Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie



El niño de la espina. Jardines de Aranjuez

Localizzazione

Comunità Autonoma:
Madrid

Provincia / Isola:
Madrid

Madrid

  • x

    Patrimonio Mondiale, certificato concesso dall'UNESCO.


Un centro dichiarato Complesso Storico-Artistico, palazzi reali e giardini sulle rive del Tajo: è questo che caratterizza la cittadina di Aranjuez. I concetti dell’Illuminismo, adattati allo sviluppo urbanistico delle città, trovano qui un equilibrio tra la natura e la mano dell’uomo, tra i corsi d’acqua e lo stile dei giardini, tra il bosco e l’architettura dei palazzi. È per questo che nel 2001 Aranjuez è stata dichiarata dall’UNESCO Paesaggio Culturale dell’Umanità. Il Treno della Fragola e le Feste del Motín, di Interesse Turistico Nazionale, sono solo alcuni degli appuntamenti culturali che attendono il turista in questa località nei pressi di Madrid.

Leggi tutto

La pianura di Aranjuez, tra i fiumi Tajo e Jarama, è stata abitata fin da tempi antichissimi. La struttura attuale del nucleo abitato risale al regno di Filippo II (XVI secolo), che concesse alla località il titolo di Luogo Reale. Filippo V (XVII-XVIII secolo) e Carlo III (XVIII secolo) trasformarono Aranjuez in un nucleo abitato cortigiano nel quale l’architettura nobiliare si mescola a boschi e giardini, riflettendo perfettamente il gusto estetico dell’Illuminismo. Il tracciato ortogonale delle strade del centro storico si deve alle idee razionaliste dell’epoca. Uno dei gioielli di questa città della provincia di Madrid è il Palazzo Reale, che fu il motore del suo sviluppo. L’aspetto attuale è il risultato di riforme e ampliamenti che cominciarono con l’opera di Juan Bautista de Toledo, architetto di Filippo II. Con il passare degli anni parteciparono ai lavori anche altri architetti al servizio dei re spagnoli, come Juan de Herrera (artefice del monastero de El Escorial) e Francesco Sabatini (architetto di Carlo III che realizzò vari edifici a Madrid). Le sue stanze sono ricche d’elementi barocchi come quelli che possiamo visitare nelle sale degli orologi, delle porcellane e dei dipinti (con opere di Luca Giordano, Vicente López ed Esquivel).I Giardini di AranjuezUn altro degli elementi caratteristici di Aranjuez sono i giardini. Davanti alla facciata orientale del palazzo si trova il Giardino del Parterre, in stile inglese, nel quale sono degne di nota le sculture delle fontane. Dall'edificio del Palazzo Reale partono altri due giardini. Quello dell’Isola, così chiamato perché si estende tra il corso del Tajo e la Ría, è un luogo ideale per fare passeggiate. Il Giardino del Príncipe è più boscoso e in stile francese e gotico. Il bacino del fiume, le fontane e le piazze fanno da cornice alla Casa del Labrador. Si tratta di un altro palazzotto che ricorda i padiglioni di Versailles (Parigi) e ospita interessanti dipinti. Anche il resto della cittadina è costruito secondo gli stessi principi, come dimostra la disposizione delle strade, nel più puro stile barocco. Le costruzioni uniformi, le strade alberate e i viali spaziosi sono alcuni degli elementi che la caratterizzano. Il tracciato delle vie facilita la visita di altri importanti monumenti come la Fontana di Mariblanca, il Teatro Reale, la Casa di Oficios y Caballeros e il Mercato. La città ospita anche altri palazzi, come quelli di Osuna, Medinaceli e Godoy. Il convento di San Pascual (opera di Sabatini con dipinti di Megs e Tiepolo) e le chiese di Alpajés (un edificio in mattoni con un portico barocco) e San Antonio (con una grande cupola e colonne ioniche) sono begli esempi di architettura religiosa. La stazione ferroviaria di Aranjuez, in un particolare stile neomudéjar, è un altro dei monumenti della città. Le sue strade ritornano al passato, quando entra in funzione il Treno delle Fragole, tra maggio e settembre. Un'antica locomotiva a vapore traina i vagoni durante tutto il percorso. Si possono visitare anche il Real Cortijo de San Isidro, un complesso formato da palazzotti e giardini.Aranjuez, città cortigiana per vari secoli, conserva numerosi edifici relazionati con il tempo libero. L'arena ospita il Museo “Aranjuez: una festa”, nel quale il visitatore può avvicinarsi al mondo delle corride e alla storia delle attività per trascorrere tempo libero nella città. Le antiche rimesse delle carrozze della Regina Madre, inoltre, ospitano il Centro Culturale Elisabetta Farnese, che offre esposizioni, conferenze e concerti.Un buon momento per visitare la città è la celebrazione delle Feste della Rivolta (Motín), dichiarate d'Interesse Turistico Nazionale. Si può assistere a rievocazioni dell’assalto al Palazzo di Godoy e della Rivolta, a encierros (corse davanti ai tori), corride, competizioni di canottaggio sul Tajo e performance di gruppi musicali. Il Club Scuola di Canottaggio del Tajo e l’ippodromo di Legamarejo e le altre scuole d’equitazione, offrono ulteriori possibilità per per trascorrere il tempo libero.GastronomiaI campi che circondano Aranjuez forniscono alla cucina locale carciofi, cavoletti di Bruxelles, fave e asparagi, utilizzati nell'elaborazione di diverse ricette. La caccia, attività tradizionale in questi boschi, offre ottimi fagiani, pernici e quaglie. Le fragole sono un’altra delle specialità della zona. La provincia di Madrid ci offre vari percorsi per conoscere tutti i suoi angoli. Nella capitale, la Madrid degli Asburgo e dei Borboni, i musei del Prado, Thyssen e Reina Sofia, i quartieri popolari di Lavapiés e Chamberí e le boutique alla moda del quartiere di Salamanca sono alcune delle sue attrazioni. Altri due gioielli madrileni, Patrimonio dell’Umanità, sono Alcalá de Henares e il Monastero di El Escorial. Ad Alcalá possiamo visitare la famosa Università Complutense, la Casa Natale di Miguel de Cervantes (autore del Don Chisciotte), numerosi palazzi e vari conventi religiosi. El Escorial, costruito per ordine di Filippo II nella sierra di Guadarrama, è uno dei monumenti più importanti della Comunità di Madrid, opera di Juan de Herrera. Il Castello di Manzanares el Real e la piazza Mayor di Chinchón sono altre attrazioni delle località di questa zona.

Chiudi




Da non perdere



Mappa/Localizzazione