Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie



Parco Nazionale dei Picos de Europa

Parco Nazionale dei Picos de Europa




Localizzazione

Parco Nazionale dei Picos de Europa

  • x

    Q di qualità turistica, marchio che rappresenta la qualità nel settore turistico in Spagna.

  • x

    Riserva della Biosfera, riconoscimento dell'UNESCO conferito agli spazi naturali.




Descrizione

Il primo parco nazionale spagnolo

Il parco dei Picos de Europa è il primo parco nazionale istituito in Spagna. Le sue origini risalgono al 1918, quando don Pedro Pidal, marchese di Villaviciosa, promosse la legge in virtù della quale fu creato il Parco Nazionale della Montagna di Covadonga, dal 30 maggio 1995 chiamato Parco Nazionale dei Picos de Europa. Nel 2002 questo spazio naturale è stato dichiarato Riserva della Biosfera dall'UNESCO.

I Picos de Europa conformano tre importanti massicci noti con i nomi di Massiccio Orientale o di Andara, Massiccio Centrale o degli Urrieles e Massiccio Occidentale o di Cornión. Il clima è caratterizzato da umidità e precipitazioni costanti provocate dalla vicinanza del mare (a soli 20 chilometri). La presenza di neve è più consistente d'inverno, ma non è raro osservare nevai che persistono durante tutto l'anno. Le particolari condizioni climatiche del parco rendono frequenti i banchi di nebbia, molto temuti dagli escursionisti. Dal punto di vista orografico spiccano gli importanti rilievi, con alte vette che si alternano a gole profonde e canyon. Lungo questa cordigliera si innalzano 200 cime che superano i 2000 metri di altitudine, con dislivelli di oltre 2300 metri. Il Massiccio Centrale è il più scosceso e ospita le vette più alte: Torrecerredo (2646 metri), la cima più alta dei Picos, Naranjo de Bulnes (2519 metri) e il Pico Tesorero (2570 metri). Il Massiccio Occidentale è il più esteso. È composto da cime elevate, come la Peña Santa de Castilla (2596 metri), che si alternano a prati, boschi di latifoglie, faggeti, rovereti e distese d'erica. Su questo massiccio si trovano i famosi Laghi di Covadonga. Il Massiccio Orientale, di estensione e altitudine minori, offre un bel contrasto tra la dura roccia e il verde dei pascoli. Il parco è attraversato da quattro fiumi, incanalati in gole profonde: la gola della Hermida, in cui scorre il Deva, la gola dei Beyos, in cui scorre il Sella, la "Gola Divina", attraversata dal Cares, e le gole di La India, in cui passa il Duje. Esistono poi numerosi belvedere da cui è possibile godere della bellezza del paesaggio. E si può anche utilizzare la funivia di Fuentedé per risalire a oltre 1800 metri sul livello del mare.

Comuni

Asturie (Asturie)

Amieva, Cangas de Onís

Cantabria (Cantabria)

Camaleño, Tresviso

León (Castiglia e Leon)

Oseja de Sajambre, Posada de Valdeón


Localizzazione

Si estende tra le Asturie, la Cantabria e la provincia di León, all'interno della cordigliera Cantabrica, nella Spagna settentrionale.
 


Tipo di spazio
Riserva Biosfera, Parco Nazionale

Superficie
64.660 ettari

Cosa puoi fare


  • Percorsi attraverso il Parco

Mappa

Come accedere e ambiente circostante

Informazioni culturali

I Picos de Europa si estendono nei comuni di tre province: Asturie, Cantabria e León. In queste località potrete usufruire di eccellenti proposte di turismo culturale. Ad esempio, nel territorio di Liébana (nella provincia della Cantabria ma al confine con le Asturie e León) si possono visitare le chiese di Santa María de Lebeña e Santa María de Piasca e il monastero di Santo Toribio de Liébana. Nelle Asturie potrete recarvi presso il Santuario di Covadonga, nella località di Cangas de Onís. Approfittatene per assaporare i formaggi dei Picos de Europa, tipici della zona e ricchi di sapore. Si lasciano fermentare all'interno di grotte e tra di essi si annovera il famoso erborinato Cabrales.
 

Informazioni ambientali

Il Parco Nazionale dei Picos de Europa ospita i più bei boschi atlantici della Spagna. Abbondano faggi, roveri, noccioli, aceri, castagni, noci... La valle è popolata da numerose specie animali: cinghiali, caprioli, lupi e qualche orso, un gran numero di piccoli uccelli (pettirossi, cinciallegre e picchi neri) e persino l'emblematico gallo cedrone. I rilievi sono particolarmente aspri ed è attraversato da quattro fiumi che, scorrendo dentro gole profonde, scavano spettacolari canyon all'interno della montagna. Ci sono poi due dei laghi alpini più famosi della Spagna: Enol e La Ercina, chiamati anche Laghi di Covadonga.
All'interno del Parco Nazionale dei Picos de Europa si realizzano programmi di conservazione del gallo cedrone e di recupero dell'avvoltoio degli agnelli.
 

Informazioni visite

È possibile accedere con il proprio autoveicolo durante tutto l'anno, salvo nei periodi di maggior affluenza (estate, Pasqua e ponti festivi nazionali). In questa pagina potrete prendere visione dei Centri Visitatori disponibili.

Ulteriori informazioni sui punti di accesso.
 

Autorizzazioni

Cliccando sui link seguenti troverete informazioni utili sulle autorizzazioni necessarie per: Accesso ai laghi e Covadonga

Centri Visitatori

Centro Visitatori a Sotama

Localizzazione

Avenida Luis Cuevas, 2-A
Tama, Cillorigo de Liébana (Cantabria)

Dati di contatto

Tel.:: [+34 942738109, +34 942730555], [+34 942738109, +34 942730555]
Fax: [+34 942738106]


Orario

Dal 01 nov al 31 mar
Da Lunedì a Domenica
Da 09:00 a 18:00


Dal 01 apr al 30 giu
Da Domenica a Venerdì
Da 09:00 a 18:00

Sabato
Da 09:00 a 20:00


Dal 01 lug al 30 set
Da Lunedì a Domenica
Da 09:00 a 20:00


Dal 01 ott al 31 ott
Da Domenica a Venerdì
Da 09:00 a 18:00

Sabato
Da 09:00 a 20:00


Centro Visitatori Pedro Pidal

Localizzazione

Área de servicios de Buferrera
Lagos de Covadonga, Cangas de Onís (Asturie)


Orario

Dal 01 nov al 31 mar
Da Lunedì a Domenica
Da 09:00 a 18:00


Dal 01 apr al 30 giu
Da Domenica a Venerdì
Da 09:00 a 18:00

Sabato
Da 09:00 a 20:00


Dal 01 lug al 30 set
Da Lunedì a Domenica
Da 09:00 a 20:00


Dal 01 ott al 31 ott
Da Domenica a Venerdì
Da 09:00 a 18:00

Sabato
Da 09:00 a 20:00


Dal 16 mar al 10 dic
Da 10:00 a 18:00