Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie



Porto di Cullera. Valencia

Localizzazione

Comunità Autonoma:
Comunità Valenciana

Provincia / Isola:
Valencia

Valencia-València

La mediterranea località di Cullera è situata al centro della Costa di Valencia, tra mare e montagna. Questa città, sorta tra la Muntanya d’Or e della foce del fiume Júcar, affianca un centro storico curato a moderni impianti e zone residenziali dedicati al turismo di sole e spiaggia. Valencia, il Parco Naturale de La Albufera, città storiche e innumerevoli spiagge sono solo alcune delle attrazioni che offre questa costa. E non bisogna dimenticare la squisita gastronomia della provincia di Valencia, nella quale il riso e i prodotti del mare e del campo si uniscono per dar vita a succulenti piatti.

Leggi tutto

Le acque trasparenti del Mediterraneo e la temperatura mite fanno di Cullera la meta ideale per coloro che desiderano trascorrere il tempo libero vicino al mare. Ben collegata a Madrid e Barcellona, Cullera è una meta molto interessante per qualsiasi tipo di turista. Qui infatti è possibile praticare sport acquatici, fare immersioni, sentierismo, passeggiare tranquillamente nel centro storico, o semplicemente nuotare in queste acque tranquille e prendere un po' di sole. Il porto turistico fluviale è uno dei luoghi che meritano di essere visti. Tra spiagge e aranciOrti e campi coltivati con aranci circondano un litorale con acque poco profonde, ideali per i più piccoli. Le spiagge di Cullera si distinguono per la varietà degli ecosistemi e delle strutture. La spiaggia del Faro è l'ideale per gli amanti delle immersioni e della pesca, mentre la spiaggia di San Antonio si trova vicino al lungomare. La spiaggia di Marenyet, invece, è indicata per chi desidera praticare il nudismo. In totale, sono 13 chilometri di spiagge e insenature alle pendici del monte d'Ór, anche detto delle Rabosses. Inoltre, questa zona è circondata da lagune di acqua dolce, tra le quali segnaliamo quella di Estany Gran. Qui gli amanti della pesca sportiva potranno divertirsi e degustare alcune delle specialità dei vicini ristoranti.Tra i piatti della zona ricordiamo la paella (di carne, frutti di mare, verdura o mista), il riso a banda (tipo di riso cucinato con il brodo di pesce e servito con una salsa a base di aglio) o l'arroz negro (al nero di calamari). I pesci del Mediterraneo si preparano al forno, stufati o fritti, mentre le carni della sierra si cucinano alla brace. Il pollo e il coniglio sono particolarmente apprezzati in questa regione e vengono preparati in diversi modi. Per quanto riguarda i dessert, l'arancia di Valencia è l'ingrediente principale. Le carni vengono accompagnate dai vini di Valencia e di Utiel-Requena a Denominazione di Origine Controllata. Vale anche la pena provare l'horchata, una bibita fresca a base di cipero dolce, che detiene il riconoscimento di Denominazione di Origine Controllata.La visita a Cullera consente anche di ammirare un ricco patrimonio storico artistico in cui si distinguono due strutture importanti. Nel punto più alto della città si ergono il Castello medievale e il santuario della Mare Deu del Castillo, in stile neoromanico. Questa posizione strategica permetteva di tenere sotto controllo sia il litorale sia il territorio circostante. Questo splendido complesso viene arricchito dall'eremo di Santa Ana e dalla Torre della Reina Mora. Il faro di Cullera e la grotta di Dragut, invece, si trovano dall'altra parte della montagna. In questa grotta museo si può ammirare una cappella gotica ampliata nel XVII secolo. ValenciaOltre a Cullera, nella costa orientale spagnola si trovano altre località importanti. Valencia, la città principale di questa comunità autonoma, possiede un ricco patrimonio artistico e un nucleo urbano ricco di giardini e spazi verdi. Fanno parte della ricca offerta culturale di questa città la Città delle Arti e delle Scienze, l'Istituto di Arte Moderna di Valencia (IVAM) e la Borsa della Seta dichiarata dall'UNESCO Patrimonio dell'Umanità. Nelle vicinanze si trova il Parador de Turismo di El Saler, che mette a disposizione dei propri ospiti un'eccellente struttura.Al sud di Valencia c'è il Parco naturale dell'Albufera, una delle zone umide più importanti al mondo nonché Zona di protezione speciale per gli uccelli. Riveste una particolare importanza poiché grazie alla sua struttura possiede quattro habitat diversi: la Restinga o banco di sabbia, formata da dune mobili e piccole saline; il Marjal, formato da una zona palustre; l'Albufera, il cuore del parco; e il Monte. L'acqua dell'Albufera attraversa la striscia di terra tramite tre gole o canali e arriva al mare. Ogni area ha una vegetazione diversa. Uccelli, pesci e molluschi sono i re del Parco. Diversi itinerari, a piedi e in bicicletta, permettono al turista di avvicinarsi ai migliori punti di osservazione.Per conoscere un poco meglio la parte interna della provincia, si consiglia di visitare Játiva/Xátiva o Alzira, citta con centri storici in cui è possibile ammirare castelli e palazzi medievali, chiese gotiche e interessanti musei in cui è possibile approfondire le proprie conoscenze di storia.

Chiudi




Da non perdere



Mappa/Localizzazione