Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie




Riserva della Biosfera Pascoli della Sierra Morena




Localizzazione

Riserva della Biosfera Pascoli della Sierra Morena

  • x

    Riserva della Biosfera, riconoscimento dell'UNESCO conferito agli spazi naturali.




Descrizione

Un modello di sviluppo rurale sostenibile

A cavallo tra le zone montuose della regione settentrionale di Huelva, Siviglia e Cordova si trova lo spazio noto con il nome di Pascoli della Sierra Morena, dichiarato nel 2002 Riserva della Biosfera da parte dell’UNESCO. Questo riconoscimento è stato favorito dal particolare tipo di sfruttamento agricolo e zootecnico della zona e dal suo straordinario patrimonio naturale.

Con una superficie totale di 424.000 ettari, i Pascoli della Sierra Morena rappresentano la maggiore riserva della biosfera esistente sul territorio spagnolo. La zona, comprendente anche altri 8.000 ettari di aree non protette, include tre parchi naturali situati nel nord dell’Andalusia: Sierra di Hornachuelos, nella provincia di Cordova; Sierra Norte, in quella di Siviglia e Sierra di Aracena e Picchi di Aroche, nella provincia di Huelva. La Sierra di Hornachuelos apporta alla riserva un ecosistema mediterraneo di mezza montagna, con diverse specie di flora e fauna che diventano ancora più numerose nella pianura del Guadalquivir. I boschi di castagni si estendono nel paesaggio della Sierra di Aracena e Picchi di Aroche, nella parte settentrionale della provincia di Huelva, mentre nel settore appartenente alla provincia di Siviglia, nel cuore della Sierra Norte, predominano le leccete e il quejigo (Quercus lusitanica) popola le zone più umide. Ma non c’è dubbio che l’elemento più rappresentativo e diffuso di questa riserva siano i pascoli. Questo scenario naturale mediterraneo, composto da vasti prati popolati da lecci e querce da sughero, è stato per secoli la base dell’economia della zona, per via dello sfruttamento agricolo e zootecnico del territorio. È stata proprio la particolarità dei pascoli all’interno del contesto agrario mondiale a spingere l’UNESCO a dichiarare questo spazio Riserva della Biosfera: esso rappresenta infatti un modello di sviluppo sostenibile che consente l’evoluzione umana senza andare a scapito della conservazione della sua ricca biodiversità.

Comuni

Cordova (Andalusia)

Hornachuelos

Huelva (Andalusia)

Aracena

Siviglia (Andalusia)

Constantina


Tipo di spazio
Riserva Biosfera

Superficie
424000 ettari

Mappa

Come accedere e ambiente circostante

Informazioni culturali

Gli abitanti della zona hanno saputo sfruttare le principali risorse naturali della riserva mediante varie attività, come l’estrazione del sughero, la caccia o l’allevamento di tori da corrida e di maiali iberici. La zona comprende in totale 43 comuni appartenenti alle tre province andaluse, tra cui spiccano pittoreschi paesi di montagna come Hornachuelos, Aracena, Jabugo o Cazalla de la Sierra.

Informazioni ambientali

I Pascoli della Sierra Morena ospitano una gran varietà di specie vegetali, tra cui spiccano i lecci, le querce da sughero e diversi arbusti tipici della zona mediterranea. In questo spazio convivono numerose specie rappresentative della fauna mediterranea, come la lince iberica, il lupo, la cicogna nera, la nutria, la genetta o il ghiro. Va menzionata inoltre l’abbondante presenza di uccelli rapaci: l’avvoltoio monaco, l’aquila imperiale e il biancone, lo sparviere, il falco pellegrino ecc.

Informazioni visite

È possibile accedere alla riserva attraverso uno dei tre parchi naturali che la compongono: Sierra di Aracena e Picchi di Aroche, Sierra Norte di Siviglia e Sierra di Hornachuelos. Ad Aracena (Huelva), Constantina (Sevilla) e Hornachuelos (Centro visite “Huerta del Rey”) sono presenti gli uffici informazioni.