Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie



Moschea di Cordova

Localizzazione

Comunità Autonoma:
Andalusia

Provincia / Isola:
Cordova

Córdoba

  • x

    Patrimonio Mondiale, certificato concesso dall'UNESCO.


Situata nell’entroterra dell’Andalusia, Cordova è un compendio di passato e modernità. Questa città millenaria, dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità, è un’eredità vivente delle diverse culture che si susseguirono nel corso della sua storia. Pochi posti al mondo possono vantare di essere stati capitale prima dell’Hispania Citeriore durante l’Impero romano e dopo del Califfato degli Omayyadi. Uno splendore palpabile nell’intellettualità di questo centro del sapere e della conoscenza che ha visto nascere figure come Seneca, Averroè o Maimonide. Passeggiare per il centro storico di Cordova significa scoprire una bella trama di strette vie, piazze e cortili imbiancati a calce distribuiti intorno alla Moschea-Cattedrale, simbolo della città e testimone della sua importanza in epoca medievale.

Leggi tutto

Pur mantenendo vivo il suo splendido passato, Cordova è una città moderna che ha saputo adattarsi ai tempi nuovi dotandosi delle più moderne infrastrutture e di servizi che si uniscono ad una ampia offerta alberghiera. Ben collegata con le altre province dell’Andalusia, dispone del treno ad alta velocità (AVE) e di un’estesa rete stradale che la avvicina ai grandi nuclei urbani di Madrid o Siviglia. All’interno della città, una fitta rete di autobus e i taxi consentono al visitatore di raggiungere qualunque destinazione in pochi minuti. Cordova è anche sinonimo di arte, cultura e tempo libero, grazie alla grande quantità di eventi culturali che organizza durante l’anno: festival di flamenco, concerti, danza… attività integrate dalla possibilità di visitare i numerosi musei e da un’animata vita notturna. Anche la provincia conserva importanti testimonianze dell’eredità andalusí, in particolare ispano-mussulmana, che raggiunge la sua massima espressione a Medina Azahara, nei dintorni della città. Ma un grande spettacolo attende anche gli amanti della natura. I parchi della Sierra di Cardeña a Los Pedroches e Montoro, della Sierra di Hornachuelos e delle Sierre Subbetiche offrono la possibilità di praticare tutti i tipi di sport all’aria aperta e di apprezzare l’enorme ricchezza di questa provincia.

Chiudi




Da non perdere



Mappa/Localizzazione



Cordova Per te

Culturale

Tracce dell'antico splendore del Califfato di Cordova

Il centro storico, dichiarato Patrimonio dell'Umanità, conserva ancora tracce dell'antico splendore del Califfato di Cordova, che ha reso questa città una delle più colte e raffinate dell'Europa medievale.

Nel X secolo, sotto il dominio di Abd al-Rahman III, nella Medina c'erano mille moschee, ottocento bagni arabi e un avanzato sistema di illuminazione pubblica. Lo splendore del suo tracciato urbano competeva con Costantinopoli, Damasco e Bagdad. La Grande Moschea domina sul paesaggio. Dopo la costruzione la sua fama si diffuse rapidamente per la genialità della struttura e per la sua ricchezza. La "foresta di colonne" (ce ne sono quasi mille) edificata su una basilica visigotica è una delle principali attrattive. La pianta quadrangolare della prima moschea era suddivisa in diciannove navate, separate da una doppia serie di archi in cui si uniscono archi rialzati e a tutto sesto. L'alternarsi di mattoni e pietre, di rosso e bianco, si aggiunge a elementi decorativi in marmo intagliato, stucchi, mosaici e gessi. Oggi Cattedrale e Moschea conformano uno spazio architettonico unico poiché, dopo la Reconquista all'interno della moschea fu costruita una cattedrale in stile gotico, con l’aggiunta nel corso del tempo di elementi in stile plateresco e barocco. Le volte a botte e l’ornamentazione si uniscono così a motivi geometrici e versetti del Corano. Altra eredità ispano-musulmana è il quartiere ebraico, che si estende dalla moschea fino alle mura e alla porta di Almodóvar. È formato da un labirinto di stradine strette, con facciate imbiancate a calce e ornate da ceramiche e inferriate. In questo quartiere si trovano la piazzetta delle Flores, la casa dei duchi di Medina Sidonia e la Sinagoga, l'unica rimasta in città.

