Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie




La Ribera e la Barcellona affacciata sul mare


Localizzazione

Comunità Autonoma:
Catalogna

Provincia / Isola:
Barcellona

Barcelona
Tipo di itinerario:
Urbana

La Ribera

Questo quartiere è, probabilmente, una delle zone più ricche di sapore e di fascino del centro storico. Nel medioevo fu il centro della Barcellona delle corporazioni, del commercio e della navigazione. Addentrarsi nella Ribera significa scoprire la Barcellona del design, del divertimento e della moda.

Leggi tutto

Basilica di Santa Maria del Mar
L'itinerario comincia presso via Argenteria, che collega via Laietana con la basilica di Santa Maria del Mar. Questa chiesa, conosciuta come la cattedrale della Ribera, è una delle manifestazioni più belle dell'architettura in stile gotico. Costruita interamente nel XIV secolo, è ammirevole per l'armonia delle proporzioni e la serenità che ispira. Fossar de les Moreres
Di fronte alla facciata laterale di Santa Maria del Mar, andando verso viale del Born, troveremo una piazzetta di grande valore storico: il Fossar de les Moreres. Anticamente era il cimitero della chiesa attigua e, narra la leggenda, qui furono sepolti i difensori di Barcellona nel settembre del 1714, quando la città cadde sconfitta dalle truppe di Filippo V.

Mercato del Born
Un grande isolato di ferro e vetro, sede del mercato centrale di frutta e verdura fino al 1971, oggi ospita il Mercato del Born. Costruito nel 1876, è uno dei migliori esempi dell'architettura del ferro della città.

Parco della Cittadella
È uno dei polmoni verdi della città. Fu costruito nel 1888, in occasione dell'Esposizione Universale, sul terreno dove sorgeva l'ormai demolita Cittadella di Filippo V. Oggi le vestigia dell'Expo sono visibili in edifici come il Castell dels Tres Dragons, ristorante progettato da Domènech i Montaner, nella cascata e il lago, nell'Umbráculo e l'Invernadero, spazi verdi di grande bellezza. Dall'altro lato del parco si trova, dal 1892, lo Zoo di Barcellona. Molto vicino al Parlamento della Catalogna è possibile vedere una copia della bella scultura di Josep Llimona, "La desolazione", la più notevole di quelle distribuite all'interno del parco, e la statua della Dama del Paraguas.

Dama del Paraguas
La dama del Paraguas è un simbolo del Parco della Cittadella e dello Zoo di Barcellona. Per molti è anche il ricordo d'infanzia di una delle più belle dame della città di Barcellona.

Zoo di Barcellona
Nello zoo di Barcellona vivono più di settemila animali di circa quattrocento specie diverse. La visita si trasforma in uno spettacolo vivente attraverso habitat di tutto il mondo, alla scoperta della loro fauna: primati, felini, uccelli tropicali, delfini… La struttura dello Zoo è ideale per trascorrere una giornata indimenticabile con tutta la famiglia.

Parlamento della Catalogna
L'antico arsenale dell'ormai demolita Cittadella militare divenne Parlamento della Catalogna nel 1932, per essere poi adibito a museo e quindi restituito alle sue funzioni parlamentari nel 1980. Progettato dall'ingegnere fiammingo Prosper de Verboom tra il 1716 e il 1748, all'esterno presenta un corpo centrale ed estremità più avanzate grazie a una serie di arcate che compongono un gradevole portico.

Museo del Cioccolato
Nella vicina via del Comerc si trova questo curioso museo, imprescindibile per golosi irreprimibili e interessati al mondo del cacao.

Museo Picasso

In via Montcada, la più signorile del quartiere, si trova, tra gli altri, il Museo Picasso, uno dei gioielli museali della città. Nel mondo esistono cinque grandi musei monografici dedicati al pittore, ma questo è stato il primo e l'unico creato per espressa volontà dell'artista. Custodisce la più importante collezione di opere giovanili di Picasso e opere di altri periodi, come la serie Las Meninas, ispirata al capolavoro d Velázquez.

