Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie



Passaporto

Requisiti di ingresso e pratiche burocratiche



Che documentazione è richiesta per viaggiare in Spagna?

Passaporto o documento di identità valido. I minori di 16 anni potranno essere inseriti nel passaporto del padre, della madre o del proprio tutore, quando la loro nazionalità è la stessa di quella del titolare del passaporto e viaggiano insieme a questa persona. Inoltre, se il minorenne viaggia con il documento di identità, dovrà essere accompagnato da un permesso dei genitori.

Top


Quali sono i documenti necessari per sposarsi in Spagna?

Le persone con nazionalità diversa da quella spagnola che desiderano sposarsi in Spagna devono recarsi presso l'ufficio dello stato civile (Registro Civil) del comune in cui desiderano sposarsi. Qui saranno informati sui documenti necessari. Generalmente vengono richiesti i certificati di nascita dei contraenti e quelli di stato civile (tradotti e legalizzati), l'attestato di censimento (almeno uno dei coniugi deve essere censito in Spagna) e una fotocopia del documento nazionale di identità, del passaporto o del permesso di residenza in vigore.

In Spagna sono permessi i matrimoni civili tra persone appartenenti allo stesso sesso.
 

Top


Quali prodotti si possono portare in Spagna?

Non ci sono limiti quantitativi sulle merci che si possono acquistare e trasportare nei viaggi all'interno dell'Unione Europea, purché quanto acquistato sia di uso personale. In questo caso non sarà necessario provarne l'uso personale, purché le quantità siano inferiori a 800 sigarette, 400 minisigari, 200 sigari, un chilogrammo di tabacco, dieci litri di liquori, 20 litri di vino liquoroso, 90 litri di vino e 110 litri di birra. Inoltre è obbligatorio dichiarare il trasporto di contanti in quantità superiori ai 9.999 euro. Ai viaggiatori è fatto divieto di introdurre all'interno dei paesi dell'Unione Europea alimenti di origine animale per consumo personale trasportati come parte del proprio bagaglio (carne e derivati, latte e latticini). A carattere generale fanno eccezione il latte in polvere in confezioni commerciali per bambini e alimenti speciali per necessità mediche. I viaggiatori provenienti dalle isole Feroe, dalla Groenlandia e dall'Islanda possono trasportare piccole quantità di carne e latticini per il consumo personale. Tutti gli altri alimenti potranno essere portati in Spagna fino a un peso massimo di un chilogrammo.

Una volta entrato in Spagna, il viaggiatore potrà trasportare nel proprio bagaglio mercanzie di uso personale o familiare o regali, che non saranno considerati merci commerciali, indipendentemente dalla quantità o natura degli stessi. Tale valutazione sarà affidata al servizio doganale della postazione di frontiera.

Le quantità monetarie superiori a 6.010,12 euro devono essere dichiarate. Attualmente le persone maggiorenni possono trasportare 200 sigarette o 100 minisigari o 50 sigari o 250 grammi di tabacco trinciato. Per quanto riguarda le bevande alcoliche, è consentito introdurne un litro se la gradazione alcolica supera i 22º, due litri se la gradazione è inferiore. Anche per i prodotti di profumeria esiste un limite di 50 grammi per il profumo e 0,25 litri per l'acqua di colonia.

Top


Viaggiate con animali domestici?

  Si impongono tre norme a carattere generale: gli animali devono essere accompagnati dai loro proprietari o rappresentanti, dovranno essere opportunamente identificati e il certificato sanitario dovrà essere corredato dalla versione in spagnolo. Ricordate che gli animali domestici dovranno essere muniti di certificato veterinario o passaporto a seconda della specie.

Se il vostro animale è un cane, un gatto o un furetto

Non è consentito l'ingresso di cani, gatti e furetti sotto i tre mesi di età perché non ancora vaccinati contro la rabbia.
Per entrare in Spagna l'animale deve rispondere a criteri sanitari e di identificazione che possono variare a seconda del paese di origine. Potrete prenderne visione sul sito web ufficiale del Ministero di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente. (http://www.magrama.gob.es/es/ganaderia/legislacion/animales-compania-normativa-zoosanitaria.aspx).
Nella maggior parte dei casi, il vostro animale domestico dovrà essere identificato da tatuaggio o microchip, inoltre, il suo passaporto dovrà essere in vigore e indicare che è stato sottoposto a vaccinazione antirabbica; in caso di prima vaccinazione, l'animale non potrà viaggiare prima che siano trascorsi 21 giorni.
 

Se il vostro animale domestico è un uccello

Gli uccelli provenienti da paesi non membri dell'Unione Europea devono rispondere a requisiti di controllo imposti per ragioni di sicurezza (influenza aviaria), regolamentati sul sito web ufficiale del Ministero di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente. In ogni caso l'animale dovrà essere munito di certificato veterinario redatto in lingua spagnola e rilasciato negli ultimi 10 giorni (per i paesi membri dell'Unione Europea). Per il resto dei paesi lo stesso certificato dovrà essere firmato e timbrato da un veterinario ufficiale e corredato da una dichiarazione del proprietario o del suo rappresentante. Gli uccelli da cortile non potranno essere considerati animali domestici.
 

Altre specie

Dovranno essere tutte munite del corrispondente certificato veterinario, redatto in lingua spagnola e rilasciato nei 10 giorni precedenti il viaggio.

Inoltre, se provengono da un paese non membro dell'Unione Europea, nel seguente link del Ministero di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente potrete consultare le informazioni relative all'ingresso in Spagna di animali da compagnia, in base al tipo di mascotte e al paese d'origine.

(http://cexgan.magrama.es/Modulos05/Publico/InformacionMercados.aspx?proc=6)
  Al momento della richiesta di rilascio del certificato sanitario, è necessario tener presente che gli animali dovranno essere sottoposti a visita nei cinque giorni precedenti la partenza dal paese di provenienza. Sul sito web del Ministero dell'Ambiente è possibile consultare la normativa e rintracciare i moduli corrispondenti per i certificati e il passaporto, redatti in spagnolo e in inglese.
 

Vi sarà utile...

Conoscere un numero di telefono per emergenze veterinarie nella località che state visitando con il vostro animale.

Oltre a rispettare le condizioni necessarie per l'ingresso, ricordate che:

• La museruola è obbligatoria in alcune regioni spagnole. • Non tutte le strutture di alloggio ammettono animali. • Nella maggior parte dei ristoranti gli animali domestici non sono ammessi. • Le autorità comunali stabiliscono i punti, i periodi dell'anno e gli orari per la libera circolazione o la presenza di cani nelle spiagge.

Prima di iniziare il viaggio, vi raccomandiamo di informarvi presso la struttura d'alloggio e la compagnia di trasporto prescelte in merito all'ammissione e le condizioni prescritte per viaggiare con animali domestici.

Top