Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie



Localizzazione

Comunità Autonoma:
Andalusia

Provincia / Isola:
Cadice

Cádiz

El Puerto de Santa María è una delle località più rappresentative della Costa de la Luz. Questa città dai muri imbiancati si estende tra pinete, spiagge e lagune, nella Baia di Cadice. Il Parco Naturale della Baia di Cadice fa da sfondo alle costruzioni più emblematiche del centro urbano e alle imbarcazioni che si trovano lungo la costa. Lungo la costa dell'Atlantico, con viste meravigliose e più di 300 giorni di sole all’anno, si trovano porti sportivi, campi da golf e complessi residenziali di lusso.

Leggi tutto

Questo porto della Costa de la Luz è ubicato in una zona del litorale atlantico in cui le pinete giungono, tra lagune, fin sulla spiaggia. Il clima invidiabile di questa località andalusa la rende una meta ideale per coloro che amano il sole, il mare e praticare sport all’aria aperta. E in questo incredibile paesaggio naturale, con una profonda tradizione marinara, sono stati installati lussuosi complessi turistici, provvisti di tutte le comodità che il viaggiatore può desiderare, come le zone residenziali di Vistahermosa, Puerto Sherry o Casino de Bahía de Cádiz.Il viaggiatore potrà rilassarsi nel tempo libero frequentando i numerosi ristoranti della zona, così come le piscine, i campi da golf o i porti nautici. El Puerto de Santa María offre più di 15 chilometri di spiagge, con sabbia fine e dorata. I bar presenti lungo le spiagge di Levante, Valdelagrana, Santa Catalina o Fuenterrabía sono un’ottima opzione per degustare il delizioso pesce fritto della zona godendo al tempo stesso di una magnifica vista sull’Atlantico. Un vino sherry, con Denominazione di Origine propria, accompagnerà magnificamente qualsiasi piatto. Centro urbanoQuesta città marinara, culla del poeta Rafael Alberti, venne fondata, secondo la leggenda, da un capitano atenese. Tuttavia, i primi documenti scritti che ne indicano l’esistenza risalgono all’invasione musulmana. Questa città della provincia di Cadice conobbe il suo periodo di massimo splendore in seguito alla riconquista da parte di Alfonso X ( XIII sec.) e durante il governo dei duchi di Medinaceli. Nel corso dei secoli successivi, la sua relazione con l’Oceano Atlantico e le spedizioni marittime (inclusa la scoperta del Nuovo Mondo) diventa più stretta e viene nominata Capitaneria Generale del Mare Oceano. La ricchezza del suo patrimonio monumentale è valsa alla città il titolo di Bene di Interesse Culturale.Il Castello di San Marcos è uno degli edifici più rilevanti di questa città. Costruito su un’antica moschea, conserva una cappella cristiana nel Maschio. Nel suo tracciato sono presenti elementi in stile almohade e gotico, frutto degli anni di convivenza culturale. Si tratta di un complesso architettonico dichiarato Bene di Interesse Culturale. Tra le costruzioni religiose di El Puerto de Santa María spicca la realizzazione della chiesa Mayor Prioral, la cui pianta iniziale risale al XV secolo. A quest’epoca appartiene la facciata del Perdón, che mantiene elementi gotici, come guglie, archi rampanti e gargolle, sebbene il resto del complesso risale a una data posteriore. La Porta del Sol, invece, venne disegnata nel XVII secolo, come testimoniano le colonne scanalate, la decorazione floreale e i medaglioni. Lo sviluppo del centro urbano tra il XVI e il XVIII secolo si è plasmato in una moltitudine di edifici barocchi, come la Casa dei Leones, una delle più rappresentative. Questa casa palazzo venne fatta costruire da uno dei molti commercianti venuti dalla cornice cantabrica per fare affari in questo porto. Un altro edificio interessante, anch’esso dichiarato Bene di Interesse Culturale, è il Monastero della Victoria, antico ospedale e centro penitenziario. Il suo aspetto di fortezza alterna caratteristiche proprie del tardo gotico ed elementi rinascimentali. Vale la pena ammirare la sua splendida facciata esterna. Le chiese di San Francisco, della Concepción e la Mayor di Nuestra Señora de los Milagros, così come i conventi delle Cappuccine e dell’Espíritu Santo, sono altri buoni esempi dell’architettura religiosa della provincia di Cadice. L’itinerario si può concludere con il palazzo di Valdivieso o all'arena, una delle più antiche della Spagna. Costa de la LuzEl Puerto de Santa María è luogo eccellente per assaggiare i prodotti migliori della gastronomía della provincia di Cadice. Nella Baia di Cadice, la tavola si riempie di pesci e crostacei dell’Oceano Atlantico, accompagnati da verdure e ortaggi. La frittata di gamberetti, il pagro allo stile di Rota e la zuppa di pesce sono solo alcuni dei piatti che il viaggiatore non si deve perdere. Le seppie con patate, le vongole, la marinatura, lo sgombro con pasta corta, completano qualsiasi menu di degustazione. Per quanto riguarda il vino, consigliamo una Denominazione di Origine Jerez-Xérès-Sherry e Manzanilla-Sanlúcar de Barrameda.La Costa de la Luz ospita interessanti località che conciliano centri urbani monumentali e spiagge sull'Atlantico. Sanlúcar de Barrameda, dove si svolgono le corse dei cavalli sulla spiaggia (festa dichiarata di Interesse Turistico Internazionale), Puerto Real, San Fernando, Chiclana o Conil de la Frontera mostreranno il meglio della tradizione marittima della provincia di Cadice. Da El Puerto de Santa María non si può non prendere il vaporetto, Vaporcito del Puerto, che condurrà il visitatore dall’altra parte della baia, a Cadice. Qui i quartieri di La Viña, Santa María e il Pópulo mostreranno la migliore tradizione carnevalesca e flamenca della regione. Tuttavia, se parliamo di flamenco, la culla delle gole più famose è Jerez de la Frontera. Si tratta di una città aristocratica, nella quale le cantine e i cavalli andalusi (protagonisti della Fiera del Cavallo, anche questa di Interesse Turistico Internazionale) meritano una visita, e a questa si dovranno aggiungere anche le belle chiese e la maestuosa cittadella.

Chiudi




Da non perdere



Mappa/Localizzazione