Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie




Parco Naturale del Lago di Sanabria e dintorni





Descrizione

Il grande lago

Il parco è situato nell’area nordorientale della provincia di Zamora, all’interno del territorio naturale della Sanabria. Si tratta di una zona montagnosa con profonde valli, nelle quali si trovano innumerevoli lagune di origine glaciale. La più importante di queste è il lago di Sanabria.

L’origine del lago attuale si deve a un impressionante ghiacciaio, con lingue di ghiaccio lunghe più di 20 chilometri. Oggi, con i suoi 318 ettari di superficie e con una profondità che arriva a 51 metri, è il lago più grande della penisola iberica. Per questo il parco costituisce il luogo ideale per studiare l’azione dei ghiacciai sul terreno, scegliendo tra i numerosi itinerari a piedi disponibili. La vegetazione vede una predominanza di rovereti, anche se sono comunque numerosi gli ontani, i frassini, i salici, le betulle, gli agrifogli, i tassi e i castagni. Per quanto riguarda la fauna, è presente un'ampia varietà di specie: 76 tipi di uccelli e 17 di grandi mammiferi. Tra tutti ricordiamo la starna e il lupo.

Comuni

Zamora (Castiglia e Leon)

Puebla de Sanabria


Quando venire


Tipo di spazio
Parco Naturale

Superficie
22365 ettari

Mappa

Come accedere e ambiente circostante

Informazioni culturali

Mercado del Puente è una località che prende il nome dal vecchio ponte del secolo XVIII che attraversa il fiume Tera. L’esistenza di un mercato settimanale, che si tiene ogni lunedì ed è il vero centro commerciale della zona, fa di questa località un importante punto di incontro per la popolazione dei dintorni. Nel centro abitato si distinguono il Santuario di Nuestra Señora, umile eremo sulle rive del fiume Tera, e un crucero (croce di pietra) con le tradizionali immagini del Crocifisso e della Vergine.

Informazioni ambientali

Più del 15% delle specie presenti nel parco è endemica. Per quanto riguarda la fauna, ricordiamo la starna e l'averna piccola.

Informazioni visite