Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie




Itinerario dei castelli della Rioja


Localizzazione

Comunità Autonoma:
La Rioja

Provincia / Isola:
La Rioja

Rioja, La
Tipo di itinerario:
Monumentale

Vino, nobiltà e pellegrini

La Rioja Alta è una terra di vini di buona qualità. I suoi paesi, circondati da vigneti e cantine, dedicano gran parte dei loro sforzi a quest'attività produttiva. Ma è anche un territorio ricco di storia. Da qui passa il Cammino di Santiago, antico itinerario di pellegrinaggio europeo. E i tanti castelli che potrete visitare confermano un trascorso eroico, di battaglie e guerre tra nobili signori.

Leggi tutto

Questo percorso, che può essere realizzato in una sola giornata, parte dalla località di Cellorigo. Sebbene non si conservi alcun resto del castello medievale, scenario di una battaglia tra musulmani e cristiani nell'anno 882, la sua posizione alle pendici della Peña Luenga, sui Monti Obarenes, offre una splendida veduta panoramica delle terre basse della Rioja.
Una serie di strade locali e regionali ci condurrà, successivamente, nelle diverse località comprese all'interno di questo itinerario. La prima tappa sarà Sajazarra (a 9 chilometri) anche se, prima di raggiungerla, potremo fare un paio di deviazioni per visitare la chiesa romanica di Castilseco e quella di Vilaseca (secc. XII-XIII).
Il castello-palazzo di Sajazarra fu costruito nel XV secolo dalla signoria dei Velasco. Si conserva in ottimo stato ed è formato da mura di cinta con torrioni sugli angoli e un mastio dalla linea snella. Riveste particolare interesse anche la chiesa dell'Asunción, che presenta una commistione di stili diversi.
Queste sono già terre di buoni vini e le strade che percorreremo sono costeggiate da vigneti e campi di cereali. Arriveremo così ad Anguciana (a circa 5 chilometri di distanza). Qui sorge una signorile torre-fortezza gotica (inizi del XV secolo), costruita con pietre di buona qualità e dotata dei tipici elementi difensivi di questo tipo di costruzioni: merlature, feritoie e saettiere.
A Cihuri, a soli 2 chilometri, merita una visita il ponte sul fiume Tirón, di origine romana e ristrutturato in epoca medievale. Altri 2 chilometri ci separano da Casalarreina, che possiede un bel caseggiato medievale, con dimore e palazzi nobiliari, e il rinascimentale monastero di Nuestra Señora de la Piedad, costruito agli inizi del XVI secolo.
Proseguendo lungo la valle del fiume Tirón giungeremo a Tirgo, che conserva la chiesa romanica del Salvador, e quindi a Cuzcurrita de Río Tirón. Qui troveremo il castello dei Velasco (sec. XV), che riproduce lo schema tipico dello spazio cinto da mura, con torrioni sugli angoli e mastio al centro. Nella cittadina vale la pena di soffermarsi sullo splendido edificio barocco della chiesa di San Miguel (sec. XVIII).
Lungo la strada per Ochánduri (3,5 chilometri), piccola località che conserva la bella chiesa romanica della Concepción (sec. XIII), si trova l'eremo romanico-gotico di Nuestra Señora de Sorejana. Ci dirigeremo quindi a Leiva (4 chilometri), dove potremo vedere un castello-palazzo gotico (sec. XVI), a pianta quadrata, con torrioni sugli angoli.
Successivamente raggiungeremo Santo Domingo de la Calzada (a 11 chilometri), cittadina situata lungo il Cammino di Santiago, che possedette le mura di cinta più estese di tutta la Rioja. Si conservano alcuni tratti delle mura e tre portali (secc. XII-XIV). Tuttavia, il suo monumento più importante è la Cattedrale, di origine romanica (sec. XII), ma con numerosi rimaneggiamenti in epoche successive.
Da qui potremo incamminarci verso il paese di Bañares (5 chilometri), per visitare le chiese della Santa Cruz (con una splendida facciata romanica del XII secolo) e di Santa María la Antigua (gotica, secc. XV-XVI), prima di concludere il nostro itinerario presso Baños de Rioja. Il centro storico di quest'ultima località conserva in ottimo stato una torre-fortezza d'epoca medievale, costruita nel XIII secolo e ristrutturata secoli più tardi.

Chiudi



Percorso


Da non perdere