Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie



Borsa della Seta. Valencia

Localizzazione

Comunità Autonoma:
Comunità Valenciana

Provincia / Isola:
Valencia

Valencia-València

Valencia è una delle poche città al mondo in grado di far convivere armonicamente le vestigia delle proprie origini, che risalgono all’anno 138 a. C., e gli edifici più sofisticati e all’avanguardia costruiti nel nuovo millennio.
Valencia significa commercio e cultura, cinema, teatro, musei, musica, affari. È un centro del design internazionale e d’avanguardia, e una delle città più attive d’Europa per l’organizzazione di fiere e convegni.
Storicamente, per la sua felice posizione geografica, Valencia è stata la porta della Spagna sul Mediterraneo e possiede il fascino speciale che solo le città porto di mare sanno avere. E poi, la sabbia fina e l’acqua limpida, la vastità del mare aperto e la vicinanza delle montagne al litorale conferiscono alla costa di Valencia una bellezza particolare.

Leggi tutto

Notevoli le spiagge e le dune di Canet d’En Berenguer, dove la costa offre centri ludici e residenziali, così come a nord del capoluogo spagnolo: qui sorgono piccoli centri turistici (La Pobla de Farnals, Alboraya ed El Puig) dove godere del mare e del sole in una zona parte di costa che, solo pochi anni fa, era destinate alla coltivazione di ortaggi.
All’interno del territorio comunale di Valencia, le spiagge di La Malvarrosa e Levante propongono un’offerta molto variegata di locali dove assaporare le specialità locali e trascorrere una piacevole serata in riva al mare. A sud la natura fa sentire maggiormente la sua presenza nella spiaggia del Saler e nel Parco Naturale dell’Albufera, dove è possibile prendere il sole immersi in un paesaggio eccezionale. Le spiagge di Cullera, Gandía e Oliva uniscono all’interesse paesaggistico i numerosi impianti sportivi e per il tempo libero.
L’interno della provincia, invece, serba interessanti itinerari, come quelli tracciati lungo il corso del fiume Turia, e incantevoli borghi come Buñol, Requena o Xátiva.

Chiudi




Da non perdere



Mappa/Localizzazione



Valencia Per te

Culturale

Dal foro romano alla Città delle Arti e delle Scienze

Passeggiando per Valencia è possibile percepire tra le mura e nelle strade le tracce di un passato ancora vivo. Dai resti del foro romano fondato da Junius Brutus, che diede origine a Valentia, rinvenuti nell'attuale piazza della Virgen, all’emblematica Città delle Arti e delle Scienze, la fisionomia della città ha subito varie trasformazioni e sono stati portati alla luce monumenti che sono testimonianza di epoche passate.

La Cattedrale di Valencia sorge nel luogo in cui fu eretta la prima chiesa della città in epoca romana e, successivamente, una moschea araba. Edificata tra il 1262 e il 1426, gli ampliamenti e le ristrutturazioni successive hanno lasciato traccia nell'interessante sovrapposizione di stili sul predominante gotico originario.
Il Miguelete, la torre simbolo di Valencia nel mondo, è il campanile gotico della Cattedrale. Si innalza su 50,85 metri d’altezza, misura equivalente a quella del suo perimetro. Lo sforzo necessario per salire i 207 gradini che portano in cima, è ampiamente ricompensato dalle splendide vedute sulla città.
Di particolare interesse, sempre nella piazza della Virgen, la Basilica della Virgen de los Desamparados e, molto vicino, il Convento Reale di Santo Domingo, eretto dall’ordine dei domenicani nel XIII secolo con l’approvazione del re Giacomo I. Nel centro storico di Valencia è possibile vedere altre chiese interessanti, in particolare quelle di Santa Catalina, San Nicolás e San Martín.
L’architettura civile occupa un posto di rilievo nella storia della città. Delle antiche mura medievali si conservano due porte d’accesso, le Torri di Serranos e le Torri di Quart.

Leggi tutto

L’architettura civile occupa un posto privilegiato nella storia della città. Dell’antica muraglia medievale si conservano due antiche porte d’accesso alla città, le Torri di Serranos e le Torri di Quart.

Il Palazzo della Generalitat, edificato nel XV secolo e ampliato tra il XVII e il XX secolo, è in stile gotico. L’edificio, attualmente sede del Governo della regione autonoma, si distingue dall’esterno per il torrione rinascimentale che s'affaccia sulla piazza di la Virgen.

