Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie




Dati di contatto

Barrio Albaycín
18009  Granada  (Andalusia)
informacion@granadatur.com
www.granadatur.com

Localizzazione

Comunità Autonoma:
Andalusia

Provincia / Isola:
Granada

Granada

  • x

    Patrimonio Mondiale, certificato concesso dall'UNESCO.


Descrizione

Un quartiere dove si respira la storia

Nelle sue strade hanno vissuto molte popolazioni diverse e questo conferisce al quartiere un’interessante mescolanza culturale.

Nel percorso per questo quartiere di Granada ritroveremo le chiese di San Cristóbal e di San Bartolomé, così come i rispettivi pozzi. Non sono gli unici, ritroviamo anche il pozzo di San Luis e quello della piazza del Salvador, situato al principio della salita del Chapiz, insieme ai pozzi delle Tomasas e del Re, quest’ultimo il più grande di tutta Granada. Le mura del Albaicín sono di epoca nazarí. Furono innalzate nella seconda metà del XIV secolo, per difendere i quartieri situati sulla collina di San Cristóbal: Albaicín e AlbaydaIba. Vanno dalla porta di Guadix, punto finale dell’attuale viale dei Tristes, passando per San Miguel Alto, la porta di Fajalauza, Postigo di San Lorenzo, fino ad arrivare alla porta di Elvira. La porta di Fajalauza o degli Almendros comunicava il quartiere di Albaicín con quello degli Alfareros. In questo percorso, passiamo anche dalla casa moresca di Yanguas e dalle chiese del Salvador, in stile mudéjar, costruita nel XVI secolo sull’antica moschea maggiore di Albaicín. Il percorso è completato dal torrione e pozzo di Bibalbonud, dal belvedere di San Nicolás e dalla porta di Hizna Román.

Costruzione:
Architettura popolare

Informazioni pratiche

Prezzi

Accesso libero.


Mappa


Qui vicino