Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie



Palma

Localizzazione

Comunità Autonoma:
Baleari

Provincia / Isola:
Maiorca

Mallorca

Il capoluogo dell’isola di Maiorca sorge sull’omonima baia e gode di un clima privilegiato durante tutto l’anno (17,9 °C di temperatura media annua). Conosciuto per il turismo balneare, possiede un bellissimo centro storico. La cattedrale, il palazzo dell’Almudaina, la Lonja e la piazza Mayor sono alcuni dei luoghi che vale la pena di visitare. I monumenti più belli si stagliano su una cornice punteggiata da barche di pescatori, pinete e palmeti. Il paesaggio dell’isola è costellato da cale, spiagge e scogliere, mentre all’interno vi attendono paesini tipici e sistemi montuosi che raggiungono i 1500 metri d’altezza. Una ricchezza naturalistica e culturale che invita a visitare ogni angolo di Maiorca e a conoscere più da vicino la gastronomia isolana.

Leggi tutte le informazioni disponibili sulla destinazione su:
http://palmavirtual.palmademallorca.es




Da non perdere



Mappa/Localizzazione



Palma Per te

Culturale

Un percorso attraverso l’arte e la storia

L’attuale città di Palma fu contesa, in tempi remoti, da romani, arabi e pirati berberi. Fu il sovrano Giacomo I che pose fine al dominio musulmano nell’isola mediterranea (sec. XIII) e a lui si devono le costruzioni più importanti di Palma.
Oltre le mura del XVIII secolo, che misero in fuga pirati e corsari, sorge il centro storico che vi sorprenderà con le sue chiese antiche, i palazzi e le dimore nobiliari con i loro bei cortili (ce ne sono più di 40 distribuiti in tutto il centro di Palma).
Sa Seu
La Cattedrale di Palma (Sa Seu) gode di una posizione spettacolare sulle rive della baia e del porto peschereccio. Si tratta di un’elegante chiesa gotica che conserva una grande armonia nonostante le sue grandi dimensioni. Costruita per volontà di Giacomo I sull’antica moschea della Medina Mayurqa, la Cattedrale ha volte altissime, anche se quello che attira di più è un grandioso rosone e il singolare baldacchino in ferro battuto, opera del maestro catalano Antonio Gaudí.
Di fronte alla Sa Seu sorge il palazzo dell’Almudaina. Fu palazzo arabo e residenza dei sovrani di Maiorca, e attualmente è destinato a uso museale. Il suo aspetto di fortezza araba contrasta con la ricchezza ornamentale del gotico fiammeggiante della Cappella di Santa Anna che si trova al suo interno.
Nel vicino viale Sagrera si trova la Sa Llotja (la Borsa). Questa antica borsa di contrattazione, oggi dedicata alle esposizioni, è uno dei migliori esempi di architettura gotica civile della Spagna. Le sue colonne salomoniche e le volte a crociera sorprendono in una costruzione non religiosa. Vicino alla Borsa si trova il Consolato del Mare sotto i cui archi rinascimentali ha sede il governo della regione.

Leggi tutto

Proseguendo per il Paseo Sagrera raggiungiamo il museo di arte moderna Es Baluard, con una collezione che raccoglie opere delle tendenze internazionali più significative dalla fine del XIX secolo all’attualità. In questo centro è possibile contemplare opere di artisti come Cézanne, Gauguin, Picasso, Tàpies, Kiefer o Barceló, tra gli altri. Ma non si possono tralasciare anche altri importanti musei della città, come la Fondazione Pilar e Joan Miró e la Fondazione March, le cui collezioni comprendono opere di Miró, Dalí e Juan Gris, e che organizzano abitualmente interessantissime mostre temporanee. L'itinerario può proseguire lungo il Paseo des Born. Si tratta di una delle principali arterie della città che separa il centro monumentale dai quartieri marinari e popolari di Sant Joan e del Puig de Sant Pere. Se dalla piazza Rei Joan Carles imbocchiamo la via Unió, la nostra tappa successiva è la Fondazione la Caixa. L’antico Gran Hotel, in stile modernista, accoglie un importante centro culturale. Quasi di fronte, nella pasticceria El Forn des Teatre (in un singolare stile Art Decò), potremo provare le ensaimadas (pane dolce di sfoglia) e il gató (torta alle mandorle) più famosi della città. Giungiamo quindi alla Plaza Mayor, di forte ispirazione modernista. A partire da qui si aprono i grandi viali e i boulevard che formano la zona nuova di Palma di Maiorca, la città moderna. Per tornare verso la costa dalla piazza Mayor, possiamo attraversare il centro storico e visitare la piazza Cort, il Palazzo del Comune, il Palau Vivot o la chiesa di Santa Eulària. La struttura barocca del Comune, popolarmente conosciuto come Cort, poggia su quello che fu un ospedale del XVI secolo; la chiesa invece è la prima costruzione cristiana eretta a Palma, buon esempio del gotico catalano. Altri palazzi della zona sono Can Corbella (in stile neo-mudéjar), Can Forteza Rey e l’edificio El Águila (rappresentante del Modernismo). Un’altra possibilità è quella di percorrere l'antico quartiere ebraico e il quartiere di Sa Calatrava. In questo itinerario gli appuntamenti principali sono la chiesa gotica di Sant Francesc e, nel cuore del Call (quartiere ebraico), la chiesa barocca di Montisió, eretta su una sinagoga. In prossimità del Lungomare, i bagni arabi, per non dimenticare che anche il Califfato di Cordova dominò in queste terre. In questa zona potremo visitare il Museo di Maiorca. In questo antico palazzetto si conserva una collezione composta da reperti preistorici, romani, mussulmani e medievali. A due chilometri dal centro di Palma ci attende il Castello di Bellver. Si trova un una collina alberata che presiede la baia. La sua caratteristica pianta circolare e la delicatezza dei suoi archi interni gli conferiscono più un aspetto decorativo che difensivo. All’interno vi è allestito il Museo Municipale di Storia.