Tuttavia, ciò che colpisce di più è la Borsa della Seta, un elegante edificio gotico eretto alla fine del XV secolo e dichiarato Patrimonio dell’Umanità. È un antico luogo di transazioni commerciali e all’interno ospita dei veri e propri tesori, come il monumentale Salone delle Colonne, il Torrione Centrale e la Sala delle Assemblee del Consolato del Mare. Il Municipio, in pieno centro storico della città, fa parte nell’antico gruppo della Casa Reale de la Enseñanza del XVIII secolo. Anche il modernismo ha lasciato alcune tracce nella città, come il Mercato Centrale, costruito in ferro, cristallo e azulejos (piastrelle decorate), il Mercato di Colón o la Stazione del Nord.

A quest’importante eredità architettonica si unisce un gran numero di musei. Uno dei simboli della città è la Città delle Arti e delle Scienze, un complesso futurista che ospita il Cinema-Planetario L’Hemisféric, il Palazzo delle Arti, dedicato alla promozione e alla diffusione dell’arte, il Museo delle Scienze Principe Felipe e il Parco Oceanografico Universale.

Valencia, grazie all’Istituto Valenciano di Arte Moderna (IVAM), occupa uno dei primi posti nel panorama dell’arte contemporanea spagnola. Dispone di nove gallerie che ospitano le collezioni permanenti di Julio González e Ignacio Pinazo, nonché altre mostre temporanee di pittura, fotografia e arte moderna, dalle avanguardie degli inizi del secolo a oggi.

Il Museo delle Belle Arti San Pío V, situato in un edificio barocco, è uno dei più rinomati della Spagna grazie alle sue collezioni di primitivi valenciani, autori della scuola di Valencia come Hernando Yáñez de la Almedina, Juan de Juanes, los Ribalta, Ribera, Espinosa, Vicente López, Sorolla e Pinazo e altri della caratura di Pinturicchio, Andrea del Sarto, Van Dyck, Murillo, Velázquez, Bosch, El Greco e Goya. Il museo, inoltre, ospita sculture di Mariano Benlliure e interessanti reperti archeologici.

Un’altra notevole pinacoteca si trova nel complesso del Colegio del Corpus Christi. Il Museo del Patriarca vanta una collezione pittorica di opere del XVI e XVII secolo, nonché opere di Juan de Juanes, El Greco e dei primitivi fiamminghi. Sull’altare maggiore della chiesa è possibile ammirare “L’ultima cena” di Ribalta, oltre agli arazzi fiamminghi nella Cappella della Comunión. Il Museo Nazionale della Ceramica e delle Arti Suntuarie González Martí si trova presso il Palazzo del marchese di Dos Aguas, edificato verso la fine del XV secolo e ristrutturato nel XVIII secolo. Al suo interno è possibile ammirare una vasta collezione di oggetti di ceramica di Manises, Paterna e Alcora, alcuni dei quali risalenti all’epoca cristiana. Sono di grande interesse anche le collezioni di ceramiche antiche, i socarrats (piastrelle lisce dipinte su maiolica), gli oggetti cinesi e giapponesi e quelli firmati da autori come Picasso. Il carattere festivo degli abitanti di Valencia è racchiuso in due musei: il Museo Fallero, che raccoglie i ninots indultats (i pupazzi di cartapesta risparmiati dal fuoco) dal 1934 e altri elementi che illustrano la storia delle Fallas, e il Museo dell’Artista Fallero, che ospita una mostra di bozze, manifesti, fotografie e ninots indultats. Da non perdere nemmeno il Museo della Città né il Museo Storico Comunale, nonché le case di personaggi illustri quali Vicente Blasco Ibáñez o José Benlliure.

Chiudi


Attiva

Infinite possibilità sulle rive del Mediterraneo

Le temperature miti del Mediterraneo invogliano a praticare sport all’aperto quasi tutto l’anno. Il capoluogo valenciano è dotato di importanti strutture sportive per chi desidera mantenersi in forma, come i moderni impianti dei Giardini del Turia.

Il Club Nautico Reale di Valencia è il luogo ideale per navigare, ma lungo tutti i 112 chilometri di costa della provincia è possibile praticare sport acquatici diversi, come vela, immersioni e windsurf.
Valencia è un paradiso anche per gli amanti del golf che possono cimentarsi in ben sei campi, quattro dei quali da 18 buche: El Saler, El Bosque, Escorpión e Oliva Nova.
Inoltre, il paesaggio montuoso dell’entroterra della provincia è la cornice ideale per sport come trekking, cicloturismo, torrentismo, canottaggio, itinerari a cavallo, voli con ultraleggero e parapendio.    


Gastronomica

Sapori di mare e di terra

La paella è il piatto tipico di Valencia e il più rinomato tra i piatti spagnoli.

