Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie



Pals

Localizzazione

Comunità Autonoma:
Catalogna

Provincia / Isola:
Girona

Girona

A pochi chilometri dal Mediterraneo, in piena Costa Brava, troviamo il tracciato medievale di Pals. La località, del territorio del Baix Ampordà, nella provincia di Girona, offre un bell’esempio di centro storico, dichiarato Complesso storico-artistico. Nel Recinto Gotico di Pals il viaggiatore viene accolto dalle belle strade pavimentate in pietra, su cui si affacciano le dimore nobiliari. La visita al nucleo fortificato si conclude sulla spiaggia di Pals. In ognuna delle due località è possibile gustare la cucina locale, basata sui prodotti del mare e della montagna.

Leggi tutto

La Costa Brava, il litorale incontaminato della provincia di Girona, è caratterizzato da un borgo medievale a pochi chilometri dal mare. Il centro storico sorge su una collina circondata da pianure, che in origine erano zone paludose. Bisogna risalire al IX secolo, epoca in cui fu costruito il castello, per trovare i primi documenti scritti che fanno riferimento a questa località. Teatro di continue battaglie, per secoli questa costruzione difensiva ha potuto conservare solo ilMaschio. Si tratta di una torre romanica a pianta circolare, eretta tra il XI e il XIII secolo. I suoi 15 metri di altezza poggiano su una piattaforma di roccia naturale, che ospita anche numerose tombe visigote. Nel XV secolo fu utilizzata come campanile, ed è per questo che è conosciuta con il nome di Torre de las Horas (Torre delle Ore). Zona gotica I terreni del castello sono attualmente occupati dalla casa della famiglia Pi i Figueras, promotrice del restauro della zona gotica di Pals. Questa casa di recente costruzione conserva i tratti architettonici caratteristici del resto della cittadina. Pals si distingue per le strade acciottolate interrotte da archi a tutto sesto, facciate con finestre ogivali e balconi di pietra. La muraglia è un’altra particolarità che fa viaggiare il turista indietro nel tempo fino al Medioevo. Sono ancora visibili quattro torri a pianta quadrata, che resistono nonostante risalgano al XII secolo. Ogni torre ha un nome, come Ramonet, Rom, Xinel·lo e Hospital. Altri luoghi d’interesse sono il belvedere Josep Pla, la piazza Mayor, le tombe della via Mayor e la chiesa di Sant Pere. Lo scrittore di Palafrugell dà il nome a uno dei rilievi naturali da dove si scorgono i campi dell’Ampurdán e le isole Medes. Altre attrazioni visibili lungo la strada sono archi gotici e tombe medievali. Una parte dei blocchi di pietra del castello furono utilizzati nel X secolo per costruire la chiesa di Sant Pere. Nella struttura finale si distinguono la base romanica, l’abside e la navata in stile gotico, il portico e il campanile barocchi. Il modo migliore di visitare Pals è perdersi per le sue strade medievali, ma prima suggeriamo di dedicare un momento alla casa fortificata del XV secolo, ora sede del Museo di Archeologia Sottomarina. La sua mostra permanente soddisferà varie curiosità, tra cui quella relativa alla storia dei vini e degli spumanti della Catalogna. Costa Brava Alla periferia del paese si estende un’altra parte del comune di Pals, los Masos de Pals, antico nucleo di masías (case coloniche catalane), diventato ora un popoloso centro urbano. E sulla costa, la spiaggia di Pals. Oltre quattro chilometri di acque trasparenti per godere del mite clima mediterraneo e approfittare di tutte le opportunità di relax e divertimento offerte dalla Costa Brava. Campi da golf, sport acquatici e visite al Parco Naturale Illes Medes sono solo alcune opzioni. Pals rappresenta anche una straordinaria occasione per conoscere da vicino la gastronomia del Baix Ampordà, ricca di prodotti del mare e della terra. Le fave e i piselli degli orti si accostano a esqueixadas (insalate di baccalà), escalivadas (melanzane, cipolle e peperoni al forno) o a stufati di pollo o coniglio con frutti di mare. Dal canto loro, gamberi, spigole e orate si preparano in tantissimi modi diversi. Per concludere il pasto la prima scelta è la frutta (fragole, pesche, meloni, angurie, arance...), che d’estate si trasforma in gelati e sorbetti.

Chiudi




Da non perdere



Mappa/Localizzazione