Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie






  • x

    Ecoturismo. CETS (Carta Europea del Turismo Sostenibile) conferita a determinati spazi naturali.


Se vi recate in Andalusia vi raccomandiamo di visitare il Parco Nazionale più grande della Spagna, che è anche uno degli spazi naturali più importanti d’Europa. Stiamo parlando di Doñana, dichiarato Riserva della Biosfera e Patrimonio dell’Umanità perché, tra l’altro, è un prezioso rifugio di specie ornitologiche. Non lasciatevi sfuggire l’opportunità di scoprirne la ricchezza e la varietà.

In Andalusia, nella Spagna meridionale, troverete un mosaico di paesaggi ed ecosistemi con una biodiversità unica in Europa: il Parco nazionale di Doñana. Situato a 67 chilometri da Siviglia e a 50 da Huelva, racchiude spiagge incontaminate, dune, macchia mediterranea, vegetazione e anche paludi, l’ambiente più caratteristico di questo spazio. Proprio per la presenza delle paludi Doñana è considerata la zona umida più importante d’Europa. La sua ricchezza ornitologica è da tempo conosciuta perché costituisce una tappa fondamentale nelle rotte migratorie di specie provenienti dall’Asia e dall’Africa.

Rifugio per gli uccelli

Se siete appassionati di ornitologia, Doñana non vi deluderà. In tutte le stagioni dell’anno potrete osservare più di 300 varietà diverse. Non dimenticate che si tratta di un luogo dove si riproducono numerose specie, oltre ad essere una delle principali zone di svernamento di uccelli del centro e del nord Europa. Questo parco è anche rifugio di animali unici in pericolo di estinzione, come l’aquila imperiale e la lince iberica. E sapete qual è la cosa più bella? Che ci sono modi davvero attraenti per scoprire i valori naturali di Doñana. Tocca a voi scegliere.

Come visitarlo

La varietà è parte di questo ambiente naturale. Il paesaggio cambia stagione dopo stagione e presenta caratteristiche diverse a seconda dei periodi dell’anno. Per visitarlo potrete scegliere tra varie alternative. Potrete ad esempio percorrere i sentieri pedonali di legno che sono dotati di pannelli informativi e osservatori lungo il percorso. Vi si accede gratuitamente e generalmente partono dai Centri di accoglienza dei visitatori. Ci sono cinque centri situati nella periferia del Parco nazionale: "La Rocina", "El Palacio del Acebrón" e "El Acebuche", ai quali si arriva da Matalascañas (Huelva), "José Antonio Valverde", con accesso da Villamanrique de la Condesa (Siviglia), e la "Fábrica de Hielo", a Sanlúcar de Barrameda (Cadice). Qui vi aiuteranno a organizzare la visita e potrete vedere diversi video e mostre su Doñana. Sono aperti tutti i giorni, l’ingresso è libero e non è necessario prenotare.

Un’altra possibilità è seguire itinerari in bicicletta o a cavallo: presso gli uffici del turismo di Almonte, El Rocío, Matalascañas e Sanlúcar de Barrameda otterrete tutte le informazioni in merito. È possibile optare anche per visite guidate su autobus 4x4. Il percorso dura quattro ore circa e bisogna prenotare per telefono al +34 959 430432 per l’itinerario 4x4 che parte dal centro di "El Acebuche" e al +34 956 363813, per quello fluviale che parte dalla "Fábrica de Hielo".

Le bellezze naturali del Parco nazionale di Doñana sono numerose, scoprite quanto è facile conoscerle.





Da non perdere