Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie



Lince iberica

L'ambiente spagnolo come questione globale

La Spagna concepisce lo sforzo per la tutela dell'ambiente come una questione globale e per questo motivo rientra in diversi programmi di protezione.

Per la protezione delle zone umide rientra nella Convenzione Ramsar con 74 spazi qualificati. Inoltre sono stati sottoscritti accordi nel quadro della Direttiva Europea concernente la conservazione degli uccelli selvatici e diverse zone marine sono soggette a protezione nell'ambito dell'accordo del Piano d'azione per il Mediterraneo. I programmi di protezione dell'UNESCO, in base all'Accordo per il Patrimonio Mondiale, hanno inserito nella loro lista quattro parchi nazionali spagnoli: Doñana, Garajonay (La Gomera), Teide (Tenerife) e Monte Perdido (sui Pirenei). Il programma "L'uomo e la biosfera" dell'UNESCO comprende invece 45 riserve della biosfera appartenenti al territorio spagnolo. La Spagna è sempre attiva nella difesa dell'ambiente in tutto il mondo e ha sottoscritto numerosi accordi e protocolli di protezione globale della natura, tra i quali vanno segnalati accordi in materia di inquinamento atmosferico, protezione dello strato di ozono, residui e rifiuti pericolosi, caccia alla balena, mutamento climatico, conservazione di specie in pericolo di estinzione e difesa dei boschi tropicali.

La Spagna possiede anche diversi spazi naturali che rispondono ai criteri della Carta Europea per il Turismo Sostenibile (CETS) e una serie di destinazioni integrate nella Rete EDEN (Destinazioni Europee d'Eccellenza). Entrambe le iniziative sono avallate dalla Commissione Europea.