Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie




Due itinerari per conoscere la storia di Isabella la Cattolica



Prima regina della Spagna e promotrice della spedizione alla scoperta dell'America, Isabella la Cattolica è uno dei personaggi più importanti della storia universale. Vogliamo proporvi due itinerari, uno in Castiglia e León e l'altro in Estremadura, per rivivere i momenti più importanti della sua vita. Volete fare un viaggio nel XV secolo e lasciarvi sedurre da questo personaggio?



Se scegliete la Castiglia e León…

Prima tappa: naturalmente Madrigal de las Altas Torres (ad Avila), località che vide nascere Isabella II di Castiglia. All'interno di quello che oggi è sede del Regio Monastero di Nuestra Señora de Gracia potrete vedere il Salone de las Cortes, l'alcova dove venne alla luce Isabella la Cattolica. Un'altra curiosità: nella chiesa di San Nicola di Bari troverete il fonte battesimale della regina. Più tardi, ad Arévalo, avrebbe trascorso la sua gioventù. Seconda tappa: la città di Valladolid e il Palazzo dei Vivero. Fu qui che Isabella sposò Ferdinando il Cattolico, pur senza l'autorizzazione del Papa che sarebbe stata necessaria in quanto erano cugini. In spagnolo esiste una frase che dice "tanto monta, monta tanto Isabel como Fernando", ovvero motto che sanciva la sostanziale parità tra i due sovrani.

Terza tappa: vi raccomandiamo di visitare la bella città di Segovia per rivivere idealmente la proclamazione di Isabella regina di Castiglia nel 1474. Dall'impressionante Alcázar raggiunse la chiesa di San Miguel sostenendo lo stemma della Castiglia.

Quarta tappa: giungerete a questo punto all'ultima fase della vita della regina, al termine di una storia appassionante. Dopo aver ricevuto con Ferdinando il titolo di "Re Cattolici" e dopo aver favorito la conquista di Granada e la Scoperta dell'America, la regina Isabella si trasferì a Medina del Campo (Valladolid), per vivere e infine morire nel 1504 all'interno del palazzo situato presso la Plaza Mayor.

www.turismocastillayleon.com
 

Se invece sceglierete l'Estremadura, la provincia di vostro interesse sarà Cáceres…

Prima tappa: Alcántara è la località in cui Alfonso V (re del Portogallo) rinunciò alla corona di Castiglia a favore dei Re Cattolici, nonché luogo in cui, narra la leggenda, la regina Isabella apprese la morte del suo unico figlio maschio, l'infante Giovanni. Lasciamo a voi il compito di scoprire il significato segreto dei cavalieri di pietra custodi della porta della chiesa di Santa María de Almocóvar.

Seconda tappa: raggiungete Plasencia. Qui si celebrarono le nozze di Juana la "Beltraneja" con Alfonso V (re del Portogallo), che insediarono la propria corte presso il palazzo delle Argollas. Visiterete così un luogo in cui era palpabile la chiara opposizione all'incoronazione di Isabella la Cattolica: la guerra di successione al trono era servita.

Terza tappa: Trujillo visse intensamente la lotta tra Isabella la Cattolica e Juana la Beltraneja. Infine, firmata la pace nel 1479, la protezione della regina permise a Trujillo di vivere con splendore. Potrete ottenere informazioni presso il Centro di Interpretazione delle Tre Culture.

Quarta tappa: arriva il momento di conoscere Cáceres, città che Isabella visitò in due occasioni. Una per mozzare la parte superiore delle torri dei nobili che non l'avevano sostenuta e l'altra per il Giuramento dei Privilegi del suo sposo Ferdinando. Sapete dove alloggiarono? Presso il palazzo dei Golfines de Abajo. Non perdetevi la torre delle Cigüeñas, l'unica a non esser stata "decapitata".

Quinta tappa: Avete sentito parlare delle "Nozze Regie" che ogni anno si celebrano a Valencia de Alcántara? Questa festa emula il matrimonio di Isabella, primogenita dei Re Cattolici, con il re del Portogallo, Manuel il Fortunato, nel 1497.

Sesta tappa: una delle più speciali, Guadalupe. Era grande la devozione della famiglia reale nei confronti di questo luogo e del suo famoso monastero. Difatti qui furono sepolti il padre e il fratello di Isabella e il padre di Ferdinando. Vi consigliamo di partecipare a una visita guidata per conoscere il monastero.

www.turismoextremadura.com

Vi abbiamo proposte due alternative, ma ci sono tante altre città della Spagna legate alla figura di questa regina: ad esempio, ad Alcalá de Henares incontrò per la prima volta Cristoforo Colombo e nella Regia Cappella di Granada fu sepolta insieme a Ferdinando. Ripercorrete le tracce di una storia ricca di fascino.
 





Da tener presente

Sfruttate al massimo l'offerta di questi due itinerari.

In Castiglia e León: assaporate la "cucina Isabellina", divertitevi alle feste che rivivono la Firma del Trattato di Tordesillas, il mercato medievale di Arévalo e la settimana rinascimentale di Medina del Campo, partecipate alle visite guidate dell'Avila Isabellina e alle ricreazioni storiche organizzate nell'ambito dell'Itinerario di Isabella.

In Estremadura: se desiderate visitare il monastero di Guadalupe, potrete raggiungerlo percorrendo il sentiero "Il cammino della Regina" attraverso il geoparco Villuercas Ibores Jara. Se siete appassionati di trekking c'è un altro percorso importante che attraversa l'Estremadura, l'itinerario di Carlo V, nipote di Isabella la Cattolica morto presso il monastero di Yuste. E se parliamo di gastronomia, ordinate le deliziose "Tosta de Fernando" e "Tosta de Isabel".

Ulteriori informazioni su esperienze, alloggi e ristoranti

http://www.isabellacatolica.es/

http://www.rutadeisabellacatolica.es/