Leggi tutto

Cordova culturale

Nel XIII secolo, durante il regno di Fernando III detto il Santo, furono costruite nuove strutture difensive quali l'Alcázar dei Re cristiani e la Torre della Calahorra. L'Alcázar è una costruzione a carattere difensivo che possiede al suo interno magnifici giardini, fontane e canali di irrigazione accanto al fiume Guadalquivir. Dall'altro lato del Triunfo de San Rafael e del ponte romano si erge la Torre, che faceva parte di un castello dotato di mura. La città di Cordova si sviluppa attorno a numerose piazze. Piazza del Potro, piazza Corredera o piazza dei Cappuccini, dove si trova il Cristo de los Faroles, sono tre begli esempi di luoghi di incontro dei cordovesi. Tra i numerosi edifici del centro storico segnaliamo le chiese di San Pedro, San Andrés o de la Compañía. Per quanto riguarda i musei, i più importanti sono il Museo Taurino, il Museo Archeologico, il Museo provinciale di Belle Arti e il Museo Julio Romero de Torres. Situato nel palazzo rinascimentale dei Páez, il Museo Archeologico contiene reperti iberici, romani, visigoti, musulmani, in stile mudejar e rinascimentali. Il Museo di Belle Arti, che si trova nell'ex Ospedale della Carità, contiene un'interessante collezione di opere di artisti per la maggior parte andalusi. Tra i più importanti ricordiamo i disegni di Valdés Leal, Zurbarán, Murillo, Palomino, Antonio del Castillo o Juan de Peñalosa e le sculture di Juan de Mesa e Mateo Inurria. Sul patio del Museo di Belle Arti si affaccia anche il Museo di Julio Romero de Torres in cui sono conservate le opere di questo pittore cordovese che ha raggiunto la popolarità grazie a immagini dotate di un simbolismo populista e di un certo alone di mistero. Il Museo Diocesano di Belle Arti, situato nell'antico Palazzo episcopale, dedica una sala agli artisti della provincia. La sala dedicata all'arte medievale è spettacolare così come la collezione di arazzi e libri corali della Cattedrale. La Casa delle Bulas (sec. XVI) accoglie il Museo Taurino, in cui vengono esposte raccolte relative al mondo delle corride, molte delle quali strettamente legate alla tradizione taurina della città. A Cordova ci sono anche importati centri di arte, tra cui il Palazzo della Merced, sede della giunta regionale, e il Palazzo di Viana, noto anche come Museo dei Patii. Nei suoi saloni, oltre al ricco mobilio, vengono conservate importanti raccolte di quadri, arazzi, porcellane, azulejos e arme da fuoco. Non meno importanti sono le numerose sale esposizioni di Cordova, come la Sala Capitolare.

Chiudi


Attiva

Spazi protetti ad alto valore ecologico

Gli amanti della natura e degli sport a basso impatto ambientale possono trovare, nella provincia di Cordova, spazi protetti ad alto valore ecologico, tra i quali spiccano i parchi naturali della sierra di Cardeña e Montoro, della sierra di Hornachuelos e dei sistemi Subbetici.

In questi luoghi si trovano diversi itinerari di trekking ed è possibile praticare scalata, speleologia, mountain bike e parapendio. Gli itinerari che si snodano lungo la riva del fiume Guadalquivir e nella campagna cordovese vi permetteranno di conoscere i tesori naturali di questa provincia. La ricchezza cinegetica di Cordova è straordinaria, soprattutto nella zona della Sierra Morena. Esistono diverse zone di caccia controllata, più di 200 riserve private e circa 1300 riserve di caccia minuta. Inoltre il Guadalquivir e i suoi affluenti, così come le dighe, offrono punti perfetti per praticare la pesca con la canna. Infine, gli amanti del golf potranno praticare il loro sport preferito negli eccellenti campi del Country Club di Cordova e del Golf Club Pozoblanco, entrambi con 18 buche.    


Gastronomica

Un vasto assortimento di prodotti dell'entroterra

Il colore delle arance tutto l'anno e il profumo della zagara in primavera, sono la cornice ideale per assaporare la ricchissima offerta gastronomica (insaccati iberici, formaggi, pesce e soprattutto stufati) proposta da quasi tutti i bar e i ristoranti della città, da abbinare a bicchieri di vino generoso che a Cordova ha un sapore speciale.

