Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie




Castiglia-La Mancia: tutto un mondo per l'osservazione degli uccelli.




Localizzazione

Comunità Autonoma:
Castiglia - La Mancia



La Spagna è uno dei posti migliori in Europa per l’avvistamento degli uccelli. Trovandosi su un importante corridoio di rotte migratorie, permette sempre l’osservazione di una grande varietà di volatili. Ogni anno numerose specie scelgono il territorio della Castiglia–La Mancia per riposare o nidificare. Avete voglia di assistere a questo fantastico spettacolo della natura? Allora procuratevi un binocolo.

”Sono meravigliosi perché escono con la luce del giorno, volano, sono colorati e si trovano dappertutto… E se non li vedete, cantano per attirare la vostra attenzione”. Chi parla è un appassionato di ornitologia della Castiglia-La Mancia. La verità è che questo territorio dell’entroterra spagnolo è un prezioso rifugio per gli uccelli e possiede 38 aree ZEPA (zone di protezione speciale per gli uccelli). I suoi spazi naturali ospitano più di 200 specie proprie della zona e danno rifugio, durante tutto l’anno, a gran parte delle specie migratorie. Cabañeros, le Tablas de Daimiel, le Lagune di Ruidera, il Faggeto di Tejera Negra e il corso dell’Alto Tajo sono alcuni dei posti più significativi per l’avvistamento di uccelli. Scoprirete paesaggi molto diversi, ma osserverete anche il particolare protagonismo che detengono i rapaci e gli esemplari acquatici della Castiglia-La Mancia.

Alcune raccomandazioni

Binocolo, una guida, scarpe comode e indumenti adatti alla stagione e poco vistosi, sono elementi indispensabili per una giornata di birdwatching. Ricordate che gli animali che potrete ammirare cambiano a seconda della stagione e le migliori condizioni per l’osservazione corrispondono alle prime ore del mattino e le ultime del pomeriggio, soprattutto in primavera e in estate. In molti parchi naturali troverete osservatori e sentieri, e potrete anche seguire itinerari guidati. Non esitate a rivolgervi agli uffici turistici e ai centri di interpretazione per ottenere informazioni sull’offerta di attività disponibile.

Paesaggi di ogni tipo

Cercando di avvistare uccelli in Castiglia-La Mancia, avrete la fortuna di godere anche di paesaggi molto diversi. Il Parco Nazionale di Cabañeros è un eccellente esempio di bosco mediterraneo. Tra gli alberi abitano numerose specie, come la cicogna nera, l’aquila reale, l’avvoltoio monaco e il nibbio bianco. Le propaggini dei Monti di Toledo e della Sierra Morena sono luoghi altrettanto idonei per l’osservazione. Mentre nei boschi del parco naturale del Faggetto di Tejera Negra o delle cordigliere di Alcaraz e Segura potrete vedere fringuelli, sparvieri, verdoni e cinciarelle.

I sistemi di tipo fluviale e le zone umide sono rappresentativi di questa zona. L’importanza di spazi come il parco nazionale delle Tablas de Daimiel o le Lagune di Ruidera è riconosciuta a livello internazionale, perché sono fondamentali per la sopravvivenza dell’avifauna acquatica. L’elenco di specie che è possibile avvistare è lungo: svasso maggiore, cerceta colorata, germano reale, airone rosso, svasso piccolo, fischione eurasiatico, cormorani, fenicotteri, aironi… Le lagune di Puebla de Beleña, di Pedro Muñoz o di Villacañas sono altri luoghi dove abbondano i volatili.

Canyon, gole, rocciose zone agresti ospitano numerosi uccelli, soprattutto rapaci. In Castiglia-La Mancia capovaccai, aquile reali, falchi pellegrini, grifoni e gheppi sono abituali nell’ambiente dei parchi naturali dell’Alto Tajo, del Río Dulce, la Serranía de Cuenca e la Sierra di Alcaraz. Osservare gli uccelli è una delle esperienze più gratificanti offerte dalla natura. Lo scoprirete visitando la Castiglia-La Mancia.





Da non perdere