Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie



Università di Alcalá

Localizzazione

Comunità Autonoma:
Madrid

Provincia / Isola:
Madrid

Madrid

  • x

    Patrimonio Mondiale, certificato concesso dall'UNESCO.


Questa località madrilena, culla dell’illustre Miguel de Cervantes, autore del “Don Chisciotte”, e di una delle più prestiogiose università spagnole, è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Il suo ricco patrimonio monumentale formato da chiese, conventi ed edifici universitari ci permette di avvicinarci alla vita castigliana del Secolo d’oro spagnolo. Nel centro storico si trova anche la locanda Hostería del Estudiante, convertita oggi in Parador de Turismo. Le sue mura, con oltre quattrocento anni di storia, creano l’ambiente ideale per degustare il meglio della gastronomia locale.

Leggi tutto

L'antica Complutum romana e la Al-kala-en-Nahr musulmana vissero il loro periodo di maggiore splendore con la creazione dell'Universitas Complutensis, fondata dal cardinale Cisneros (sec. XV). A partire da allora la città divenne un centro culturale che attrasse molti eruditi, determinando al contempo la nascita di numerosi conventi religiosi. Non bisogna infatti dimenticare che al tempo l'educazione era prerogativa della Chiesa. Parte della cinta muraria di Alcalá de Henares si trova in prossimità del Palazzo Arcivescovile. Percorrendo il perimetro delle mura si possono ammirare le opere di vari artisti nel Museo di Sculture all'Aperto. Il palazzo fu costruito a partire dal XIII secolo e proprio a questo periodo risale il Torrione del Tenorio. La facciata principale è opera di Alonso de Covarrubias del XVI secolo. Il cortile ospita nel mese di novembre la tradizionale rappresentazione del "Don Giovanni", opera eccezionale del Siglo de Oro spagnolo. Nei pressi del Palazzo Arcivescovile si trovano il convento di San Bernardo e quello della Madre de Dios. Quest'ultimo ospita oggi il Museo Archeologico della Comunità di Madrid. La Cattedrale Dirigendosi verso la Cattedrale dei Santos Niños Justo y Pastor si trova l'Oratorio di San Filippo Neri, che ospita l'unica congregazione religiosa maschile rimasta ad Alcalá. Sculture di Gregorio Fernández e Pedro de Mena, famosi artisti di epoca barocca, ornano l'interno della sua semplice chiesa. La biblioteca custodisce più di 8000 volumi, tra i quali si segnalano due incunaboli. A ridosso della cattedrale gotica nel XVII secolo fu eretta una torre in stile herreriano. Il campanile, come accade spesso in numerose torri di Alcalá, è stato scelto dalle cicogne per nidificare. La facciata della chiesa, situata su una piazza aperta, funge anche da scenografia durante la messa in scena del "Don Giovanni" nel giorno d'Ognissanti. Percorrendo i portici della Calle Mayor si giunge presso la Casa Museo di Cervantes. Si tratta di un edificio tipicamente castigliano provvisto di cortile centrale intorno al quale si distribuiscono i diversi ambienti. Mobili e utensili dell'epoca testimoniano lo stile di vita del XVII secolo. È di grande interesse anche la collezione di materiali legati all'opera dello scrittore, come le antiche edizioni del "Don Chisciotte" e le molteplici traduzioni. Altre zone interessanti della città sono quelle intorno a piazza Cervantes e all'antica Università. Nella piazza si trova la Corte delle Commedie, un importante teatro all'aperto dove si rappresentavano opere di Lope de Vega e Calderón de la Barca, due autori che studiarono proprio qui. La costruzione conserva alcuni elementi del tempo, ma adesso assomiglia piuttosto agli edifici pubblici eretti durante il regno di Carlo III, mostrando anche la presenza di influenze romantiche successive. Nella zona si trovano anche il Comune, il Centro di Interpretazione Gli Universi di Cervantes, il Collegio di Malaga e il Convento di Santa Orsola. L'Università Uno dei monumenti più importanti di Alcalá de Henares è l'Università, all'interno del Collegio di San Ildefonso. Fondata dal cardinal Cisneros, conserva alcune aule dell'edificio originario. L'odierna facciata plateresca risale al XVI secolo, mentre all'interno racchiude bei chiostri e cortili rinascimentali e barocchi. Nelle immediate vicinanze si trova il Collegio di San Pedro e San Pablo, costruito in mattoni in uno stile sobrio. L'antico Collegio Minore di San Jerónimo ospita l'Hostería del Estudiante, integrata nella rete dei Paradores de Turismo. L'elemento più caratteristico è il Patio Trilingue, così chiamato perché in questo collegio s'impartivano lezioni di latino, greco ed ebraico. Costruito nel XVI secolo in stile rinascimentale e mudejar, possiede un bel giardino, un pozzo e un cortile con colonne. La sua cucina offre la possibilità di assaporare piatti della tradizione castigliana: zuppa d'aglio, "cocido" madrileno (zuppa di ceci e carne) e arrosti. E per dessert cioccolata con crostini di pane. Merita una visita anche l'antico Collegio del Re, dove i figli dei domestici dei sovrani potevano studiare. Oggi questo edificio ospita l'Istituto Cervantes, un ente dedicato alla conservazione e diffusione della lingua spagnola. A fianco si trovano la chiesa e la scuola della Compagnia di Gesù, oggi Facoltà di Giurisprudenza e chiesa di Santa María. Si tratta di uno dei molti edifici storici della città attualmente destinati a usi didattici, perché Alcalá de Henares è ancora oggi un'importante città universitaria. Treno di Cervantes

Per recarsi da Madrid ad Alcalá de Henares è possibile prendere un treno turistico. Durante il percorso diversi attori rappresentano alcuni dei passaggi più famosi del Don Chisciotte. Il biglietto include l'accesso ad alcuni dei luoghi di visita più famosi della città. Il treno parte dalla stazione di Atocha (Madrid) ed è generalmente operativo il sabato da aprile a giugno. Tutta la provincia

La provincia di Madrid offre vari itinerari che consentono di scoprirne ogni angolo. Nella capitale, la Madrid degli Asburgo e dei Borboni, i musei del Prado, Thyssen e Reina Sofía, i quartieri popolari di Lavapiés e Chamberí, come pure le boutique alla moda del quartiere Salamanca sono alcune delle proposte più interessanti. Altri due gioielli della provincia, iscritti nell'elenco del Patrimonio Mondiale, sono Aranjuez e il Monastero dell'Escorial. I giardini e i palazzi di Aranjuez integrano un interessante centro cittadino dove il fiume, il bosco e il tracciato urbano conformano un modello di città razionalista. El Escorial, costruito per ordine di Filippo II sulla sierra di Guadarrama, è opera di Juan Herrera, nonché uno dei monumenti più importanti della Comunità di Madrid. Il Castello di Manzanares el Real e la Plaza Mayor di Chinchón sono altri luoghi di interesse della zona.

Chiudi




Da non perdere



Mappa/Localizzazione