Rappresenta il trionfo dei sapori di terra, mare e monti, uniti per dare un risultato eccezionale, che ogni volta può essere differente, perché esistono così tante varietà di paella che sarebbe possibile gustarne una nuova ogni giorno. Per quanto possiate restare in città, potrete sempre provarne una diversa.


Per i giovani

Ampia offerta di festival, concerti ed eventi durante tutto l'anno

Valencia offre ogni tipo di divertimento per i giovani. Anche le Fallas propongono un programma di attività specialmente pensate per loro, come i concerti notturni organizzati nei giardini delle serre.

Il grande piazzale interno si trasforma in un auditorium improvvisato di recital, specialmente durante la festa di luglio, e in primavera i viali si popolano con gli stand della Fiera del Libro e di altre manifestazioni culturali.
In occasione della celebrazione delle Fallas i locali all’aperto si riempiono di gente che spesso li affollano fino alla fine di ottobre. Infatti il mite clima mediterraneo permette di vivere intensamente la notte di Valencia. La città offre numerosi posti con un’atmosfera molto vivace: diversi bar, pub e discoteche insieme ai tanti locali che hanno aperto vicino al mare, trasformando la spiaggia della Malvarrosa e il lungomare in un'importante zona di svago.
Se lo preferite, in provincia di Valencia potrete visitare alcune delle discoteche più famose della Spagna, soprattutto lungo la strada litoranea che da Valencia porta a Cullera. Il vecchio alveo del fiume Turia si apre ai giovani per offrire uno degli spazi di svago più estesi del capoluogo: i Giardini del Turia, che si possono attraversare a piedi o in bicicletta, sfruttandone gli impianti sportivi. Qui si trova anche la Città delle Arti e delle Scienze, complesso dedicato alla cultura e al tempo libero. dove i giovani potranno vedere film in 3D nel Cinema Planetario-L’Emisferico, visitare il Museo delle Scienze Principe Felipe o scoprire L’Oceanografico, il centro marino più grande d'Europa.

Leggi tutto

Valencia para jóvenes

Non bisogna dimenticare, inoltre, eventi quali il Valencia Escena Oberta, festival di teatro di strada o il Festival internazionale di cinema per giovani, durante il quale vengono proposte le opere dei realizzatori più giovani. Gli amanti della cultura alternativa trovano il loro spazio durante il Festival di musica alternativo che viene organizzato a luglio e che, oltre a concerti, include molte altre attività, ad esempio teatro, moda, volontariato ecc.

Valencia apre i suoi musei ed esposizioni ai giovani tramite tariffe speciali. Grazie alla ISIC card e alla carta studenti è possibile ottenere interessanti sconti all'entrata della maggior parte di musei ed esposizioni. Per muoversi all'interno della città, i giovani possono usufruire di un abbonamento mensile ai trasporti con un prezzo ridotto rispetto alla tariffa normale.

Chiudi


Con bambini

Una città pensata per i più piccoli

Valencia offre un’infinità di proposte appositamente pensate per il pubblico dei più piccoli. In tutta la città sono presenti numerosi giardini che abbelliscono il paesaggio urbano e offrono gradevoli momenti di svago.

Nel centro infantile Parco Gulliver i più piccoli potranno divertirsi con il famoso gigante addormentato ricoperto da scivoli, il modellino su scala della città circondato da un minigolf, una scacchiera gigante, piste e rampe di pattinaggio e un’infinità di giochi presenti in questi giardini al centro della città. L’Orto Botanico, considerato uno dei più completi e interessanti d'Europa, i Giardini di Monforte, in stile neoclassico, e i vasti Giardini del Turia sono altri spazi verdi da visitare. Gli amanti degli animali, invece, potranno recarsi al Bioparco, uno zoo di nuova generazione basato sul concetto di “zoo-immersione”, che permette ai visitatori di muoversi all’interno di habitat selvaggi senza vedere le barriere che li separano dagli animali.
Presso i margini dell’antico alveo del fiume si trova uno dei simboli della Valencia più avanguardista, la Città delle Arti e delle Scienze. Sorprendente per le dimensioni e l'architettura, questa struttura permette di vedere film in tre dimensioni nel Cinema Planetario-L’Emisferico, di imparare in modo interattivo nel Museo delle Scienze Principe Felipe e di scoprire L’Oceanografico, l'acquario più grande d'Europa.
Neanche il calendario delle feste di Valencia dimentica i bambini, che potranno partecipare attivamente alle Fallas infantili, in cui vengono organizzate attività di ogni tipo specialmente pensate per i più piccoli. Il fine settimana e i giorni festivi la maggior parte dei cinema della città propongono matinee. Infine, durante tutto l'anno, ma in particolare in estate, bambini e adulti potranno godere delle splendide spiagge urbane di Levante e della Malvarrosa.


