Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie



San Bartolomé de Tirajana

Localizzazione

Comunità Autonoma:
Canarie

Provincia / Isola:
Gran Canaria

Gran Canaria

San Bartolomé de Tirajana, comune dal territorio molto vasto che si estende dal centro fino al sud di Gran Canaria, è un luogo di contrasti. La località più importante, San Bartolomé, è situata all’interno, vicino alla caldera di Tirajana, in un incredibile ambiente vulcanico dall’orografia selvaggia e ricco di vegetazione. Spingendosi verso sud, tuttavia, si nota come la vegetazione rigogliosa lascia spazio a un deserto di dune, tipiche di un clima semidesertico. Nella zona costiera si trovano alcuni dei principali centri turistici dell’isola, come Maspalomas, Playa del Inglés o San Agustín. Qui è a disposizione del villeggiante una vasta offerta di attività, tra cui praticare sport acquatici e terrestri, come il golf.

Leggi tutto

San Bartolomé de Tirajana è nato dall’antica località di Tunte, dedicata all’agricoltura e all’allevamento. Nel XVI secolo venne costruito un piccolo eremo dedicato a San Bartolomé, che in seguito si trasformò nell’omonima parrocchia. Ai giorni nostri, San Bartolomé de Tirajana è il comune più esteso dell’isola di Gran Canaria e, grazie a ciò, possiede una gran ricchezza naturale e paesaggistica. Nell’entroterra, in prossimità del massiccio centrale dell’isola, il paesaggio è caratterizzato da un'orografia movimentata , che nasconde boschi, picchi, dighe naturali e gole sorprendenti. In questa zona si possono osservare impressionanti formazioni vulcaniche, come le pareti della caldera di Tirajana, e il promontorio di Risco Blanco. Questa zona offre innumerevoli possibilità per rilassarsi e praticare attività all'aria aperta. Il sentierismo, l’alpinismo e le escursioni in bicicletta sono alcune delle possibilità per scoprire questo paesaggio naturale idilliaco, nel quale lo sviluppo del turismo rurale ha portato alla creazione di ostelli, hotel rurali, zone per il campeggioe aree ricreative.Il sudCome contrappunto, il paesaggio della zona meridionale di San Bartolomé de Tirajana ha un aspetto completamente distinto, caratterizzato da ondulate dune costiere che incorniciano magnifiche spiagge come la spiaggia dell'Inglés, Maspalomas e Meloneras. Questi luoghi hanno reso il comune una delle destinazioni turistiche più importanti dell'isola di Gran Canaria, grazie alle eccellenti infrastrutture e al clima mite.Hotel, appartamenti, ristoranti, bar all’aperto, negozi e strutture nautiche caratterizzano l’offerta di questo litorale che permette di godere di sole e mare, così come praticare ogni tipo di sport nautico, come le immersioni subacquee, la navigazione e lo sci acquatico. Chi preferisce la terraferma potrà fare una partita a golf in uno degli eccellenti campi della zona o visitare con la famiglia uno dei parchi tematici, quali Mundo Aborigen, che permette di conoscere lo stile di vita degli antichi abitanti indigeni dell'arcipelago; Sioux City, un’autentica riproduzione del lontano ovest americano; e Palmitos Park, un'area che ospita varie specie di uccelli esotici. Gran CanariaDopo aver visitato l’ampio comune di San Bartolomé, il visitatore potrà ancora trovare piacevoli sorprese nel resto dell'isola. Nella zona settentrionale, caratterizzata da scogliere scoscese che si tuffano nel mare, la località più importante è Las Palmas. Il capoluogo dell’isola si è trasformato in una città che offre sole, spiaggia e un eccezionale patrimonio storico concentrato attorno alla piazza di Santa Ana. Gli amanti della natura hanno l'opportunità di conoscere ecosistemi molto diversi, che distano solo pochi chilometri l'uno dall'altro. Il Parco Naturale di Tamadaba, situato nella zona occidentale dell’isola, ospita una delle pinete meglio conservate dell'isola di Gran Canaria e sorprende per l’incredibile bellezza dei suoi paesaggi, con gole e massicci modellati dall’erosione. Nel centro-sud si trova il Parco Naturale di Pilancones, famoso per la bellezza paesaggistica delle sue gole e per la sua importanza ornitologica.Dal canto loro, le città, i villaggi e i centri abitati, sia dell’entroterra sia lungo la costa, ci trasportano indietro nel tempo, verso il periodo coloniale. Gáldar, Arucas e Telde sono alcuni dei più interessanti. Tutti questi luoghi sono in grado di offrire una ricca tavola imbandita con piatti della gastronomia locale. Le zuppe di verdura e i condimenti a base di tonno, chorizo (salsiccia speziata) o sanguinaccio dolce (con uva passa e mandorle) sono solo alcune delle specialità della zona. Non bisogna dimenticare che ci si trova in una regione dal clima subtropicale, nella quale crescono tutto l'anno avocado, mango e ortaggi. Tra i dolci, i più rinomati sono quelli a base di marzapane. Nella provincia si producono vini di grande prestigio della Denominazione d’Origine Lanzarote , che offre bianchi aromatici e ottimi vini dolci.

Chiudi




Da non perdere



Mappa/Localizzazione