Chiudi


Attiva

Meta turistica per il golf e le attività nautiche

Il clima gradevole di cui gode Palma durante tutto l’anno invita a praticare diverse attività sportive all’aperto, tra cui il golf e la nautica. Per quanto riguarda il golf solo in città ci sono ben cinque campi (tutti da 18 buche), perfettamente attrezzati e situati in begli scenari naturali.
Inoltre Palma è un autentico paradiso per tutti gli appassionati del mare, perché dispone di cinque spiagge, otto zone balneari e nove club nautici e porti turistici, ideali per scoprire la città dalla costa e per praticare attività come la vela o la pesca sportiva. Testimoniano la qualità degli impianti le gare che si svolgono abitualmente in questa città, come la Regata Coppa del Re e il Trofeo Almirante Conde de Barcelona.
Gli amanti delle emozioni forti invece, soprattutto in estate, potranno dedicarsi a sport come windsurf, kitesurf, wakeboard, skateboard e assistere a esibizioni di breakdance e capoeira in piena spiaggia. Inoltre in tutta la città è possibile trovare impianti sportivi concepiti proprio per consentire di vivere Maiorca nel modo più attivo. Anche le piste ciclabili rappresentano un’alternativa divertente per scoprire il capoluogo isolano.
Gli appassionati di cicloturismo e trekking potranno constatare come questi sport siano perfetti per visitare tutta l’isola, grazie all’ampia rete di itinerari segnalati. Da Palma un sentiero attraversa Maiorca offrendo una grande varietà di paesaggi. I rilievi della Sierra di Tramuntana superano i 1400 metri d’altezza e accolgono importanti località come Valldemossa, Sóller o Deià. Questa scoscesa cordigliera sprofonda poi nel mar Mediterraneo creando scenari indimenticabili come Cala de Deià, el Port de Sóller e Cala Sa Calobra. Oltre Andratx si trova il Parco Naturale di Sa Dragonera. Nella parte nord-orientale dell’isola si estendono le baie di Alcúdia e Pollença e la penisola di Formentor, importanti nuclei turistici popolati da pinete che si spingono fin sulle spiagge. Ad Alcúdia si conservano le mura di cinta, l’antica città romana di Pollentia e un anfiteatro. Nelle vicinanze si trova anche il Parco Naturale dell’Albufera, uno dei cinque parchi delle Baleari. Andando da Palma all’estremità più orientale dell’isola, Calarajada, si trovano località come Manacor, Artá e Capdepera. E sicuramente non si può tralasciare di visitare il Parco nazionale dell’arcipelago di Cabrera, situato di fronte alla costa meridionale di Maiorca e appartenente al territorio comunale di Palma.


Gastronomica

Modello di dieta mediterranea

La tavola delle isole Baleari rispecchia fedelmente la cucina mediterranea. Prodotti con Denominazione d’Origine come la sobrasada (salame da spalmare), il formaggio di Mahón e i vini di Binissalem-Mallorca, si accompagnano alle ricette più tradizionali. Non possono mancare il tumbet (uno stufato di patate, peperoni fritti e melanzane con salsa di pomodoro), i risotti di pesce e il pa amb oli (fetta di pane condita con olio e pomodoro). La selvaggina, il pesce, i frutti di mare, la frutta e le verdure sono gli ingredienti di base della varia gastronomia delle isole. E per terminare niente di meglio dell’ ensaimada , il dolce tradizionale, e uno dei liquori che qui si distillano (di china, gin o alle erbe).
Per conoscere l’ambiente e la cucina più tradizionale di Palma conviene recarsi in uno dei suoi vecchi caffè o degli antichi panifici. La città offre più di 1000 ristoranti che, oltre ai piatti più tipici, propongono un’ampia offerta di cucina di tutto il mondo e pietanze elaborate da chef di prestigio internazionale. I ristoranti più rinomati si trovano in zone diverse: il centro storico, il lungomare, viale del Born, Santa Catalina, Es Molinar…
Una raccomandazione: se volete acquistare prodotti tipici come sobrasada, formaggi, mandorle, dolci, ecc. niente di meglio che visitare mercati di grande fascino come quello dell’Olivar  


