggiata a fianco della ría. Circondati da palazzotti, arrivate al ponte di Zubizuri, costruito da Santiago Calatrava. Una curiosa costruzione a forma di veliero, con il pavimento di vetro. Prima di attraversarlo per raggiungere l’altra sponda della ría, vi invitiamo a salire sulla funicolare di Artxanda. Potete raggiungerla procedendo lungo la via Múgica y Butrón, sulla destra. Salire sulla funicolare è divertente e, in pochi minuti, raggiungerete un belvedere che si trova a più di 800 metri di altezza. Da qui potrete godere di un’impressionante vista della città e della foce della ría, e troverete diversi ristoranti dove potrete prendere un caffè o il tipico aperitivo spagnolo. Architettura innovativa… anche in cucina Con ancora in mente la bella panoramica di Bilbao, potrete scendere con la funicolare e attraversare quindi il ponte di Calatrava. Procedendo lungo il viale Uribitarte, si arriva al gioiello della corona: lo splendido Museo Guggenheim Bilbao, del prestigioso architetto Frank Ghery, simbolo della città, quasi una barca futurista attraccata alla ría. Vi sembrerà di entrare in un mondo magico quando vi imbatterete nella scultura di un ragno enorme che accoglie i visitatori, o quando potrete ammirare i riflessi colorati sulle lastre di titanio che costituiscono la struttura del museo. Un vero spettacolo che prosegue nelle collezioni che si trovano al suo interno. Uscendo dal museo, vi consigliamo di fare un giro attorno all’edificio, per contemplare un’altra curiosità: Puppy, un enorme cane di fiori, alto circa 12 metri. Un altro esempio dell’estetica all’avanguardia di Bilbao. E per pranzare, quale luogo migliore per degustare i piaceri dell'alta cucina di Bilbao se non il ristorante del museo stesso. Dopo pranzo, potrete riprendere la passeggiata lungo la ría, osservando edifici straordinari come il Museo di Belle Arti, o il Palazzo dei Congressi e della Musica, che rappresenta una nave, che potrete raggiungere attraversando il romantico parco urbano di Doña Casilda Iturrizar. Da tener presente
Il Palazzo Euskalduna può essere visitato solo il sabato alle 12.00.
Per i più sportivi, una pista ciclabile costeggia entrambe le rive della ría.-Esiste un autobus turistico, che parte dal Museo Guggenheim e realizza un percorso con 15 fermate e dal quale si può salire e scendere tutte le volte che si vuole.
La tessera turistica BilbaoCard può essere acquistata su Internet e presso gli Uffici del Turismo e permette un uso illimitato della rete di trasporti pubblici, così come sconti presso negozi, ristoranti, spettacoli e centri per il tempo libero.
Presso l’Ufficio del Turismo che si trova a fianco del Museo Guggenheim Bilbao potrete contrattare visite guidate della città.   La zona più commerciale Una delle opzioni più comode per tornare al Municipio è utilizzare il tram. Tuttavia, se desiderate fare un po’ di spese, vi consigliamo di addentrarvi a piedi nell’Ensanche di Bilbao, il centro urbano e commerciale della città. Dirigetevi quindi verso l'imponente e ampia Gran Vía Don Diego López de Haro. Qui potrete vedere i negozi di stilisti di fama internazionale e vi potrete fare un regalino. Passeggiando lungo questo viale potrete ammirare altri edifici emblematici come il palazzo Chavarri, il palazzo del Consiglio Provinciale o gli interessanti ingressi del metro, chiamati fosteritos perché disegnati da Norman Foster. Nella Gran Vía Don Diego López de Haro fino alla zona del Palazzo Euskalduna si trovano alcuni dei migliori ristoranti della città, che offrono piatti tipici della cucina tradizionale basca, ma anche piatti più innovativi, e avrete solo l’imbarazzo della scelta. Dopo cena potrete andare a bere qualcosa o a ballare, dalla musica jazz all’house, nella zona di Alameda de Urquijo, Alameda Mazarredo e lungo il molo di Uribitarte. Un caffè con una storia… e una cena di lusso Arrivando alla piazza Circular, vi accoglierà una statua di Don Diego López de Haro, fondatore di Bilbao. Girando a sinistra, arriverete ai giardini di Albia, il luogo ideale per rilassarsi un attimo. Il motivo? Perché qui si trova lo storico Café Iruña, un angolo delizioso ed emblematico di Bilbao, famoso per gli incontri politici e letterari, e con una decorazione che apprezzerete sicuramente.

2° giorno: Il sapore del centro storico

Il secondo giorno potrete visitare la zona più tradizionale: il centro storico. Potete cominciare la visita dal viale Arenal. Se è domenica, vi imbatterete in una bella sorpresa lungo le rive della ría: un delizioso e vivace mercato dei fiori all’aperto, dove potrete comprare un bel mazzo di fiori. Da qui, procedendo lungo la via Fueros, arrivate alla piazza Unamuno, piena di gente a qualsiasi ora e ideale per prendere un caffè. Alle vostre spalle ci sono i 213 scalini della Calzadas de Mallona. Potete salirne alcuni per poter scattare una fotografia interessante, ma se desiderate salirli tutti, vi dirigerete verso la Basilica di Nuestra Señora de Begoña. Tuttavia, ci vuole almeno mezz’ora a piedi, e vi allontanereste dalla zona del centro storico, pertanto, se desiderate visitare questa Basilica, vi consigliamo di farlo dopo pranzo. Il modo migliore per visitare la zona più antica della città è perdersi tra le sue stradine acciottolate, per scoprire il carattere più tradizionale di Bilbao e visitare, passeggiando tranquillamente, monumenti, piazzette, laboratori artigianali e qualsiasi tipo di negozio. Tuttavia, la zona delle 7 strade (le sette vie parallele che partono dalla via Somera) è quella più popolare. Percorrendo queste strade, e le strade circostanti, potrete visitare il mercato della Ribera e le sue vetrate variopinte (il mercato coperto più grande d'Europa), la chiesa di San Antón, la cattedrale di Santiago (la chiesa più antica di Bilbao) o l’edificio della Borsa. Proprio qui troverete, per terra, un segnale curioso, che vi indicherà la posizione corretta che dovete assumere per vedere la Basilica di Nuestra Señora de Begoña. Si tratta dell’unico punto del centro storico dal quale è possibile ammirarla. Per concludere l’itinerario, potrete percorrere la via Bidebarrieta, arrivare di nuovo alla deliziosa piazza Arenal e ammirare l’elegante Teatro Arriaga, il teatro più emblematico della città. Degustando pintxos È l'ora di mangiare e, anche se i diversi locali della zona vi avranno già tentato, dovete conoscere un luogo molto speciale: la piazza Nueva. Se è domenica, potrete visitare il mercatino che si organizza sotto il suo portico con 64 archi: vedrete persone che comprano libri antichi, monete, francobolli, fumetti e altro ancora. Perché non lasciarsi andare e acquistare un ricordo? E per pranzare, vedrete che questa piazza vi offre innumerevoli bar e taverne dove potete degustare i tradizionali pintxos (squisiti assaggi realizzati generalmente con prodotti tipici) accompagnati dal vino locale, il Txacolí. L'opzione migliore? Passare da un locale all’altro e provarli tutti, terminando poi con un caffè in uno dei bar all’aperto della piazza o in una pasticceria della zona. Da tener presente
Domenica il Mercato della Ribera è chiuso.
C’è un ascensore a pagamento nella via Esperanza del centro storico che porta vicino alla Basilica di Nuestra Señora de Begoña, senza dover salire gli scalini della Calzadas de Mallona.




Da non perdere