Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie



L'itinerario che si snoda lungo il Canale di Castiglia è una destinazione turistica a contatto con la natura che negli ultimi tempi ha suscitato un interesse sempre maggiore. Il percorso è praticamente pianeggiante, perfetto per una gita in famiglia.
Il Canale di Castiglia si suddivide in tre tratti o ramificazioni collegate: il Ramal del Sur, il Ramal de Campos e il Ramal del Norte, per un totale di 207 chilometri di lunghezza. L'itinerario che corre lungo tutto il canale, sfrutta gli antichi sentieri tracciati per consentire alle bestie da soma di trascinare con funi le barcacce che navigavano sulle sue acque.
Il percorso può essere fatto a piedi (8 giorni circa, se si procede a un ritmo di 25-30 km al giorno), in bicicletta (4 giorni circa, raddoppiando la quantità di chilometri) e anche in canoa (dopo averne richiesto e ottenuto l'autorizzazione). Le stagioni migliori sono primavera ed estate, quando il clima è più gradevole e la natura intorno si offre nel suo massimo splendore.
L'itinerario presenta due principali attrattive turistiche. Innanzitutto, la flora e la fauna. Vicino al Canale si trovano spesso boschi ripariali, che d'estate offrono refrigerio alla calura insieme a laghetti e zone umide, dando vita a un ecosistema di grande valore ecologico. E anche la fauna è molto varia: uccelli come l'airone rosso e il falco di palude, mammiferi acquatici come la nutria e l'arvicola acquatica, rettili e pesci di ogni tipo.
In secondo luogo, le costruzioni, edifici e opere di ingegneria proprie del Canale, che costituiscono un complesso etnografico molto vario e di notevole interesse. Un'infinità di darsene, acquedotti, chiuse, bacini e vasche di irrigazione, colonne miliari, abitazioni degli operai, mulini e fabbriche di farina, dighe, ponti e magazzini.
Il Ramal del Sur scorre dalla darsena di Valladolid a El Serrón (Grijota), non molto lontano dalla città di Palencia. Misura 54 chilometri di lunghezza, con un dislivello di 54 metri compensato da 18 chiuse. Attraversa la campagna del fiume Pisuerga tra Valladolid e Dueñas e quella del fiume Carrión fino a El Serrón, con i vigneti di Cigales.
A 2 chilometri da El Serrón, a Calahorra de Ribas (Ribas de Campos), si trova il raccordo con le altre due ramificazioni. Il Ramal de Campos, che misura 78 chilometri, ha un dislivello di soli 22 metri compensato da 7 chiuse, e termina presso la cittadina di Medina de Rioseco, nella darsena più importante di tutto il Canale di Castiglia. Nelle vicinanze si trova l'antica Fabbrica di Farina di San Antonio, trasformata in museo.
Il Ramal del Norte, scorre da Calahorra de Ribas verso nord, fino alla località di Alar del Rey (dove 260 anni fa si inaugurarono i lavori di costruzione del canale). Ha una lunghezza di 74 chilometri e un dislivello di 87 metri compensato mediante 24 chiuse. Rivestono particolare interesse la darsena di Alar del Rey, la quadrupla chiusa di Frómista (dove il canale incrocia il Cammino di Santiago) e la Diga del Re a Herrera de Pisuerga, situata vicino al centro di Interpretazione del Canale.
Tre imbarcazioni turistiche, con base a Herrera de Pisuerga, Melgar de Fernamental e Medina de Rioseco, offrono viaggi e passeggiate organizzate lungo il Canale.