Il centro storico e i quartieri di San Lorenzo, San Andrés e Santa Marina sono pieni di taverne perfette per "ir de tapas": andare da un bar all'altro per assaporare il delizioso vino di Cordova (se possibile della Denominazione d'Origine Montilla-Moriles) e piccole e varie porzioni di pietanze tipiche che molte volte vi verranno offerte gratuitamente insieme alla consumazione. Potrete provare le acciughe marinate o il caratteristico flamenquín (un involtino di carne di maiale impanato) di prosciutto crudo. Non è obbligatorio lasciare la mancia, ma è una pratica abituale.

Se cercate una cucina più elaborata, troverete magnifici ristoranti anche nella città vecchia e in centro. Ricordate che alcuni dei piatti più tipici di questa zona sono il salmorejo (una crema fredda a base di pomodoro, pane e olio d'oliva), la coda di toro e il pastel cordobés (una torta di pasta sfoglia ripiena di marmellata di zucca chiamata cabello de ángel).


Per i giovani

Ampia offerta di attività per i giovani

Cordova è una città allegra e vitale e per questo incontra facilmente il gusto dei più giovani.

Una delle abitudini più diffuse è quella di sedersi al tramonto nei bar all'aperto e le gelaterie o fare un giro per le taverne e le osterie più tradizionali. Molte presentano una decorazione particolare e alcune, come il celebre "Pepe el de la Judería", sono entrate a far parte della storia viva della città. Da non perdere anche gli spettacoli di flamenco nei tablaos del quartiere ebraico o le visite guidate notturne che partono da piazza delle Tendillas. Di notte Cordova si veste a festa: le discoteche, i pub e i locali alla moda aprono le loro porte e ci si può divertire ascoltando musica e ballando fino all'alba. Tutti questi locali si trovano sia in centro e nei dintorni del Comune, sia in zone come El Arenal, Ciudad Jardín e il Poligono Chinales. In alternativa la città e i suoi dintorni offrono grandi centri commerciali provvisti di negozi, ristoranti e cinema multisala, come El Arcángel, Zoco Multicines e Guadalquivir Cinemas. La carta giovani consentirà di usufruire di riduzioni importanti sul prezzo di ingresso e permetterà anche di ottenere sconti presso la maggior parte dei musei e delle mostre della città. Il programma di attività per il tempo libero di Cordova comprende un'interessante offerta di festival dedicati alle più diverse manifestazioni artistiche: musica, teatro, cinema e così via. Alcuni di essi hanno ormai consolidato una lunga tradizione nella provincia, come il Pop-Zoblanco, festival estivo dedicato alle giovani promesse del pop e del rock. A luglio e agosto Cordova propone il programma Notti di incanto, che prevede ogni sera spettacoli equestri e flamenco, festival di musica, danza e teatro, rappresentazioni all'interno di monumenti, recital… Gli appassionati di cinema apprezzeranno il Concorso di Creazione Audiovisiva di Cabra, dedicato al cortometraggio. Altri festival di grande interesse sono la Fiera del Teatro del Sud, che si tiene ogni anno a Palma del Río, e Sensxperiment, dove si danno appuntamento le ultime tendenze dell'arte multimediale e sperimentale. C'è anche un parco tematico e culturale che ricrea l'antico splendore della Cordova dei califfi, la Ciudad Al Mansur. Il parco comprende una fedele riproduzione di una città ispano-musulmana medievale, con giardini, moschea, palazzo e i tipici suk arabi.


Con bambini

Svago per tutta la famiglia

Cordova possiede numerose aree verdi distribuite per tutta la città, ideali per le passeggiate e il divertimento dei bambini. L’orto botanico, che si estende lungo la riva destra del fiume Guadalquivir, è uno degli spazi principali.

Questo spazio accoglie il Museo Etnobotanico, unico nel suo genere in Spagna, dedicato allo studio della relazione tra uomini e piante. Si estende per lo più all’aperto, con ampie zone alberate. È dotato di una serra suddivisa in varie parti con differenti microclimi. Proprio di fronte all’orto botanico si trova il Parco Zoologico, configurato come un giardino con una vegetazione rigogliosa, dove i più piccoli potranno conoscere alcune delle specie più rappresentative della fauna locale. Ma Cordova offre molti altri luoghi pieni di fascino, come i Giardini dell’Alcázar, in stile moresco, con vasche d’acqua, zampilli, siepi e piante aromatiche; il Viale della Victoria, che insieme ai Giardini Diego de Rivas e a quelli di Vallellano conformano un ampio corridoio verde nel cuore della città; o i Giardini della Ribera, che si trovano lungo il corso del fiume Guadalquivir, con isolotti, uccelli acquatici, antichi mulini e la ruota idraulica dell’Albolafía. Al pari di qualsiasi altra grande città, Cordova possiede numerose sale cinematografiche. La maggior parte proiettano film per bambini la mattina, durante i fine settimana e nei giorni festivi, con prezzi speciali per i più piccoli.

