Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie



Localizzazione

Comunità Autonoma:
Comunità Valenciana

Provincia / Isola:
Alicante

Alicante-Alacant

Situata tra capo San Antonio e capo Nao, Jávea è una delle mete turistiche più importanti della Costa Blanca nella provincia di Alicante. Il suo centro storico, situato a due chilometri dalla costa, nasconde begli esempi di architettura locale, oltre a importanti monumenti come la chiesa di San Bartolomé, centro nevralgico della città. Una delle principali attrattive di questa località è il lungo litorale. Venti chilometri di spiagge e insenature nascoste in cui è possibile nuotare e praticare diversi sport acquatici.

Leggi tutto

Dal Capo Nao alla Cala Granadella, Jávea offre al visitatore venti chilometri di spiagge e cale ideali per godere del sole, del mare e degli sport acquatici.Questa località della Costa Blanca di Alicante mostra il suo lato più turistico nella zona del porto. Oltre ad una ampia offerta di hotel, ristoranti e proposte per il tempo libero, il porto consente di praticare ogni tipo di sport nautici, come la vela o il windsurf, o anche di fare una gita in barca fino a Denia. La spiaggia dell’Arenal è una delle più emblematiche del litorale di Jávea. Qui, vicino al Canale della Fontana, si erge il Parador de TurismoCosta Blanca”, in un contesto privilegiato a pochi metri dalla spiaggia.Tra le isole di Portixol e il Descubridor si trova uno dei tratti più belli della fascia costiera. Le sue acque trasparenti e l’eccellente qualità dei fondali ne fanno lo scenario ideale per praticare il diving.Questa modalità subacquea è popolare anche a cala Granadella che con la sua sabbia fina e dorata è un altro dei luoghi più rinomati della costa di Jávea.La cittàSituato su una pianura alle pendici del massiccio del Montgó, il centro storico di Jávea si sviluppò verso l’entroterra intorno alla chiesa-fortezza di San Bartolomé, un bell’esempio del gotico isabellino nato come costruzione di difesa dagli assalti dei pirati.Nelle strade del centro storico attirano l’attenzione del visitatore gli abbondanti esempi di architettura tipica, presente in elementi quali le grate delle case e le architravi di pietra grezza.Un altro degli appuntamenti obbligati all’interno del percorso per il centro della città è la visita al Museo Archeologico ed Etnografico, dove è possibile conoscere il passato della località.Nella zona del porto invece vale la pena di avvicinarsi alla chiesa di Nuestra Señora de Loreto, che ricorda la chiglia di una nave.Gastronomia, feste e dintorniJávea basa la sua gastronomia sugli alimenti propri della dieta mediterranea. Come nel resto delle località della regione, il prodotto di riferimento è il riso. La paella è forse la ricetta più conosciuta, ma qui si serve con fagioli e rape o cotta al forno. Il pesce della zona arriva in tavola stufato, fritto o in zuppa. L’aglio e l’olio sono gli ingredienti di base della salsa ali-oli, con cui si accompagnano numerosi piatti. Le mandorle, l’uva passa, i fichi e le arance sono i frutti più tipici di questa zona e sono spesso usati nell’elaborazione dei dolci di Alicante. Torte di mandorle, torroni e gelati sono tra i più buoni. Per accompagnare, Jávea offre vini della Denominazione d’Originedi Alicante, la misteleta (vino dolce) e l’horchata (bevanda rinfrescante a base di cipero dolce).Per quanto riguarda il calendario festivo di Jávea, questa località celebra il 16 luglio le feste della Virgen del Carmen. Qualche giorno dopo, il penultimo fine settimana del mese, si celebra la festa di Mori e Cristiani.Numerose sono le proposte dei dintorni di Jávea. I fari e la Riserva Naturale Marina del Capo di San Antonio rappresentano mete eccellenti di escursioni per gli amanti della natura. La visita può proseguire con il Parco Naturale del Montgó, un luogo nel quale i rilievi montagnosi sprofondano nel Mediterraneo creando splendide scogliere.È possibile visitare anche belle località come Denia, capoluogo della Marina Alta. Dall’altro lato del capo della Nao sorge Teulada. Invece, nei pressi del Parco Naturale del Peñón de Ifach si trova Calpe, armoniosa cittadina che ha saputo coniugare la conservazione del patrimonio monumentale con la presenza di infrastrutture turistiche. Un’altra interessante città monumentale sulla Costa Blanca è Villajoyosa, capoluogo della Marina Baja. Attraversando la Sierra di Aitana, l’entroterra settentrionale ci riserva un percorso attraverso Cocentaina, importante borgo medievale dalle case decorate con ceramica e strade arabe. La montagna di Alicante ci offre la possibilità di attraversare il Parco Naturale del Carracal della Font Roja, dai rilievi scoscesi sul versante nord, e il paesino di Alcoy/Alcoi, nel cui centro medievale ogni anno rivive la festa di Mori e Cristiani, dichiarata di Interesse Turistico Internazionale.

Chiudi




Da non perdere



Mappa/Localizzazione