Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie




Localizzazione

Comunità Autonoma:
Comunità Valenciana

Provincia / Isola:
Valencia

Valencia-València
Tipo di itinerario:
Monumentale

Alla scoperta della Valencia di Sorolla

Joaquín Sorolla è uno dei grandi maestri della pittura spagnola del XIX secolo. Con le sue rappresentazioni di scene mediterranee, straripanti di luce e allegria, raggiunse fama internazionale. Questo itinerario nella sua città natale, Valencia, ripercorre i luoghi legati alla sua vita e alle opere. Dal quartiere in cui crebbe e i posti che lo ispirarono, ai musei che espongono la sua arte.

Leggi tutto

L'Itinerario Sorolla è una proposta culturale che permette di approfondire la conoscenza della storia e dell'arte del pittore valenciano Joaquín Sorolla. L'intero percorso comprende una trentina di luoghi di Valencia legati in qualche modo all'artista, ma qui vogliamo presentarvi un itinerario attraverso la città che tocca solo alcuni dei punti più significativi. Richiede un'intera giornata e si può percorrere a piedi, anche se per maggiore comodità alcuni spostamenti si possono fare in metropolitana o in tram.
Inizieremo la passeggiata dalla casa natale dell'artista, situata al numero 8 di Calle de las Mantas, dove si può leggere una targa commemorativa. Molto vicino si trovano la Chiesa di Santa Catalina, dove fu battezzato, e la Chiesa di San Martín, dove sposò Clotilde García. Quindi raggiungeremo la Borsa della Seta, la cui scalinata fa da sfondo nel quadro "El grito del palleter" (1884). Successivamente ci dirigeremo verso il Circolo di Belle Arti, ente di cui il pittore era socio e che si trova in un palazzo gotico di Calle Cadirers.
La tappa seguente sarà la Cattedrale, edificio raffigurato in alcune delle prime opere di Sorolla. Scendendo lungo Carrer de San Vicente Mártir, arriveremo al Palazzo del Comune, che possiede una collezione artistica con opere del pittore, come ad esempio "Mi familia" (1901). Proseguiamo adesso su via delle Barcas fino al tratto conosciuto come del Pintor Sorolla: qui sorgeva anticamente la Scuola dell'Artigianato di Valencia, frequentata dall'artista dal 1876 al 1878. Oggi il centro si trova in Avenida del Reino de Valencia e conserva un dipinto a olio di Sorolla e alcuni disegni dei suoi tempi da studente.
A questo punto l'itinerario attraversa il letto del fiume Turia sul Ponte dell'Esposizione, chiamato popolarmente "La Peineta". Disegnato dall'architetto Santiago Calatrava, ci avvicinerà a Calle Galicia, dove troveremo il Palazzo dell'Esposizione, che ospitò l'Esposizione Regionale Valenciana del 1909 nella quale diversi artisti, tra cui Sorolla, esibirono le loro opere.
Proseguiremo quindi lungo Paseo de la Alameda per giungere al Museo di Belle Arti di Valencia, la cui collezione annovera una cinquantina di quadri del pittore. Attraversato nuovamente il fiume Turia, arriveremo al Centro del Carmen, antico convento del XIII secolo che accoglieva la Scuola di Belle Arti frequentata da Sorolla dal 1878 al 1887. Oggi è un centro esposizioni, nonché sede dell'Istituzione Joaquín Sorolla di Studi e Ricerche. Nelle vicinanze si trova la Casa Museo Benlliure, dedicata alla famiglia di artisti Benlliure, intimamente legata al pittore valenciano.
L'itinerario prosegue fino alla spiaggia della Malvarrosa, scenario di numerosi quadri di Sorolla. Sul litorale potremo visitare anche l'abitazione di un altro amico del pittore, la Casa Museo Vicente Blasco Ibáñez. E potremo vedere due luoghi la cui attività ispirò varie opere di Sorolla: l'Ospedale Valencia sul mare (antica casa di accoglienza di San Juan de Dios) e la Casa dels bous. Proseguendo sul lungomare arriveremo presso il monumento Valencia a Sorolla, situato a Plaza de la Armada Española.
Il percorso urbano si conclude nel Cimitero Generale di Valencia, di fronte alla tomba di famiglia dove riposano le spoglie mortali dell'artista. Tuttavia, potremo godere ancora un po' della sua pittura presso il Museo Lladró, a sei chilometri dalla città, nella località di Tavernes Blanques.
  Itinerario Sorolla. Istituzione Joaquín Sorolla di Studi e Ricerche

Chiudi



Percorso


Da non perdere