Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie




Dati di contatto

Explanada Basílica s/n
33589  Cangas de Onís, Asturie  (Asturie)
covadonga@iglesiadeasturias.org
http://www.santuariodecovadonga.com/
Tel.:+34 985846035
Tel.:+34 985846016
Fax:+34 985846043

Localizzazione

Comunità Autonoma:
Asturie

Provincia / Isola:
Asturie

Asturias

Descrizione

L’inizio della Riconquista.

Covadonga è la località da cui partì la Riconquista da parte del re Pelayo, che riposa nella grotta insieme alla Santina. È il punto di ingresso al Parco Nazionale de los Picos de Europa

La basilica, insieme alla grotta dove viene venerata l’immagine della Santina, è un luogo di culto e di pellegrinaggio per tutti gli abitanti delle Asturie. La basilica è un edificio in stile neoromanico, con due alte torri che fiancheggiano la facciata principale. All’interno ospita opere di grande valore, come una tela di Madrazo. Nella piazza della basilica è presente una statua del re Pelayo. Nella grotta, a cui si accede attraverso un'imponente scalinata, è conservata l’immagine della Santina, la tomba del re Pelayo e quella del re Alfonso I. Dalla grotta sgorga una cascata e ai suoi piedi si trova una fontana con sette cannelle. Sull’altare, un pannello in oro rappresenta la battaglia di Covadonga.

Costruzione:
Santuario

Periodo artistico:
Neoromantico

Periodo storico:
XIX secolo

Ambiente circostante:
Laghi Ercina ed Enol, Cangas de Onís.

Informazioni pratiche

Orario

Da 09:00 a 18:30



Prezzi

Ingresso gratuito

Servizi

Caffetteria, Negozio Corsi / Laboratori
Foresteria
Parcheggio
Ristorante
Zona di svago adiacente

Mappa


Qui vicino