Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie




Una passeggiata per la Sierra Espuña




Localizzazione

Comunità Autonoma:
Murcia

Provincia / Isola:
Murcia

Murcia


Sicuramente conoscerete la Murcia per le spiagge della Costa Cálida e per le salutari proprietà del Mar Menor, ma al di là del paesaggio litoraneo, nell’entroterra di questa regione della Spagna troverete uno spazio naturale ricco di contrasti: il parco regionale della Sierra Espuña.

Nella Spagna sud-occidentale, bagnata dal mar Mediterraneo, scoprirete la Murcia, una buona meta sia per chi ama il mare sia per chi preferisce inoltrarsi tra boschi e montagne. Infatti nell’entroterra vi attende il territorio della Sierra Espuña. In questo spazio si trova il vero polmone verde della regione, un luogo dove godere della natura, la storia e le attività sportive all’aperto. Situata a meno di 40 chilometri dalla città di Murcia, la grande varietà del paesaggio è solo un primo motivo per cui vale la pena di conoscerla.

Mosaico naturale

Attraversare la Sierra Espuña significa ammirare un’ampia varietà di ambienti naturali diversi: alta montagna, boschi frondosi, steppe, fiumi e laghi, zone aride e irrigue. Tuttavia il rilievo vario e montuoso è quello che attira di più l’attenzione e consente di ammirare panorami originali e insoliti. È il caso, per esempio, delle Pareti di Leyva, impressionanti mura di pietra calcarea, le Gole di Gebas, un singolare paesaggio dall’aspetto lunare, il profondo canyon della Gola della Hoz e la Gola di Malvariche.

I Pozzi di Neve

C’è un paesaggio della Sierra Espuña che vi sembrerà particolarmente curioso: i Pozzi di Neve. Si tratta di 26 strutture a forma circolare scavate nel terreno che anticamente servivano da frigorifero. Risalgono al XVI secolo e si trovano tra i 1100 e i 1400 metri di altitudine. Fino a tali altezza salivano, ogni inverno, i lavoratori della zona per immagazzinare e comprimere al loro interno la neve precedentemente raccolta. Quando arrivava la primavera vi facevano ritorno per estrarre i blocchi di ghiaccio che rivendevano nelle città dei dintorni come Murcia e Cartagena.

Sport e attività

Per il loro profilo e la qualità della roccia, le Pareti di Leyva sono considerate una delle migliori scuole di scalata della Spagna. Lunghe più di 3 chilometri e con un dislivello massimo di 150 metri, attraggono scalatori da tutta Europa. Ma è anche possibile praticare altri sport come il canottaggio nel bacino delle Gole di Gebas e il parapendio nella Sierra della Muela, vicino ad Alhama de Murcia. Per chi preferisce conoscere la zona in modo più tranquillo, sono disponibili itinerari di sentierismo e in bicicletta ben segnalati. Il centro di Interpretazione Ricardo Codorníu, l’aula della natura Las Alquerías e l’ufficio di El Berro sono punti in cui potrete ottenere informazioni sulle caratteristiche del parco e sulle attività e gli itinerari che si possono realizzare.

Tra i castelli

Nella Sierra Espuña scoprirete anche un interessante patrimonio monumentale di castelli e fortezze d’epoca ispano-musulmana, come il castello dei Fajardo a Mula, quello delle Paleras a Pliego, il Maschio di Aledo e il castello di Alhama de Murcia. Presso gli uffici del turismo di ogni località potrete ottenere informazioni anche sulle altre attrattive culturali del territorio. I bagni romani di Alhama de Murcia, con più di 2000 anni di storia, la Chiesa di Santiago, del XVI secolo, a Totana, e a Mula, il sito archeologico di Los Villaricos e il museo d’arte iberica del Cigarralejo, sono alcune delle visite da non perdere.

Per ulteriori informazioni: Associazione turistica comunale della Sierra Espuña





Da non perdere