Shopping

Per le strade di Valencia si possono osservare centinaia di vetrine e lasciarsi sorprendere dai negozi che vendono prodotti artigianali o del design più moderno. Ventagli, lavori all’uncinetto, ceramiche di Manises e capi d’abbigliamento sono solo alcuni dei prodotti che potrete acquistare nel capoluogo valenciano.

Indipendentemente dai gusti e dalle preferenze personali, a Valencia è possibile trovare tutto quello che si cerca. Le possibilità di shopping sono numerosissime. I negozi di artigianato del centro storico, quelli più moderni nei pressi di via Colón, i mercatini e i numerosi centri commerciali di questa città mediterranea mettono a disposizione del turista un’offerta di prodotti ampia e differenziata.
Altri dati utili
Orari: la maggior parte dei negozi è aperta dalle 10.00 alle 14.00 e dalle 16.30 alle 20.30. I centri commerciali fanno orario continuato dalle 10.00 alle 21.30.
Saldi: in genere iniziano la seconda settimana di gennaio e durano fino alla fine di febbraio per la stagione invernale, e dal 1 luglio fino alla fine di agosto per la stagione estiva.
Modalità di pagamento: il metodo più diffuso è in contanti o con carta di credito, sempre mostrando il passaporto o un documento di identità.
Tax Free: i residenti nei paesi al di fuori dell’Unione Europea hanno diritto al rimborso dell’Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) per acquisti con importo superiore a 90,15 €.
Valencia Card: grazie a questa tessera, che può essere acquistata presso alcuni hotel, tabaccherie ed edicole, è possibile ottenere interessanti agevolazioni, come l’utilizzo gratuito dei mezzi pubblici di trasporto di Valencia e sconti in negozi, ristoranti, spettacoli e centri di svago.


Per gli affari

Punto di incontro per grandi eventi professionali

Valencia è diventata un importante centro congressi in Europa, nonché un punto di incontro di alto livello per coloro che desiderano sviluppare le proprie attività, o partecipare alle fiere.

Delle strutture adeguate all'organizzazione di qualsiasi tipo di congresso o riunione professionale, un’ottima rete di comunicazione che consente di accedere facilmente alla città, una vasta scelta di soluzioni per il pernottamento e un clima invidiabile tutto l'anno garantiscono un soggiorno perfetto a coloro che si recano a Valencia per motivi di lavoro. È una città cosmopolita dove è possibile rendere compatibile l'attività professionale con il tempo libero grazie alla vasta offerta culturale e gastronomica.

Il palazzo dei congressi di Valencia consolida questa offerta e converte la città in un luogo ideale per l'attività commerciale e lo scambio culturale. In questo spazio si combinano perfettamente la progettazione più audace con le tecnologie e le attrezzature più moderne: auditorium con qualsiasi tipo di attrezzatura, sale riunioni, ristoranti, bar... E all'esterno, 7000 metri quadrati di verde con fontane e stagni si convertono nel posto ideale per riposare e svagarsi.

L’ente Feria Valencia, pioniera tra quelle spagnole, organizza più di 40 manifestazioni all'anno, alle quali partecipano circa 10.000 espositori provenienti da tutto il mondo e più di un milione di visitatori. Il recinto fieristico è dotato di un'infrastruttura completa per l'organizzazione di congressi e riunioni.

Nel giardino del Turia, il Palazzo della Musica e dei Congressi è la cornice ideale per l'organizzazione di conferenze ed esposizioni, nel pieno centro della città.


Di notte

Valencia è una città dove la notte viene vissuta con speciale intensità. Sono numerosi i posti dall’atmosfera molto vivace: bar, pub, discoteche e diversi locali vicino al mare che hanno trasformato la spiaggia della Malvarrosa e il suo lungomare in un'importante zona di svago. Ecco alcuni suggerimenti per vivere la notte di questa città, dalla prima serata all’alba.

La notte di Valencia è popolata di gente con voglia di divertirsi, ascoltare musica e ballare. La zona più frequentata è il quartiere del Carmen, nel cuore del centro storico, ma sono conosciuti anche i locali di viale Aragón e delle piazze di Cánovas, Honduras e Xúquer. L'ambiente più giovane e universitario si concentra invece in viale Blasco Ibáñez. Se visitate la città nei mesi di luglio e agosto, ricordatevi della zona balneare e di viale Nettuno, perché sono i posti dove la festa si prolunga di più nelle notti d’estate.

In provincia si trovano invece le discoteche spagnole più famose, in particolare sulla strada che da Valencia porta a Cullera, in prossimità delle spiagge.