Leggi tutto

Córdoba con niños

L’offerta di svago è ben presente anche nella provincia cordovese. Nel municipio di La Carlota, che sorge nel bel mezzo del verde, i bambini possono visitare la Fattoria Scuola Fuente Redonda e conoscere in prima persona la vita quotidiana del mondo rurale. Gli impianti comprendono una stalla, un orto, una piscina e varie aree ricreative. Nei mesi estivi, Aquasierra è uno dei posti migliori per combattere il caldo, con giochi nell’acqua e tante attrazioni. Il parco acquatico, situato a circa 25 chilometri da Cordova centro, è il posto dove grandi e piccoli possono trascorrere una piacevolissima giornata.

Chiudi


Shopping

Le strade selciate del centro storico di Cordova rappresentano una tentazione continua, con negozietti pieni di prodotti artigianali, rinomati oltre frontiera per la loro qualità. Filigrane d’argento, incisioni su cuoio e prodotti alimentari sono i souvenir più gettonati della città.

Dai classici ricordini, i negozi di artigianato e i laboratori del quartiere ebraico, alla moda, i libri e i dischi delle vie pedonali del quartiere del centro o dei centri commerciali in periferia, la città di Cordova offre al turista una vasta gamma di prodotti caratteristici.

Altri dati utili

Orari: alcuni negozi, soprattutto i grandi franchising e i centri commerciali, aprono con orario continuato dalle 10.00 alle 21.00. Generalmente i negozi tradizionali sono aperti dalle 10.00 alle 13.30 e dalle 17.00 alle 20.30.
Saldi: in genere iniziano la seconda settimana di gennaio e durano fino alla fine di febbraio per la stagione invernale, e dal 1 luglio fino alla fine di agosto per la stagione estiva.
Modalità di pagamento: il metodo più diffuso è in contanti o con carta di credito, sempre mostrando il passaporto o un documento di identità.
Tax Free: i cittadini di stati non membri dell’Unione Europea hanno diritto al rimborso dell’Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) per acquisti con importo superiore a 90,15 €.        






Per gli affari

Strutture moderne per fiere e congressi

Cordova, tradizionale punto d’incontro tra diverse culture, è oggi un importante centro per gli affari che offre modernissime strutture, ideate per accogliere ogni tipo di fiera, congresso e meeting di livello nazionale e internazionale.

L’aeroporto di Cordova, situato a pochi chilometri dal centro storico, e la linea ferroviaria ad alta velocità (AVE) Madrid-Siviglia, permettono di raggiungere facilmente e rapidamente la città. L’IFECO, Instituto Ferial de Córdoba (Ente fieristico di Cordova), organizza durante tutto l’anno varie mostre ed esposizioni nel Parco Fieristico San Carlos, situato nei pressi della strada statale N-IV. Un altro punto di riferimento è il Palazzo dei Congressi e delle Esposizioni, che è dotato di sale polivalenti, sala per manifestazioni, sale stampa e altre strutture e ospita numerosi congressi, seminari e incontri d’affari. Cordova possiede un’eccellente offerta di alloggi in grado di soddisfare tutte le necessità. Ha diversi hotel a quattro stelle, situati in splendide zone, nel nord del capoluogo, sulle colline che precedono la sierra, o nel centro storico, vicino ai principali monumenti. Tra questi si trova il Parador di Cordova,, ubicato ai piedi della sierra, che offre splendidi panorami sulla campagna e la città. La città dispone anche di un buon numero d’alberghi a tre stelle. L’ampia offerta di strutture turistiche di Cordova mette a disposizione del visitatore numerosi cinema, musei, ristoranti, bar all'aperto, ecc. Il tutto, insieme al fascino andaluso presente nella zona della Moschea-Cattedrale, sia di giorno che di notte.