Per i giovani

La notte che non finisce mai

Le isole Baleari sono famose in tutto il mondo per la loro vita notturna e Palma non fa eccezione. La città offre numerosi locali all’aperto, pub e bar perfetti per bere qualcosa e grandi discoteche dove ballare al ritmo proposto da alcuni dei DJ più famosi della scena musicale. Molti di questi locali si trovano sul lungomare e non è raro imbattersi in personaggi famosi che scelgono quest’isola come meta delle loro vacanze.
Inoltre Palma offre tante alternative anche per la prima serata: il vivace centro storico o i locali in riva al mare, le proposte del casinò, spettacoli di musica, danza e acrobazie che accompagnano la cena in grandi saloni o nei tipici cortili maiorchini allestiti per l’occasione.
Durante tutto l’anno si svolgono festival, concerti, opere teatrali, danze e mostre in grandi musei come quello di Es Baluard, che permette di scoprire sia la cultura tradizionale che le ultime tendenze. Da segnalare il Festival di Musica Classica d’Inverno, ma a Palma suonano anche il jazz (con il Jazz Voyeur Festival), l’opera (davvero notevole la stagione del Teatro Principal) e la musica contemporanea, con eventi come l’Alternatilla Festival Multidisciplinare.
Le feste più tipiche della città come la Revetla di Sant Antoni, quella di Sant Sebastià e quella di Sant Joan offrono spettacoli per il divertimento e sfilate per le strade che invitano a godere di un’atmosfera carica di allegria.


Con bambini

Una città da vivere in famiglia

A Palma il divertimento e lo svago in famiglia sono garantiti. Infatti questa città mediterranea possiede cinque spiagge e otto zone balneari, tutte dalle acque praticamente tranquille e perfettamente sorvegliate nelle quali, grazie alle temperature miti, è sempre un piacere fare il bagno. Le famiglie possono anche scegliere il Palma Aquarium, situato a Playa de Palma, per una visita interattiva di giardini e acquari.
Un modo diverso e divertente di conoscere Palma in compagnia dei più piccoli è noleggiando una bicicletta o un segway presso una delle numerose imprese specializzate in questi servizi. E come conclusione perfetta di un bel viaggio, niente di meglio che una giornata nel vicino parco acquatico di El Arenal.
Per quanto riguarda l’offerta culturale, è possibile assistere a eventi adatti a pubblico di ogni età (come il Festival internazionale del teatro delle marionette) e visitare musei come il Caixa Forum che organizza numerose attività educative.   


Shopping

Ambiente tradizionale e selezionato

Palma è sempre un posto interessante per trascorrere una giornata dedicata allo shopping. Infatti questa città mediterranea ha il vantaggio di unire prestigiose zone commerciali a piccoli stabilimenti tradizionali, perfetti per scoprire come si perpetuano mestieri secolari o per acquistare prodotti tipici. È disponibile una guida in sei lingue (catalano, spagnolo, tedesco, inglese, francese e italiano) che propone quattro itinerari commerciali per fare spese in città.
A chi cerca le firme di primo piano e desidera concedersi un capriccio nei negozi più glamour, si consiglia di passeggiare per piazza Weyler, via Unió, piazza Joan Carles I e viale Jaume III, dove lo shopping è tutta una filosofia. Qui è facile trovare anche gioiellerie che vendono le perle di Maiorca, numerosi negozi di arredamento e gallerie d’arte dove acquistare un ricordo speciale della città.
Un ambiente più tradizionale vi attende in alcune zone del centro storico, come viale Artesanía, piazza Llorenç Bisbal e la Plaza Mayor (con il tipico mercato all’aperto). Qui i visitatori possono acquistare prodotti artigianali in pelle, vetro, ferro, legno... Un’opportunità unica per osservare direttamente i maestri artigiani al lavoro. Esistono poi itinerari guidati che offrono un’originale visione del commercio storico a Palma.
Altri dati utili
Orari. La maggior parte dei negozi e dei centri commerciali fanno orario continuato dalle 10.00 alle 20.00 e aprono diverse domeniche all’anno.
Saldi. In genere iniziano la seconda settimana di gennaio e durano fino alla fine di febbraio per la stagione invernale, e dal 1 luglio fino alla fine di agosto per la stagione estiva.
Modalità di pagamento. Il metodo più diffuso è il pagamento in contanti o con carta di credito mostrando il passaporto o un documento d’identità.