Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie



Localizzazione

Comunità Autonoma:
Canarie

Provincia / Isola:
Lanzarote

Lanzarote

Yaiza, il municipio più meridionale di Lanzarote, è situato nelle contrafforti del Parco Nazionale di Timanfaya. La località è circondanta da un panorama fantastico, dove i crateri e le tonalità scure della terra vulcanica danno vita a paesaggi di incredibile bellezza, come La Geria, El Golfo e Los Hervideros. Lungo la costa sud si possono contemplare alcuni dei paesaggi più belli dell’isola, come la spiaggia Quemada e le cale di Papagayo. Un’offerta di sole e spiaggia che è completata dalle grandi possibilità di svago e divertimento offerte da nuclei turistici come Playa Blanca e Puerto Calero. E nell’entroterra, paesini storici che ospitano un importante patrimonio monumentale, come Femés o Yaiza stessa.

Leggi tutto

Situata nella parte più meridionale di Lanzarote, Yaizaè una località storica dove è ancora possibile ammirare le vestigia dei primi nuclei di insediamento dell'isola. Il territorio è caratterizzato dall’insolita bellezza del suo paesaggio lunare e dall’ottimo stato del suo patrimonio naturale.Il massimo esponente di questo ecosistema è il Parco Nazionale di Timanfaya. II suo perimetro include un immenso mare di lava solidificata, risultato della grande attività vulcanica registrata tra i secoli XVIII e XIX. Appaiono qui curiose formazioni geologiche come grotte, coni, hornitos e ben 25 crateri. Dopo l’ingresso nel parco, il primo punto di interesse è rappresentato dal cosiddetto Islote de Hilario. Da qui parte un autobus che segue il Percorso dei Vulcani, un impressionante paesaggio di lava e ceneri coperte da un fine strato di licheni. Il parco è circondato a sua volta dal Parco Naturale dei Vulcani, dove le distese di materiale vulcanico si estendono fino alla costa.La morfologia vulcanica appare sulla fascia litorale con forme geologiche di grande interesse come Los Hervideros, formidabili scogliere di origine basaltica su cui si infrangono le onde. A poca distanza si trova Il Golfo, spettacolare cratere costiero al cui interno si trova la Laguna Verde, un piccolo lago dichiarato Riserva Naturale. Da non tralasciare altri spazi molto attraenti come il Pantano dei Clicos e le Saline di Janubio.Il vulcanismo ha propiziato anche ingegnose tecniche di coltivazione come quelle che è possibile contemplare a La Geria, principale zona vinicola dell’isola. Qui le viti sono coltivate in buche scavate nel terreno e protette dal vento con piccoli muri di pietra semicircolari.Spiagge e tempo liberoYaiza vanta alcune delle più belle spiagge della costa di Lanzarote. Solitarie distese di sabbia dalle acque cristalline come Playa Quemada, e piccole cale di sabbia bianca come quelle del Papagayo.L’aspetto più divertente è offerto dai centri di Playa Blanca e Puerto Calero. Qui infatti si apre un ampio ventaglio di possibilità per il divertimento e il tempo libero. Playa Blanca, sorta intorno ad un piccolo centro peschereccio, offre nelle sue strade animate ogni tipo di negozi, ristoranti e locali notturni all’aperto, senza dimenticare che è possibile fare gite in barca all’isola di Lobos o a Fuerteventura. D’altra parte, Puerto Calero dispone di eccellenti strutture nautiche dove si impartiscono corsi di vela e si organizzano escursioni in barca o sottomarino.Di ritorno verso l’entroterra, vale la pena di visitare alcuni dei monumenti storici presenti a Yaiza. A Femés si trova la chiesa di San Marcial, patrono dell’isola, da cui ebbe origine la prima diocesi delle Canarie (secolo XV). Della fine del XVII secolo è l’eremo della Virgen de los Remedios, molto venerata in tutta la zona. Spiccano anche altri monumenti come la difensiva Torre dell’Águila o la Casa di Benito Pérez Armas, un importante centro culturale. Dintorni e gastronomia Oltre a Yaiza è possibile visitare anche località vicine come Tinajo, nel cui santuario di Mancha Blanca si venera la Madonna Addolorata, patrona dell’Isola, e San Bartolomé, con un patrimonio monumentale nel quale si distinguono la Casa del Mayor Guerra e la Casa Ajei. Anche il capoluogo, Arrecife è abbastanza vicino. In questa città portuale e commerciale vale la pena di visitare le due fortezze, il Castello di San Gabriel e quello di San José.Infine a Tías si trova uno dei nuclei turistici più importanti dell’isola, Puerto del Carmen. Questo antico porto peschereccio concentra una buona parte delle risorse ricreative dell’isola, con numerosi ristoranti, pub e un porto turistico.A Yaiza, come nel resto dell’isola, si potranno assaporare piatti succulenti come i ranchos (tipico stufato di carne di maiale) e le famose papas arrugadas (patate lesse con sale), che si servono accompagnate dai mojos (salse). Il mare rifornisce la tavola di Lanzarote di eccellenti crostacei e pesci freschi, quali la vieja (pesce pappagallo) stufata o al forno, la corvina o il salmone di Uga. Tra i dessert sono particolarmente apprezzati i formaggi locali, freschi e stagionati. A La Geria si produce la maggior parte del vino della Denominazione d’Origine Lanzarote , tra cui spiccano i vini dolci, i bianchi e i rossi di crianza.

Chiudi




Da non perdere



Mappa/Localizzazione