Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie



San Cristóbal de La Laguna

Localizzazione

Comunità Autonoma:
Canarie

Provincia / Isola:
Tenerife

Tenerife

  • x

    Patrimonio Mondiale, certificato concesso dall'UNESCO.


San Cristóbal de La Laguna, antica capitale di Tenerife, è una storica città delle Canarie che vanta una lunga tradizione universitaria. La sua peculiare pianificazione urbanistica coloniale le è valsa il titolo di Patrimonio dell'Umanità; la città ospita alcuni dei monumenti religiosi più importanti dell'isola, tra cui la Cattedrale, come pure numerosissime dimore signorili dei secoli XVII e XVIII.

Leggi tutto

La prossimità della costa permette alla città di sfruttare le vaste spiagge di Tenerife e le innumerevoli attrazioni che offrono altre località come Santa Cruz de Tenerife, Puerto de la Cruz e La Orotava.Un’altra possibilità consiste nello scoprire le specialità gastronomiche tipiche dell’isola e nel degustare l'ampia varietà di vini di Tenerife, protetti dalla denominazione d'origine.La città conta con più di cinque secoli d’esistenza, dal momento in cui nel 1494 l’isola entrò a far parte della Corona di Castiglia, grazie ad Alonso Fernández de Lugo. Tre anni dopo, nel 1479, venne fondata San Cristóbal, nell’entroterra, sulle sponde di un lago situato nel nord dell’isola. Da questo momento, la città si convertì nel principale centro di potere politico e militare di Tenerife. Divenne importante anche dal punto di vista culturale, visto che qui vennero creati diversi centri di docenza, tra cui quella che durante un certo periodo di tempo fu l’unica università canaria, San Fernando.Agli inizi del XVIII secolo, La Laguna entrò in un periodo di decadenza, favorendo l’auge della vicina Santa Cruz de Tenerife che, un secolo più tardi, divenne il capoluogo dell'isola. Nonostante ciò, la città ha mantenuto la sua sede universitaria e quella vescovile. La cittàIl nucleo abitato originario (Villa de Arriba) si sviluppò intorno alla chiesa della Concepción. Nel XVI secolo il centro storico crebbe (Villa de Abajo) adottando l’odierna fisionomia a griglia, caratteristica del pensiero razionalista dell’epoca. In questo modo, La Laguna si convertì nella prima città coloniale non fortificata e la sua disposizione servì anche come modello per altre città costruite in America. Questo elemento, assieme ad altri fattori, permise che fosse dichiarata Patrimonio dell'Umanità.Tutte le vie e gli eleganti viali del centro della città permettono di osservare edifici di gran valore storico e architettonico.La Chiesa della Concepciòn fa parte del nucleo originario della città. L’edificio, dichiarato Monumento Storico Artistico, fu costruito nel XVI secolo, anche se le successive riforme hanno dato vita a una mescolanza di stili: gotico, plateresco e mudéjar.La Laguna fu un importante centro ecclesiastico, e questo favorì la creazione di alcuni degli edifici religiosi più importanti delle Isole Canarie. Tra tutti questi spicca la Cattedrale, costruita nel luogo dove sorgeva la chiesa parrocchiale di Los Remedios del XVI secolo. L’edificio è in stile gotico, a una sola navata e accanto a esso, nel XVII secolo, venne costruita una torre herreriana. L’odierna cattedrale, ricostruita agli inizi del XX secolo, è caratterizzata da una facciata neoclassica, una navata centrale, due navate laterali e varie cappelle.Il Convento di Santa Catalina, del 1611, è uno degli edifici più importanti dell’epoca. La sobrietà che caratterizza l’esterno della chiesa e gli edifici annessi contrasta con i sontuosi interni riccamente decorati, dove spiccano due pale d'altare barocche. Altre chiese degne di essere menzionate sono la Chiesa del Cristo de La Laguna e l'Eremo di San Miguel, trasformato in centro culturale. Molto importanti sono anche i numerosi palazzi e le case signorili che popolano le sue vie storiche. Uno dei meglio conservati è il Palazzo di Salazar, sede attuale del Vescovado di Tenerife. Costruito nel 1682, è caratterizzato da un sontuoso portone in stile barocco, con vari elementi neoclassici e manieristi. Altri esempi d’architettura signorile sono la Casa di Lercaro (XVI sec.), sede attuale del Museo di Storia con una facciata in stile manierista; la Casa del Corregidor (Municipio), un'antica residenza con un'originale facciata in pietra rossa del 1545; e il Palazzo della Nava (XVI-XVIII sec.).Il Teatro Leal, costruito in stile modernista, è invece uno dei migliori esempi d'architettura del XX secolo. Dintorni e gastronomia A pochi chilometri da San Cristobál de La Laguna si trova Santa Cruz de Tenerife, una bella città portuale che possiede ampi viali, piazze ed esotici spazi verdi, senza dimenticare gli importanti monumenti. Il capoluogo di Tenerife è famoso per il suo Carnevale, uno dei più appariscenti di tutta la Spagna. Questa festa dichiarata di Interesse Turistico Internazionale, si caratterizza per gli abiti spettacolari e l'animazione di murgas (gruppi musicali satirici) comparse e rondallas (gruppi musicali). L’isola dispone di un’ampia offerta alberghiera, anche se è comunque consigliabile prenotare con un certo anticipo per poter assistere al carnevale.Da La Laguna è possibile visitare alcune delle località più pittoresche del nord di Tenerife. Puerto de la Cruz è una città con una tradizione turistica secolare. Qui si possono ammirare il bel lungomare e il Lago Martiánez, un complesso di piscine d'acqua di mare, opera dell'architetto canario César Manrique. La Orotava, situata nell’omonima valle, possiede vari esempi di case signorili costruite secondo i canoni dell’architettura canaria ed è stata dichiarata Monumento Storico Artistico. A Icod de los Vinos potrete ammirare vari esempi d'architettura tradizionale e belle attrazioni come la dracena millenaria (un albero autoctono). Garachico, invece, fu alle origini un importante porto e al giorno d’oggi conserva vari edifici di gran valore storico, come il Castello di San Miguel (XVI sec.), la chiesa di Santa Ana e il Palazzo dei Conti di La Gomera.Dal punto di vista naturale, Tenerife è un’isola ricca di contrasti. Alle vaste spiagge del sud dell’isola si succede la rigogliosa vegetazione del nord, e nel centro geografico si eleva il Teide che, con i suoi 3718 metri d’altitudine, è la cima più alta della Spagna. Questa montagna vulcanica si trova nel Parco Nazionale del Teide un'area protetta popolata da numerose specie endemiche di flora e fauna delle Canarie. Il Parador de las Cañadas del Teide, è una buona opzione per alloggiare nel parco. A San Cristóbal de La Laguna si possono provare specialità tipiche dell'isola come, i ranchos (stufati tipici), le famose papas arrugadas (patate) e i mojos (salse). Il mare è popolato da pesci come il chicharro, la vieja sancochada (un pesce tipico che si cucina bollito), le sardine, lo sgombro e la cernia e da vari tipi di crostacei e molluschi. Tra i dolci più noti vi sono la torta con cabello de angel (confettura di zucca), il frangollo con miele (un dolce tipico a base di farina di mais) e le truchas de batata (dolce tipieno di batata) con mandorle.Per accompagnare queste pietanze si può scegliere un vino appartenente a una delle cinque Denominazioni d’Origine che si producono a Tenerife: Abona, Tacoronte-Acentejo, Valle de Güimar, Valle de la Orotava e Ycoden-Daute-Isora.

Chiudi




Da non perdere



Mappa/Localizzazione