Museo Tessile e Museo Barbier-Mueller
Sono allestiti all'interno del palazzo del Marchese di Llió, un bell'edificio del XVI secolo situato anch'esso su via Montcada.  

La Barcellona Marittima

Dopo le Olimpiadi del 1992, la fisionomia di questa zona della città è cambiata radicalmente. Le spiagge sono state recuperate e il litorale urbano si è trasformato in un'area per lo svago e il divertimento, oltre che in un'attraente zona residenziale.

Reials Drassanes
L'itinerario parte dalle Reials Drassanes o Cantieri Navali Reali, presso piazza Portal de la Pau dove, nel medioevo, si costruivano grandi imbarcazioni per il commercio marittimo. Questi cantieri navali medievali, imponente espressione dell'architettura civile in stile gotico, ospitano al loro interno il Museo Marittimo.

Golondrinas
Per vedere il mare da vicino, niente di meglio di una passeggiata a bordo delle popolari "Golondrinas", imbarcazioni che invitano a una rinfrescante escursione sulle acque del porto. È una delle attrazioni turistiche più antiche e offre due tipi diversi di percorsi a seconda dei gusti del viaggiatore.

Maremagnum
Il Port Vell (Porto Vecchio) ospita questo grande centro di svago dove, oltre a numerosi negozi e ristoranti, si trovano il cinema Imax e l'Aquarium.

Aquarium
L'Aquarium di Barcellona offre ai visitatori un impressionante itinerario attraverso i fondali marini. Accoglie più di undicimila organismi viventi di circa 450 specie diverse. È stupefacente l'immenso "oceanario", con un tunnel trasparente lungo più di ottanta metri. Un autentico viaggio in fondo al mare.

Port Vell
Alla fine di viale Joan de Borbó si trova il porto turistico di Barcellona, con 410 ormeggi per imbarcazioni da diporto da 10 a 30 metri. Vale la pena di godersi il Mediterraneo passeggiando fino alle spiagge della Barceloneta, per poi fermarsi un uno dei numerosi ristoranti ad assaporare la gastronomia locale guardando il mare.

Palazzo del Mare
Questo grandioso edificio di mattoni, totalmente restaurato e pieno di bar all'aperto, è un'eccellente alternativa per gustare un buon pasto. Inoltre, qui potrete visitare il moderno e interattivo Museo di Storia della Catalogna con interessanti esposizioni.

Barceloneta
Nel 1754 fu avviata la costruzione delle prime case e il quartiere si popolò di pescatori e persone legate all'attività portuaria della zona. Da allora, questo quartiere marinaro di strade dritte e strette non ha perso il suo fascino e il suo sapore, con quell'aria di paese alieno alla vita cittadina che l'ha sempre caratterizzato.

Porto Olimpico
Percorrendo il lungomare si giunge al Porto Olimpico, la marina sportiva che si estende ai piedi di due grattaceli – il primo è un hotel di lusso e il secondo una torre con uffici –. La possibilità di praticare sport nautici – qui si trova la Scuola Municipale di Vela – e la presenza di ristoranti e bar fanno di questa zona uno dei punti più vivaci della città.

Villa Olimpica
Il porto è anche il centro della Villa Olimpica, il quartiere residenziale costruito per ospitare gli atleti durante le Olimpiadi del 1992. L'alto camino verticale che si innalza dritto tra gli edifici, è stato conservato a testimonianza del passato industriale della zona.

Viale Icaria
Un'altra testimonianza del passato, in contrasto con le parti più nuove, sono le travi che ricoprono il grande pergolato centrale di viale Icaria: ricordano i vecchi binari ferroviari smontati per fare spazio alla costruzione del quartiere.
 

Chiudi



Percorso


Da non perdere